Kozak-Candreva: con l’Udinese trattativa ancora possibile

logo-lazioGaleotta fu Lazio-Udinese, lo Stadio Olimpico a far da palcoscenico a una nuova pièce di mercato. Metti in scena un Candreva scintillante, il bell’Antonio sfreccia e gonfia pure la rete, un must per Petkovic che lo reinventa trequartista-seconda punta-tuttofare. Metti in scena poi Kozak, anzi dietro le quinte perché di spazio il ceco alla Lazio proprio non ne trova. Ha voglia di crescere, di affermarsi, ha 24 anni e sogna il salto di qualità. “Andrò sicuramente via, non so ancora dove“, aveva bisbigliato partendo per l’ultimo impegno con la Repubblica Ceca. La Bundesliga in cima ai sogni, alcuni club di serie A interessati, tra tutti l’Udinese. Che s’era fatta avanti, cercava un attaccante con le caratteristiche di Kozak, poi aveva fatto un passo indietro. Ora però un nuovo scenario, ieri l’occasione per buttar giù la trattativa: la punta di Opava potrebbe prendere la direzione di Udine in cambio della seconda metà del cartellino di Candreva. Ne avranno parlato sugli spalti il presidente Lotito e Pozzo, ma secondo indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, l’incontro ufficiale tra i due club è stato rimandato probabilmente a Milano, quando all’Atahotel si consumeranno gli ultimi giorni di mercato.

I sogni di tutti verrebbero realizzati: Kozak troverebbe spazio per giocare, il centrocampista di Tor de Cenci si consacrerebbe alla Lazio dove si trova a meraviglia, il club biancoceleste metterebbe in cassaforte il suo gioiello scongiurando il pericolo buste la prossima estate. La volontà di chiudere un affare vantaggioso per tutti c’è, lo conferma in esclusiva ai microfoni de Lalaziosiamonoi.it il ds dei friulani Cristiano Giaretta: “C’è la volontà di agevolare la Lazio in questa trattativa, sono certo che se ci mettiamo di impegno troveremo velocemente una soluzione“. Una soluzione legata soprattutto all’accordo economico, la Lazio valuta Kozak intorno agli 8 milioni (ma dovrà abbassare le sue pretese) e ha già versato 1.7 milioni per la metà di Candreva. Le cui quotazioni – nell’ultimo anno e mezzo biancoceleste – sono notevolmente salite, l’Udinese non vuole svenderlo benché voglia accontentare il giocatore, vorrebbe dalla società biancoceleste circa 8 milioni per l’altra metà del cartellino; il solo Kozak potrebbe non bastare, si potrebbe parlare anche di un piccolo conguaglio economico. La sensazione è che l’affare possa andare in porto senza troppe complicazioni, ma ci sarà da attendere ancora qualche giorno.

[Giorgia Baldinacci – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]