Inter, Milan e Juve: il duello si accende. L’Italia delude come la Roma, mentre Napoli e Lazio volano

128

Approfittando della sosta per le gare di qualificazioni agli europei 2012, tracciamo un primo bilancio di questo scorcio di campionato. L’Inter è sempre la vera favorita. I nerazzurri nonostante il punticino guadagnato in due partite, ha la mentalità vincente rispetto a Milan e Juve. Ovviamente il Milan ha dimostrato dopo la vittoria con il Parma di essere la vera anti-Inter.

I rossoneri nel momento in cui iniziano a carburare sorprenderanno molti scettici, che vedevano la squadra di Allegri ancora a distanza dai cugini. Non sarà cosi, perché il Milan ha ritrovato quella fame di vittorie che aveva perso dopo i tanti successi negli anni precedenti. Anche la Juve ha dimostrato di essere in carreggiata. Non è facile fermare l’Inter, soprattutto in casa.

Diamo un po’ di tempo a Delneri e vediamo come si sviluppa questo progetto interessante. Penso che la Juve quando si impegna al 100% possa anche essere alla pari dell’Inter, deve acquistare fiducia nei propri mezzi e lasciar lavorare in pace il tecnico. Discorso a parte lo merita Ranieri. A Roma si pensava che la vittoria contro l’Inter e il successo in Champions League avesse risolto i problemi. Non è stato così. Tutti i nodi sono tornati al pettine non appena la squadra ha abbassato un po’ la guardia. Il Napoli ha fatto una grande partita e ha messo sotto i giallorossi. La critica lanciata da Borriello al tecnico vuol dire che qualcosa non quadra.

Ranieri dopo 7 giornate di campionato già rischia e alla vigilia nessuno se lo aspettava, soprattutto dopo un campionato come quello passato. In contemporanea vanno fatti i complimenti al Napoli. Mazzarri ha ottenuto finalmente la vittoria al San Paolo che quest’anno si stava tramutando in un tabù. Una vittoria che proietta la squadra partenopea al secondo posto insieme a Milan e Inter. Il Napoli così come la Lazio hanno tutte le carte in regola per stupire. Sono due squadra che possono essere veramente la sorpresa del torneo.

Brutta battuta d’arresto per l’Italia di Prandelli. Nessuno si aspettava il pareggio con l’Irlanda del Nord. E’ sicuramente un risultato negativo ma nonostante tutto bisogna dare fiducia al ct, appena arrivato sulla panchina dopo la traumatica eliminazione dell’Italia dal Mondiale in Sudafrica. Bisogna concedere tempo e avere pazienza. Inutile sperare nell’ottenere dei risultati nell’immediato, le prove convincenti arriveranno col tempo. Prandelli è da poche settimane che gestisce il gruppo, deve ancora conoscere tutti. Ma sono sicuro che l’Italia si riprenderà. Anche la Francia dopo un inizio balbettante con Blanc ha vinto il confronto con la Romania e ha imboccato la strada giusta. Diamo tempo al tempo.

[Malu’ Mpasinkatu – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]

Articoli correlati