Italia flop: convince poco l’attacco

37

L’Italia non ha fatto una grande figura. Prima sconfitta contro gli Stati Uniti, quarta dell’era Prandelli. Ma lui è comunque fiducioso: l’Italia farà un grande Europeo. Il vero interrogativo è con chi in attacco. Ieri sera non ha brillato nessuno, anzi uno sì: Borini, appena buttato nella mischia. Gli altri non hanno convinto Prandelli, non fino in fondo almeno. E ancora c’è da capire se e come arriveranno a maggio Giuseppe Rossi e Cassano e se Balotelli avrà capito il messaggio lanciato da Prandelli. La vera lotta, per strappare il pass, sarà proprio lì davanti.

Un pò come il mercato. I grandi colpi si fanno lì. Sono gli attaccanti che fanno sognare. Un nome che esce ancora più rafforzato da questo mercoledì internazionale è Olivier Giroud, del Montpellier. Quest’anno ha segnato 16 gol in campionato. Ieri sera il primo in nazionale: un gol da centravanti, quello che sta cercando la Juventus. In realtà sembra che ormai l’Arsenal abbia preso un vantaggio incolmabile. Ci aveva provato anche il Napoli a chiedere informazioni, qualche tempo fa. La Juve lo tiene sotto osservazione, anche se intanto ieri sera ha visto da vicino la tripletta di Messi contro la Svizzera (difficile però vederlo in bianconero!) e un quarto d’ora di Higuain, obiettivo più concreto.

Il mercoledì pieno di amichevoli è servito all’Inter per continuare a riflettere. I nerazzurri non brillano neanche in nazionale, forse questo avrà detto a Moratti, Ranieri. L’incontro c’è stato ieri. Fiducia confermata, come previsto, fino a domenica. Ma è assolutamente vietato fare figuracce: obbligatorio vincere contro il Catania. E poi fare di tutto per passare il turno in Champions. La stagione non va buttata, Ranieri è convinto che ancora si può raddrizzare, non sente la squadra contro. Ma a fine stagione il cambio ci sarà. E un aiutino sembra arrivare da Londra. In Inghilterra infatti hanno beccato Mourinho in visita a Londra con la moglie per cercare casa. Arsenal? Tottenham? Chelsea? Neanche il Mirror (che ha anche fotografato lo special one) lo sa. I tifosi del Chelsea sperano nel suo ritorno. E chissà, magari lo spera anche Moratti, visto che questo potrebbe liberare più agevolmente Andres Villas Boas, uno dei candidati più forti alla panchina nerazzurra per la prossima stagione. Siamo ancora al momento della margherita. I nomi sono sul tavolo di Moratti, anzi nei suoi pensieri. Stavolta non si può sbagliare. Si deve essere convinti e proteggere il proprio allenatore e il proprio progetto.

[Luca Marchetti – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]

Articoli correlati