Juve-Parma, la nuova alleanza: Danilo Pereira e poi Antonelli? Lucarelli tra il viola e l’azzurro…Sculli-Inter, che frenata!

Diego o non Diego, questo e’ il problema della Juve. Cederlo per comprare due esterni o tenerlo perché l’unico centrocampista offensivo di qualità ? La scelta e’ difficile, comunque ti muovi rischi di sbagliare, la certezza e’ che non verra’ svenduto. O arrivano 18 milioni cash o il brasiliano non si muove.

C’è poi sempre il sogno-Dzeko: chi lavora segretamente (più o meno…) alla trattativa continua ad essere ottimista e fiducioso, prepariamoci a due settimane emozionanti. L’ultima alleanza italiana invece e’ col Parma, dopo l’affare Giovinco adesso Marotta e Leonardi studiano nuove strategie, come comprare insieme il talento portoghese Danilo Pereira, quello che piaceva e piace a mezz’Italia, e magari pensare a quell’Antonelli che la Lazio non ha preso piu e che adesso potrebbe essere l’ultima idea per la sinistra juventina.

Pausa di riflessione invece per l’Inter che ha perso Balotelli e si sapeva, che ha qualche clamoroso e improvviso dubbio su Sculli (di Branca e non di Moratti, oggi l’appuntamento col Genoa: dentro o fuori) e non si sapeva, che adesso deve decidere se e cosa fare ancora. Ci hanno sempre detto: se esce uno, ne entra un altro. Ecco perché credo poco alla tentazione Cassano, ecco perché penso più ad un centrocampista multiuso come Ledesma o Palombo se Muntari farà veramente le valigie. Mascherano resta un’illusione, costa un botto e manderebbe in tilt l’ormai famoso progetto del fair play finanziario anticipato. Solo Moratti può fare questo regalo, solo Benitez può farselo fare insistendo per il suo figlioccio.

Chi pero’ lo ha conosciuto in questo inizio nerazzurro assicura che Rafa non e’ il tipo, non e’ Mou insomma. Ve lo immaginate Mourinho a meta’ Agosto senza Balotelli e senza Mascherano ? Avrebbe fatto il solito show chiedendo nuovi acquisti, magari si sarebbe fatto prendere un altro Quaresma…Chi ha bussato a rinforzi, elegantemente per la verità, e’stato Allegri: aveva chiesto un centrocampista dinamico e gli hanno preso Boateng, adesso vorrebbe un terzino in più ma dovrà forse arrangiarsi con quelli che ha perché gli indesiderati non si muovono e Galliani non può stravolgere i nuovi equilibri -finanziari- voluti da chi comanda. A proposito di conti e di mercato: un plauso alla Roma che nonostante un’evidente crisi finanziaria non ha ceduto nessuno dei pezzi migliori (De Rossi e Vucinic, Mexes e Riise).

Pensando al Milan che un’estate fa ha sacrificato Kakà e all’Inter che adesso ha preso meno di trenta milioni per Balotelli, a Roma devono essere davvero contenti, sperando che Baptista accetti lo Schalke 04 e che Adriano dimagrisca ancora e soprattutto segni ancora. Capitale felice, finalmente: Lotito ha risposto alle critiche prendendo Hernanes, uno vero, uno che la Juve ha seguito a lungo, uno che il Milan di Leonardo avrebbe preso in un attimo. Date adesso a Reja una punta di peso e la Lazio se la giocherà per tornare in Europa. Mi aspetto altri colpi da chi vuol diventare ancora più grande: un’altra corvinata per Mihailovic, un’altra sorpresa di Bigon per Mazzarri (che insiste di nuovo per Lucarelli, sul quale c’è proprio la Fiorentina), un altro colpo di Ghirardi (che valuta pero’ le offerte di Roma e Napoli per Dzemaili), un altro regalo di Preziosi per il suo Genoa. Che mercato sarebbe stato senza di lui ? Preziosi come Shakira: il Genoa e Waka Waka, beati i tormentoni dell’estate.

[Gianluca Di Marzio – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]