La Sfida: Milan – Catania

261

SITUAZIONE ATTUALE

MILAN: La squadra di mister Allegri è reduce dal primo turno di Champions League nel quale, tra le mura amiche, ha sconfitto i francesi dell’Auxerre per 2-0 grazie ad una doppietta di Ibrahimovic che, dopo il penalty sbagliato contro il Cesena, ha permesso ai suoi di portare a casa tre punti importanti per il cammino europeo. In campionato il Milan, così come il Catania, è fermo a quota tre con una vittoria ed una sconfitta. Buono l’esordio alla prima contro il Lecce: 4-0 il punteggio, doppietta di Pato e reti di Thiago Silva e Inzaghi. Poi il tracollo di Cesena: secco 2-0, tantissime polemiche condite sia da Berlusconi che da Adriano Galliani. Facendo un passo indietro è stratosferica la campagna acquisti del Milan, tanto da dare ai rossoneri il titolo di principali rivali all’Inter nella corsa allo scudetto. Gli acquisti dell’ultimo momento di Ibrahimovic e Robinho hanno fatto scattare la scintilla pure tra i tifosi che hanno risposto con più di 50.000 abbonamenti per la Champions. Unica pecca la difesa dove, comunque, si vede qualche spiraglio di gioventù con Abate ed Antonini.

CATANIA: Della campagna acquisti del Catania si è tanto detto. Una società, quella rossazzurro, che ha puntato su un gruppo solido, affiatato e soprattutto valido. Nessun nome eccellente, Gomez l’acquisto con più spessore, senza nulla togliere al rientro di Barrientos e Llama che aspetta ancora qualche settimana per il definitivo rientro. La squadra di Giampaolo è a quota tre. Sfortunati nella prima di campionato con la sconfitta di 2-1 a Verona, stesso punteggio e fortuna hanno accompagnato i rossazzurri nella prima al Massimino contro il Parma, vinta con lo stesso parziale. In evidenza Antenucci, ancora si aspetta Maxi Lopez. Settimana di silenzio stampa per tecnici e giocatori, in conferenza stampa è andato l’amministratore delegato Pietro Lo Monaco che ha difeso squadra e tecnico dalle accuse di un gioco ancora lontano da quello desiderato, commentando poi le polemiche di Berlusconi sugli arbitri che, dice l’ad etneo, si spera non si riflettano sulla partita di sabato a San Siro.

PROBABILI FORMAZIONI

MILAN: Formazione quasi già fatta per la squadra di Allegri che però dovrà rinunciare agli infortunati di Champions, Pato e Ambrosini. I due, usciti malconci dal match contro l’Auxerre, dovranno verificare la propria condizione fisica ma, sicuramente, non saranno disponibili per il match di sabato sera contro il Catania. In difesa Thiago Silva dovrebbe giocare dal primo minuto in coppia con Nesta, così da spostare Bonera a destra, preferito a Abate. Lo stop di Pato aprirà le porte a Robinho con un tridente d’attacco stellare: Ibrahimovic, Ronaldinho, Robinho. A centrocampo assente Flamini che potrebbe tornare a disposizione dalla quarta giornata.

(4-3-3): Abbiati; Bonera; Nesta, Silva, Antonini (Zambrotta); Boateng, Pirlo, Seedorf; Robinho, Ibrahimovic, Ronaldinho.

CATANIA: Giampaolo sembra intenzionato a mescolare le carte. Il Catania ha sostenuto gli allenamenti di mercoledì e giovedì a porte chiuse, optando per il silenzio stampa da parte di giocatori e tecnici. I rossazzurri potrebbero scendere in campo con un inedito 4-5-1. Ciò che è sicura è la conferma della linea difensiva, mentre a centrocampo e in avanti possibili delle rivoluzioni con Antenucci a sostituire Maxi Lopez così da poter dare più vitalità, nell’ipotesi dell’unica punta, all’attacco etneo. A centrocampo dovrebbe essere Gomez ad esordire, andando così a sostituire Ricchiuti. Possibilità pure per Carboni al posto di Ledesma.

(4-5-1) Andujar, Potenza, Sìlvestre, Spolli, Capuano; Gomez, Biagianti, Carboni, Izco, Mascara; Antenucci.

UOMINI CHIAVE

Antenucci: Dovrà dimostrare, avendone l’occasione, di essere un possibile rivale per Lopez in avanti.

Gomez: All’esordio in maglia rossazzurra, con velocità e precisione potrebbe creare non pochi problemi alla retroguardia rossonera.

Ibrahimovic: Dopo i due goal di Champions, vorrà replicarsi in campionato per dimenticare il rigore sbagliato contro il Cesena.

Antonini: Il giovane terzino rossonero sarà preferito a Zambrotta. Possiede già tanta velocità ma manca ancora in copertura difensiva.

COMMENTO TATTICO

Il Milan con Robinho, Ronaldinho ed Ibrahimovic schiererà un tridente con l’ultimo come punta centrale, pronto a finalizzare le pennellate dei primi due. Attenzione alla rapidità di Robinho, bravo già in Champions a saltare l’uomo in velocità, creando non pochi problemi alla retroguardia avversaria. Il Catania scenderà in campo, se verrà confermata l’ipotesi del 4-5-1 con un undici più prudente, evitando così di dare spazio ai fantasisti avversari. Punto di forza le ripartenze in contropiede sfruttando la velocità di Izco e Gomez con Antenucci punta più rapida rispetto a Lopez. Fondamentale nella disamina tattica il ruolo di Biagianti e Carboni che avranno il compito di limitare le folate di Seedorf, tentando inoltre di bloccare l’impostazione di gioco di Pirlo.

[Fabio Alibrio – Fonte: www.mondocatania.com]

Articoli correlati