In attesa dei nazionali, Reja ritrova Matuzalem. Per il brasiliano primo passo verso il recupero…

453

FORMELLO – In attesa dei nazionali, la settimana anti-Bari inizia con il ritorno in campo di Francelino Matuzalem. Una buona notizia per Reja, il “Professore” vuole essere di parola: “Domenica prossima sarò a disposizione senza problemi”, aveva rassicurato sabato, dopo aver concluso l’ennesima seduta differenziata fatta di fisioterapia e piscina. Il percorso di recupero personalizzato, durato oltre dieci giorni, è terminato.

PRIMO PASSO PER TORNARE IN COPPIA CON LEDESMA – Questo pomeriggio il playmaker brasiliano è tornato a lavorare sul terreno di gioco, anche se in maniera differenziata rispetto al gruppo, ancora ridotto ai minimi termini per le tante assenze. Mentre i 16 elementi a disposizione del tecnico goriziano (presente anche il giovane Zampa) si sottoponevano ad una seduta prevalentemente tecnica (esercitazioni sul possesso di palla e sul pressing e partitella finale), il numero 11 biancoceleste ha lavorato a parte con Bianchini, il preparatore specializzato nel recupero degli infortunati.

Stretching, corsa con il pallone, cambi di direzione e palleggi che lasciano ben sperare in vista della trasferta del San Nicola. E’ il primo passo di un recupero che per essere certificato necessita di ulteriori riscontri del campo. Il programma stilato dallo staff biancoceleste prevede il rientro definitivo in gruppo entro la giornata di mercoledì, dopo la quale Reja tirerà le somme, valutando le reali possibilità di schierarlo nell’undici titolare già a partire dalla gara con i “galletti” di Ventura. L’idea del tecnico è quella di riproporlo davanti alla difesa in coppia con Ledesma nel 4-2-3-1, l’assetto pensato per arginare la velocità dei pugliesi sulle corsie esterne e già testato positivamente al “Franchi” contro la Fiorentina e in casa con il Milan. Le prime indicazioni di cambio modulo sono arrivate sul finire della scorsa settimana, ma entreranno nel vivo durante le prove tattiche dei prossimi giorni, quando al fianco dell’argentino potrebbe essere testato anche Cristian Brocchi.

HERNANE E MAURI INTOCCABILI – L’altro nodo da sciogliere nel corso della settimana riguarda la composizione del terzetto di trequartisti che dovrebbero sostenere l’unico riferimento offensivo (più Floccari che Rocchi). Tutto, ovviamente ruoterà intorno alla figura di Hernanes che, malgrado il cambio di modulo, proseguirà ad agire da “regista offensivo” in zona centrale. Sulla carta, l’altra maglia da titolare assicurata è di Mauri, ma per il centrocampista brianzolo potrebbero subentrare anche valutazioni di natura fisica. Questa sera scenderà in campo con la maglia azzurra per la seconda volta nell’arco di cinque giorni. Farà rientro nel quartier generale capitolino nella giornata di domani, nella quale effettuerà un semplice lavoro di scarico. A meno di contrattempi dell’ultima ora, tornerà a lavorare con il resto della compagnia a partire da giovedì, quando verranno valutate nello specifico le sue condizioni generali. Se non necessiterà di un turno di riposo a Bari ci sarà senza problemi.

BRESCIANO COME A FIRENZE? – Per l’ultima piazza sono in ballottaggio Bresciano e Mauro Zàrate, con l’australiano in vantaggio per ovvi motivi tattici. In fase offensiva, l’argentino sarebbe costretto a giostrare in una zona di campo che implicherebbe un lavoro dispendioso in fase di non possesso di palla, sarebbe costretto a ripiegare fino alla trequarti difensiva. Dovrebbe muoversi da vera e propria ala mancina, mettendo in mostra quella attitudine al sacrificio che spesso sono venute a mancare. E’ una soluzione che probabilmente snaturerebbe le caratteristiche del numero 10 di Haedo, ma sulla quale Reja ha intenzione di lavorare nei prossimi giorni.

IN ATTESA DI LICHT TORNA RADU – In difesa, andranno verificate le condizioni dello svizzero Lichtsteiner (stasera in campo contro il Galles): non è escluso un ballottaggio con il giovane Cavanda per il ruolo di esterno destro. Sull’out opposto ci sarà regolarmente Radu che archiviato l’impegno in Francia con la Romania (ha assistito dalla panchina all’incontro) è già tornato ad allenarsi regolarmente con il gruppo. Alle sue spalle prova a guadagnare posizioni il basco Garrido: la sua condizione continua a migliorare, spera in una convocazione per Bari. La ripresa degli allenamenti è prevista domani alle ore 10:30 e alle ore 15:00.

[Daniele Baldini – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]