Lazio, il punto: senza Klose si perdono punti preziosi

Manca Klose? Niente gol! Ormai la situazione è fin troppo chiara. Senza il campione tedesco, la Lazio non riesce a trovare la via della rete e di conseguenza perde punti preziosi per la corsa alla Champions League. Tre partite: Genoa, Catania e Bologna. Tre partite senza il panzer e i biancocelesti hanno racimolato un punto, con 0 gol all’attivo. Coloro che non dovrebbero far sentire la mancanza del numero 11 si stanno rivelando inadeguati all’arduo compito. 0 gol.

Questo è il bottino degli attaccanti laziali in campionato. Troppo poco in confronto alle 9 realizzazioni fin qui messe a segno da Miro. E dire che Petkovic, lì davanti, avrebbe l’imbarazzo della scelta: da Floccari a Kozak, passando per Rocchi e Zarate. Quattro attaccanti che dovrebbero sopperire alle (fortunatamente fin qui poche) assenze del capitano della Germania, ma che nelle “prime” sedici gare hanno fallito. E allora, come riporta la Gazzetta dello Sport, la dirigenza capitolina starbbe pensando di rivoluzionare il pacchetto avanzato. Il mercato è vicino e tutte le punte hanno richieste da altri club. Certo, non saranno ceduti tutti, ma il duo Lotito-Tare spera di piazzarne un paio e regalare a Vlado un attaccante di livello.

KOZAK – E se Floccari ha fatto male in campionato, il gigante ceco ha fatto anche peggio. 281 minuti e zero gol all’attivo. Niente per uno che ha sempre dimostrato di saperla buttare dentro. Insieme a Sergio, Libor ha fatto molto bene in continente, dove ha infilato il portiere avversario per ben 5 volte, ma le ultime uscite, Bologna su tutte, hanno dimostrato che non può esser lui il vice-Klose. La Lazio preferirebbe cederlo in prestito. Crede ancora nelle qualità del numero 18. Il Pescara aveva pensato a lui in estate, potrebbe rifarlo adesso e cercare di risollevare le sorti della sua classifica.

ZARATE – Sull’argentino si potrebbe scrivere un libro. Tornato dall’Inter in cerca di riscatto, si sta rendendo protagonista di una stagione anonima e macchiata da polemiche extra-campo. 68 minuti in campionato, qualcuno in più in Europa League, ma non è mai riuscito a lasciare il segno. Negli ultimi giorni i suoi agenti hanno paventato l’ipotesi di andare a scadenza, ma la Lazio vorrebbe liberarsi del suo pesantissimo ingaggio. Il numero 10 ha escluso un addio in prestito e non vuole restare nel Belpaese. Proposte interessanti sarebbero arrivate dall’Inghilterra, Liverpool e Stoke City su tutte, ma anche la Spagna sarebbe una destinazione gradita.

ROCCHI – Da anni è il capitano biancoceleste, l’idolo dei tifosi. Lui, come tutti, ha sofferto l’arrivo di un campione come Klose, ma in questa stagione ha accettato di buon grado il ruolo di capitano non-giocatore. 126 minuti in campionato e 0 gol, anche per lui. Purtroppo  la sfortuna ci si è messa di mezzo con un infortunio alla mano e ha bloccato la sua stagione. Potrebbe lasciare Roma anche lui: nella sessione estiva si erano fatte sotto Inter e Udinese, proposte rifiutato dal ghepardo veneziano, ma le avances che gli sta riservando il Siena lo stanno facendo vacillare e Tommaso ci sta pensando.

MERCATO – E se qualcuno parte, sicuramente qualcun’altro arriverà. Di nomi negli ultimi tempi se ne sotto fatti tanti, ma l’obiettivo di Tare sembra essere sempre lo stesso: Mohammed Abdellaoue. Il norvegese, di origini marocchine, è un pallino del direttore sportivo laziale e vorrebbe affiancarlo al panzer tedesco. La sua valutazione si aggira intorno ai 4-5 milioni, un costo fattibile per la casse biancocelesti. Ma se non si dovesse arrivare la punta dell’Hannover, nelle segrete stanze di Formello si è fatto anche il nome di Rolando Bianchi. Il Toro è interessato a Floccari, chissà che non ne possa venir fuori uno scambio.

[Gianmarco Filizzola – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]