Italia – Albania, le dichiarazioni di Spalletti alla vigilia

42 0

italia tricolore logo

“Giochiamo contro calciatori che conoscono benissimo il nostro calcio, gente che sa giocare benissimo, e Sylvinho è stato bravo a creare questa squadra. Sarà una partita tosta”

DORTMUND – Alla vigilia dell’esordio della Nazionale agli Europei, il CT Luciano Spalletti é intervenuto in conferenza stampa per illustrare la partita. “Più si avvicina la partita e più l’emozione che porta tensione si trasforma in emozione che porta felicità – ha detto il tecnico, alla guida degli Azzurri dallo scorso 18 agosto- Non un’emozione tossica, ma un’emozione splendida. Giochiamo contro calciatori che conoscono benissimo il nostro calcio, gente che sa giocare benissimo, e Sylvinho è stato bravo a creare questa squadra. Sarà una partita tosta”.

 “Ci sono risultati di alcune partite che sono il contrario di come avrebbe voluto lo sviluppo della gara – ha spiegato Spalletti, riferendosi alle amichevoli contro Turchia e Bosnia -. Quello di essere sempre una squadra e far vedere lo stesso calcio diventa importante: sono convinto che la nostra squadra farà capire ciò che vuole fare. Quando si ha a disposizione così poco tempo, ma quando si ha a che fare con questa serietà, il tuo lavoro diventa anche più corretto di quello che si fa con un club. Ho visto i ragazzi attentissimi, eseguire subito quello che gli viene richiesto. Saremo proprio quelli che vogliamo essere in campo”.

“Non chiediamo ai 60 milioni di italiani di tifare per noi, ma proprio di essere sul rettangolo di gioco con noi. –  ha proseguito Spalletti- Siamo protagonisti del sogno di ogni italiano che usciva con il pallone sotto il braccio e tornava con la maglia bagnata di sudore e con le ginocchia spaccate. Noi per i nostri connazionali siamo degli eroi, dei giganti, che non possono non mettere tutto dentro la partita. Questo significa crearsi anche una scocca: i giganti e gli eroi non hanno timore di andarsi a giocare una partita di calcio”.

Riguardo alla probabile formazione, il Commissario Tecnico ha fatto capire che Barella dovrebbe essere regolarmente in campo (“Si ascoltano le sensazioni e quelli dei medici. I calciatori vogliono sempre giocare, ma a ieri sera tutto lascia prevedere che sia a disposizione“. Poi ha espresso parole di fiducia anche nei confronti di Gianluca Scamacca (“Un giocatore completo, sa fare veramente tutto. Devo solo confrontare la sua performance in base a quella degli altri”) e di due difensori emergenti come Buongiorno e Calafiori: “Hanno la stoffa di quelli che vogliono arrivare a livello top“.

Infine, per quanto riguarda il modulo, ha detto. “Si può decidere di giocare a tre ma essere più offensivi di quando si gioca a quattro – la risposta del Ct -, così come abbiamo i giocatori per un modulo a due punte: conta l’atteggiamento. Se riesci a gestire la partita in un certo modo, comandi te in base alle posizioni che vai ad assumere”.