Juve, Delneri fiducioso: “Buono l’atteggiamento”. Pepe: “Complimenti ai giovani”

“Sono più preoccupato per la situazione degli infortunati che per l’Europa League. Questa è una competizione fatta di gare secche, nelle quali può capitare di tutto”. Luigi Delneri, dopo il pareggio contro il Salisburgo, non guarda alla classifica del Gruppo A, che vede appaiati a quota 7 Manchester City e Lech Poznan, ma pensa piuttosto a recuperare giocatori in vista dei prossimi impegni: “Krasic (uscito nella ripresa) non ci preoccupa, anche perché domenica comunque non potrebbe giocare – ha detto il tecnico di Aquileia al sito ufficiale della Juve -. Quanto a Legrottaglie speriamo di recuperarlo, altrimenti giocherà qualcun altro”. Venendo alla gara, il tecnico si dice soddisfatto: “Questa sera abbiamo giocato una gara maschia e per sbloccarla ci sarebbe voluto un colpo di fortuna.

Abbiamo comunque avuto un ottimo atteggiamento, non concedendo nulla al Salisburgo e giocando una partita concreta dietro. Questa sera sono scesi in campo un ragazzo classe ’93 e tre classe ’91 e hanno fatto molto bene. Al loro posto credo che non sarei riuscito a fare dieci metri…Stanchezza? I giocatori in 36 recuperano le energie fisiche. Piuttosto è a livello mentale che si può fare più fatica e da questo punto di vista abbiamo forse un po’ pagato lo sforzo di San Siro. La qualificazione? Dovremo battere il Lech Poznan e il City e possiamo farlo. Tutti erano stupiti dei tre gol segnati qui dal Lech, ma come abbiamo visto ne ha fatti altrettanti al City, dunque evidentemente qualcosa ha…”.

PEPE – Si è calato al meglio nel nuovo ruolo che mister Delneri ha pensato per lui. Prima terzino, poi centrocampista, Simone Pepe è il vero jolly di questa Juve: “Abbiamo giocato bene, anche se non era semplice superare la loro difesa – ha detto al termine del match odierno -. Come sempre, le squadre che giocano contro la Juve danno sempre il 200%. Ora dovremo essere bravi ad andare a vincere in Polonia. Il nuovo ruolo? In settimana il tecnico ha cercato di spiegarmi i movimenti, ho fatto di tutto per aiutare la squadra”. Giandonato, Buchel, Liviero e Giannetti sono i quattro giovani mandati in campo da Delneri nel corso del match. Pepe ha parole d’elogio per loro: “Sono andati benissimo, hanno superato la prova a pieni voti. Non è mai semplice giocare con la Juve ma questi ragazzi possono rappresentare il futuro della squadra bianconera”.

[Riccardo Mancini – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]