Inter-Parma 1-0: zampata di Rocchi, i neroazzurri tornano a sorridere

logo-interIn una gara che apparentemente può valere poco per le ambizioni dell’Inter, Andrea Stramaccioni si affida a un 4-3-3 con Jonathan e Pereira esterni di difesa. Coppia centrale composta da Ranocchia e Juan. A centrocampo, Zanetti a destra, Kovacic regista basso e Kuzmanovic interno di sinistra. Davanti, Alvarez agisce dalla destra leggermente indietro all’unica punta Rocchi, mentre Schelotto parte da sinistra.

Prevedibile il copione della gara con l’Inter che prova a fare la partita, guidata dal solito Kovacic in cabina di regia. E’ Alvarez ad avere il compito di creare pericoli per la difesa del Parma negli ultimi 30 metri. Molto avanzata anche la posizione di Schelotto, che prova sempre a sovrapporsi con l’accorrente Pereira. Poca superiorità numerica dal suo lato, anche se l’occasione più nitida del primo tempo arriva proprio sui suoi piedi: l’ex Atalanta a tu per tu con Mirante non riesce a prendere la mira sparando il pallone “in bocca” al portiere gialloblù. Intorno alla mezz’ora arriva un brutto blackout dell’Inter, che comincia a traballare sui contropiede parmensi. Diverse le occasioni in cui Handanovic smanaccia: non poteva arrivare invece sulla stupenda conclusione di Valdes che si stampa sulla traversa.

Nel secondo tempo cambia il copione della gara: calano i ritmi. Ma l’Inter è sorniona e aspetta il momento giusto per colpire. Calano sia Alvarez che Kovacic, fulcri del gioco. Mentre Donadoni si gioca la carta Biabiany (subentrato a un invisibile Belfodil). Con il francese, Pereira va leggermente in affanno e si becca subito un giallo a inizio ripresa. La prima mossa di Stramaccioni a gara in corso è sostituire un fischiatissimo Schelotto inserendo il giovane Garritano. La zampata giusta per l’Inter arriva al minuto 82′: Kovacic imbecca Jonathan, il brasiliano serve al centro la corrente Rocchi, che con un rigore in movimento infila Mirante.

[Mario Garau – Fonte: www.fcinternews.it]