Hellas Verona – Napoli 1-2: decide una doppietta di Osimhen

2062

Hellas Verona Napoli cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Hellas Verona – Napoli del 13 marzo 2022 in diretta: un gol per tempo per decidere un match riaperto da Faraoni ma il doppio giallo a Ceccherini ha pesato sul tentativo di completare la rimonta

VERONA – Domenica 13 marzo alle ore 15, allo Stadio “Marc’Antonio Bentegodi”, andrà in scena Hellas Verona – Napoli, gara valida per la ventinovesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2021/2022.

Cronaca con commento in tempo reale

RISULTATO IN DIRETTA: HELLA VERONA-NAPOLI 1-2

SECONDO TEMPO

45' 6' E' finita: il Napoli batte 2-1 in trasferta il Verona. Grazie per averci seguito, alla prossima! 

45' 5' Ghoulam sostituisce il neo entrato Petagna che accusa problemi fisici.

45' Ci saranno sei minuti di recupero.

44' Ultimi cambi: Ongla per Ilic, Casale per Tameze, Cancellieri per Barak, Petagna per Osimhen e Zielinski per Fabian Ruiz.

43' Mario Rui prende clamorosamente una traversa!

40' Ammonito Ilic per fallo su Di Lorenzo. 

37' Espulso Ceccherini per un fallo di mano che gli costa la seconda ammonizione.

31' Il Verona accorcia le distanze con un colpo di testa di Faraoni su passaggio di Tameze, che riapre la partita! Attenzione!

30' Mezz'ora di gioco nel secondo tempo con il doppio vantaggio del Napoli.

26' Raddoppio del Napoli con Osimhen, ottimamente servito da Elmas! Doppietta per il nigeriano. 0-2 per i partenopei!

25' Ammonito Ceccherini per fallo su Elmas.

24' Ammonito Gunter per un fallo su Osimhen.

18' Entrano Insigne ed Elmas, escono Lozano e Politano.

10' Ancora problemi per Ospina, stavolta dolorante a una spalla dopo uno scontro con Gunter.

5' Ospina si fa male a una mano dopo un contrasto con Ceccherini, ma resta in campo.

2' Corner per il Verona: lo batte Ilic, senza tuttavia sortire alcun effetto.

1' Si riprende. Non ci sono stati cambi nell'intervallo.

PRIMO TEMPO

45' 2' L'arbitro fischia la fine della prima frazione. A più tardi per la cronaca della ripresa.

45' Ci saranno due minuti di recupero.

40' Mancano cinque minuti, escluso recupero, alla fine del primo tempo.

39' Depaoli esce e cede il posto a Bessa.

38' Fastidio muscolare per Depaoli, verrà sostituito.

33' Punizione battuta da Caprari, pallone al centro ma la difesa spazza via.

30' Prima mezz'ora di gioco. Il Napoli conduce ancora per 1-0 fuori casa.

29' Osimhen si fa sotto e "spara" un bolide, la palla esce sulla destra.

25' Assist non eccezionale di Lozano per Osimhen, che prova così un tiro-cross al centro dell'area. Interviene Gunter, che ribatte.

22' Fabian Ruiz mira all'angolino tirando con il mancino, Montipò non si fa sorprendere e sventa.

18' Tentativo di cross in area da parte di Depaoli, la retroguardia partenopea si fa trovare pronta e intercetta la sfera.

13' Cambia il risultato: Osimhen, su cross di Politano, svetta di testa e la mette sul primo palo! Arriva il goal del Napoli alla prima vera azione della partita!

10' Tiro a giro di Simeone dalla distanza, ma il pallone non centra lo specchio della porta.

4' Tameze si procura un calcio d'angolo. Nulla di fatto dai successivi sviluppi

2' Il Napoli è terzo in classifica e quindi vuole assolutamente vincere per continuare la sua rincorsa al Milan capolista.

1' La partita è cominciata.

Buon pomeriggio dal Bentegodi di Verona, dove sta per avere inizio la gara tra l'Hellas e il Napoli. Domenica 13 marzo alle ore 14 le formazioni ufficiali, dalle 15 la cronaca con commento in diretta della partita.

TABELLINO

VERONA (3-4-2-1): Montipò; Ceccherini, Gunter, Sutalo; Faraoni, Tameze (44' st Casale), Ilic (44' st Ongla), Depaoli (39' pt Bessa); Barak (44' st Cancellieri), Caprari; Simeone. All. Tudor.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz (44' st Zielinski), Lobotka, Anguissa; Politano (18' st Elmas), Osimhen (44' st Petagna, a sua volta sostituito al 45' st da Ghoulam), Lozano (18' st Insigne). All. Spalletti.

Arbitro: Doveri

Ammoniti: 24' st Gunter, 25' e 37' st Ceccherini, 40' st Ilic  

Espulsi: 37' st Ceccherini, 45' st Faraoni  

Reti: 13' pt e 26' st Osimhen, 31' st Faraoni 

Recupero: 2' pt

I convocati del Napoli

Portieri: Ospina, Marfella, Idasiak.
Difensori: Di Lorenzo, Juan Jesus, Koulibaly, Ghoulam, Mario Rui, Rrahmani, Zanoli.
Centrocampisti: Anguissa, Demme, Elmas, Fabian Ruiz, Lobotka, Zielinski.
Attaccanti: Insigne, Lozano, Mertens, Osimhen, Ounas, Petagna, Politano.

Le dichiarazioni di Tudor alla vigilia

“Una sfida bella da giocare, contro una squadra forte e un allenatore tra quelli che più mi piacciono in assoluto. Penso che la squadra abbia percepito l’importanza di questa sfida, che può darci molto in vista del finale di stagione, specie per il fatto che giocheremo davanti a circa ventimila persone. I ragazzi sono orgogliosi di questo, perché questa presenza importante è frutto della stagione che stiamo facendo, delle nostre prestazioni. E’ un attestato di stima a tutto il Club, che è bellissimo abbia una connessione forte con la propria città e tifoseria. E’ stata una settimana che ha presentato qualche criticità, che può capitare nell’arco di una stagione: ci sono varie situazioni ancora in corso di valutazione. Vedremo domani quanti effettivi avremo a disposizione, sicuramente convocheremo qualche ragazzo della Primavera, ma questo non ci impedirà di dare il 100%. Vogliamo fare una bella prestazione. Non conta chi segna, questa squadra ha già avuto dodici marcatori diversi. Tutti vogliono solo raggiungere il risultato e siamo concentrati unicamente su questo. Praszelik? Ha fatto gli ultimi due allenamenti col gruppo, viene da uno stop di un mese ma domani sarà in panchina e di questo siamo contenti. Frabotta? Può essere utile a gara in corso, ha circa mezz’ora nelle gambe. I Primavera aggregati alla Prima Squadra? Mi stanno piacendo, ci stanno aiutando molto in settimana e non avrò problemi, qualora fosse necessario, a utilizzarli”.

Spalletti alla vigilia: “Una sconfitta sarebbe fatale”

“E’ finito il tempo delle parole. Io quella di domani la definisco una gara onesta perchè in base al risultato capiremo che tipo di strada ci aspetta e dove possiamo arrivare. Una sconfitta sarebbe fatale e quindi bisogna capire cosa fare delle nostre carriere. Io dico che andremo in campo portando il nostro talento, le nostre responsabilità e anche i nostri timori. Alla fine capiremo dove devovo dirigersi i nostri pensieri. Il Milan che ha vinto, ha innanzitutto cercato di non farci giocare nella maniera in cui sappiamo. Quindi sotto questo profilo non abbiamo perso nessuna certezza. La gara di domenica ci ha detto che non siamo stati bravi a presidiare la loro area e siamo stati più orientati a giocare alla nostra maniera anzichè cercare la parte sporca del duello. La nostra forza è la qualità unita alla tecnica calcistica. Domani dovremo essere bravi a condurre la gara attraverso le nostre corde, però dobbiamo dimostrare di saper giocare anche attraverso quelle che non sono le nostre caratteristiche principali, ovvero con fisicità. Il Verona è una squadra che ha fisico ma anche qualità tecnica nel condurre la palla, bisognerà fronteggiarli su ogni aspetto della gara e mostrare il nostro livello di calcio. Non sarà sbagliato riuscire ad essere anche meno belli ma più efficaci. Questa deve essere una nostra caratteristica domani, quella di saperci adattare alle situazioni. Il Verona è capace di dare battaglia in ogni zona di campo e noi dovremo essere pronti alla sfida. Solitamente quando arrivo in fondo alla settimana ho ben precisa l’idea di formazione. Mi tengo un solo dubbio che scioglierò domani. Ho tanti giocatori a disposizione, abbiamo anche recuperato la condizioni di alcuni uomini che avevano giocato meno. Purtroppo ci è capitato l’infortunio di Meret, e queste cose ci danno sempre un certo credito con la fortuna. In ogni caso dovremo essere capaci di interpretare la partita sapendo leggere anche le varie fasi tattiche che ci si prospetteranno. Di certo non rinunceremo alle nostre qualità, ma quello che conta è essere versatili sapendo imporre il nostro gioco e le capacità tecniche che ci hanno caratterizzato al meglio sinora”

L’arbitro

A dirigere il match sarà Daniele Doveri della sezione di Roma 1, coadiuvato dagli assistenti Alessio Berti di Prato e Filippo Bercigli di Firenze; IV uomo Francesco Forneau della sezione di Roma 1. Al VAR Maurizio Mariani della sezione di Aprilia; assistente VAR Giovanni Baccini della sezione di Conegliano.

La presentazione del match

Gli scaligeri vengono dal pareggio per 1-1 ottenuto sul campo della Fiorentina e sono noni a quota 41 punti, con un cammino di undici partite vinte, otto pareggiate e nove perse con cinquantatré reti realizzate e quarantaquattro incassate. Tra le squadre più in forma del campionato, il suo bilancio delle ultime cinque sfide é di due vittorie, due pareggi e una sconfitta con dodici gol fatti e sei subiti. Di fronte troveranno i partenopei, reduci dalla sconfitta casalinga per 0-1 nel big match contro il Milan; in classifica ora sono terzi, a tre lunghezze dalla squadra di Pioli, con 57 punti, frutto di diciassette vittorie, sei pareggi e cinque sconfitte e con quarantanove gol fatti e venti subiti. Nelle ultime cinque sfide hanno vinto una volta, pareggiato due e perso due, siglando sei reti e subendone otto. Sono ottantacinque i precedenti tra le due compagini con il bilancio di diciassette vittorie per il Verona, ventisei pareggi e quarantadue affermazioni del Napoli. All’andata, lo scorso 7 novembre, finì 1-1.

QUI HELLAS VERONA –  Tudor dovrà rinunciare agli infortunati Dawidowicz, Pandur e Retsos. La formazione scaligera potrebbe scendere in campo con il consueto modulo 3-4-2-1, con Montipò in porta e con Casale, Gunter e  Ceccherini in posizione arretrata. In mezzo al campo Tameze e Ilic; sulle fasce Faraoni e Depaoli. Unica punta Simeone davanti a Barak e Lasagna.

QUI NAPOLI – Out solo Malcuit e Meret, che si é fratturato una vertebra in allenamento. Spalletti dovrebbe affidarsi al modulo 4-2-3-1 con Ospina in porta e davanti a lui Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly e Mario Rui. In mediana Lobotka e Anguissa. Sulla trequarti Lozano, Elmas e Insigne di supporto all’unica punta Osimhen.

Le probabili formazioni di Hellas Verona – Napoli

VERONA (3-4-2-1): Montipò; Casale, Günter, Ceccherini; Faraoni, Tameze, Ilic, Depaoli; Lasagna, Caprari; Simeone. Allenatore: Tudor.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Lobotka; Lozano, Elmas, Insigne; Osimhen. Allenatore: Spalletti.

Dove vederla in TV ed in streaming

L’incontro Hellas Verona – Venezia, valido per la ventinovesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2021/2022, verrà trasmesso in diretta e in esclusiva su DAZN. Sarà visibile per i suoi utenti anche sulle smart tv di ultima generazione compatibili con la app, e, sempre grazie all’applicazione, su tutti i televisori collegati ad una console PlayStation 4/5 o Xbox (One, One S, One X, Series X, Series S), al TIMVISION BOX oppure ad un dispositivo Google Chromecast o Amazon Fire TV Stick.