Il Manchester City libera Sylvinho, Petrov e Benjani: posti vacanti per Kolarov e Zarate?

Da quando è arrivato al Man City, Roberto Mancini non ha potuto fare altro che prendere la squadra e guidarla all’obiettivo minimo (l’Europa League) in attesa di costruirne una tutta sua per la stagione che verrà. Ecco quindi che i Citizens hanno cominciato ad effettuare i primi tagli in attesa di costruire la squadra da Champions League, tanto voluta da dirigenza e allenatore (probabilmente a Wembley ’92 ancora un po’ ci pensa…).

Dopo i giovani Redshaw, Johansen e Moore, la società ha deciso di non rinnovare i contratti di Sylvinho, Martin Petrov e Benjani Mwaruwari (gli ultimi due voluti da Eriksson nel 2007), cioè un terzino sinistro (Kolarov ci sei…?), un’ala ed un attaccante.

A sinistra Mancini aveva provato sia Zabaleta che Richards, prima di optare per Garrido. Robinho inoltre, per il momento al Santos, ha fatto sapere che gradirebbe il Barcellona. Ecco quindi che in attacco resterebbero poche alternative per il Mancio che a quel punto potrebbe decidere di trattanere Santa Cruz o – chissà – chiedere alla Lazio anche Mauro Zarate.

[Federico Farcomeni – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]