I voti al mercato di Milan, Inter e Juve. Roma, che colpo Borriello. Cassano già incanta. Torino sveglia!

227

La Nazionale italiana vince grazie a Cassano, ma si sapeva che il genio del barese poteva fare la differenza. E’ un giocatore che se sente la fiducia del ct, lo ripaga mettendoci estro e tanto cuore. La prestazione degli azzurri e stata ampiamente sufficiente, anche se si può ancora migliorare. Il gioco per un commissario tecnico è sempre un compito difficile da applicare, Prandelli ci sta mettendo tutto il buon senso che lo contraddistingue e qualcosa comincia già a vedersi.

Come ct era la persona giusta per creare un nuovo ciclo, sa puntare sui giovani e sa farsi apprezzare per le sue doti, oltre che tecniche, anche umane, il che non gusta mai. Lasciando il capitolo Nazionale, affrontiamo un viaggio tra le squadre protagoniste del mercato. Il Milan è partito in sordina ma penso che era tutto preparato. Galliani e Braida sapevano che i tifosi si aspettavano qualcosa di importante, e dopo averli fatti spazientire al punto giusto, hanno portato due fenomeni. Il Milan è passato da un mercato da 5,5 ad un mercato da 9,5.

Volevo dare 10 ma in difesa qualcosina in più poteva esser fatto, ma si sà che a stuzzicare la fantasia dei tifosi bastono i grandi nomi. L’Inter voleva Kuyt e il Liverpool non l’ha venduto. Acquistare un giocatore tanto per prenderlo non è convenuto ai nerazzurri, anche in memoria degli errori commessi in passato. Dunque solo per il mercato in uscita voto 7. Mi ripeterò, mi dispiace per Balotelli (ma da DS dico che Branca non poteva fare diversamente). Juve voto 8. Ha puntato tutto o quasi su giocatori italiani, vediamo se la strategia di Marotta e Paratici pagherà. I giocatori arrivati non hanno scaldato la piazza (solo Aquilani e Quagliarella), Krasic (buon giocatore) sarà chiamato a diventare il nuovo Nedved. Alla Juve nessuno più parla di Iaquinta, ma quando rientrerà sarà un acquisto in più per Delneri.

Sono curioso di vedere Rinaudo come sfrutterà l’occasione della vita. Milan alla pari dell’inter, con la fame si spodestare i cugini dal podio. Borriello grande colpo della Roma, in squadra mancava un ariete così Ranieri ha avuto ciò che si aspettava. Per me è stata un’ottima operazione, ci hanno guadagnato tutti. Uno sguardo in serie B, dove tutti fanno punti tranne quel Toro che doveva prontamente risalire in serie A. Il Torino deve riprendersi in fretta, la serie B è tortuosa. Lo scorso campionato i granata hanno cominciato bene ma poi non sono riusciti ad ottenere la promozione. Lerda ha tempo per forgiare la squadra, ma deve darsi una mossa.

[Malu’ Mpasinkatu – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]

Articoli correlati