Lazio – Inter 3-1: Luis Alberto e Pedro risolvono nel finale

1905

Lazio Inter cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Lazio – Inter di Venerdì 26 agosto 2022 in diretta: alla rete di Felipe Anderson risponde Lautaro ma nel quarto d’ora finale Sarri indovina i cambi

ROMA –  Venerdì 26 agosto, allo Stadio Olimpico di Roma, andrà in scena Lazio – Inter, anticipo della terza giornata di Serie A 2022-2023; calcio di inizio alle ore 18.30.

Cronaca della partita con commento in tempo reale

RISULTATO IN DIRETTA: LAZIO-INTER 3-1

SECONDO TEMPO

45' 6' E' finita: Lazio batte Inter 3-1 e vola al primo posto in classifica. Grazie per averci seguito e alla prossima! 

45' Ci saranno sei minuti di recupero.

41' Pedrooooooooooooooooooooooooo! 3-1 per la Lazio! Grande diagonale a giro sul secondo palo, quindicesimo goal in serie A per il giocatore biancoceleste.

39' Entrano Marcos Antonio e Cancellieri, escono Cataldi e Felipe Anderson.

32' Entrano Calhanoglu e Correa, escono Barella e Gagliardini.

30' Goooooooooooooooooool! Gran destro a giro di Luis Alberto, che porta la Lazio sul 2-1!

26' Esce Lazzari, entra Hysaj.

24' Entrano Darmian, Dzeko e Dimarco, escono Lukaku, Dumfries e Gosens.

18' Ammonito Marusic.

12' Escono Vecino e Zaccagni, entrano Luis Alberto e Pedro.

11' Ammonito Zaccagni.

6' Pallone vagante in area, arriva Lautaro Martinez e segna anticipando tutti!!! Pareggio dell'Inter! Dormita della retroguardia di casa.

2' Immobile impaurisce la difesa interista, ma Handanovic riesce a mandare in corner. Nulla di fatto dai successivi sviluppi.

1' Comincia la seconda frazione.

PRIMO TEMPO

45' 2' Le due squadre vanno negli spogliatoi con il vantaggio di misura della Lazio. A più tardi per la cronaca della ripresa.

45' Ci saranno due minuti di recupero.

41' Ultimi cinque minuti prima del termine del primo tempo, recupero escluso.

40' Andersoooooooooooooon! Improvviso vantaggio della Lazio con la difesa ospite che si è dimenticata del giocatore, abile a sbloccare la partita con un gran colpo di testa dopo essere stato imbeccato da Milinkovic Savic!

37' Assist di Felipe Anderson per Immobile, tiro in area ma Handanovic ribatte.

36' Calcio d'angolo per la Lazio, Handanovic smanaccia e spedisce la palla out.

30' Giunti alla mezz'ora, c'è ancora il pareggio a occhiali.

27' Dumfries serve Barella, che spara un bolide ma Provedel riesce a respingere con i pugni.

23' Lautaro Martinez tenta il pallonetto ma il tiro è impreciso.

20' Primi venti minuti di gioco ancora fermi sullo 0-0.

16' Si fa sotto Immobile ma il suo diagonale finisce di poco fuori.

14' L'Inter, come possesso palla, è decisamente superiore e sta schiacciando i biancocelesti.

11' Retropassaggio per Handanovic, si allarga Bastoni. Non c'è finora un ritmo particolarmente incalzante, anche se i nerazzurri erano partiti molto aggressivi.

7' Ci prova Gagliardini ma Provedel non si fa sorprendere.

5' L'Inter sta cercando di allargare il campo, provando ad attaccare la Lazio sugli esterni difensivi.

4' Primo tiro in porta dell'Inter con Dumfries, parata sicura di Provedel.

2' Forti fischi per De Vrij, uno dei tanti ex della gara.

1' Inizia la partita!

Un saluto ai lettori di Calciomagazine, benvenuti alla diretta di Lazio-Inter. Dalle ore 20.45 seguiremo assieme la sfida dell'Olimpico valida per la terza giornata di campionato.

TABELLINO

LAZIO (4-3-3): 94 Provedel; 29 Lazzari (26' st Hysaj), 4 Patric, 13 Romagnoli, 77 Marusic; 21 Milinkovic-Savic, 32 Cataldi (39' st Marcos Antonio), 5 Vecino (12' st Luis Alberto); 7 Felipe Anderson (39' st Cancellieri), 17 Immobile, 20 Zaccagni (12' st Pedro). A disp.: 1 Maximiano, 31 Adamonis, 6 Marcos Antonio, 9 Pedro, 10 Luis Alberto, 11 Cancellieri, 15 Casale, 18 Romero, 23 Hysaj, 26 Radu, 34 Gila, 88 Basic. All. Sarri.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij, 95 Bastoni; 2 Dumfries (24' st Dzeko), 23 Barella (32' st Calhanoglu), 77 Brozovic, 5 Gagliardini (32' Correa), 8 Gosens (24' st Dimarco); 90 Lukaku (24' st Darmian), 10 Lautaro. A disp.: 21 Cordaz, 24 Onana, 32 Dimarco, 9 Dzeko, 11 Correa, 12 Bellanova, 14 Asllani, 20 Calhanoglu, 33 D'Ambrosio, 36 Darmian, 42 Agoumé. All. Inzaghi

Reti: 40' pt Felipe Anderson, 6' st Lautaro Martinez, 30' st Luis Alberto, 41' st Pedro 

Ammonizioni: Zaccagni, Marusic, Brozovic

Recupero: 2' pt, 6' st 

Le dichiarazioni di Sarri alla vigilia

“Domani affrontiamo una squadra forte, forse la più forte a livello individuale e fisico. Per effettuare una fase difensiva di importante serve il contributo di tutta la squadra. Siamo crescendo sotto il profilo difensivo, speriamo di poterci confermare sul livello di applicazione delle prime due sfide. Rotazioni programmate non ne faccio: mi baso sugli allenamenti e sulla stanchezza di ogni calciatore, a un certo punto verranno naturali dato che ci saranno elementi della rosa acciaccati. Non pensò a cosa accadrà tra dieci giorni, guardiamo partita per partita senza spostarci troppo in là temporalmente. L’Inter porta grande fisicità in area, è un aspetto da tenere in considerazione. È una delle favorite per lo scudetto, lo era anche lo scorso anno, ha una rosa con valori assoluti elevatissimi, sarà una protagonista assoluta. L’Inter ha ancora qualcosa più di noi, ma sulla gara secca siamo sullo stesso livello. Questa partita e le prossime due potranno fornire alcuni segnali: siamo un maratoneta che dovrà percorrere 38 chilometri, le prime cinque sfide daranno alcuni indizi. Ci manca un po’ di brillantezza fisica in alcuni calciatori che sono in grado di spostare le nostre sfide. Ci manca un qualcosa per concretizzare: lo scorso anno avevamo una percentuale altissima, forse siamo un po’ carenti sotto il profilo della brillantezza. Felipe Anderson non ha perso estro in fase offensiva perché più abnegato quando difende, è semplicemente meno brillante, ma è normale in questa fase della stagione. Sta comunque dando tutto, come sempre e presto tornerà a livelli eccezionali. Sono felice che quando non riesce a essere decisivo in avanti, dà comunque sempre il suo contributo.La scelta di Basic con il Bologna era tattica: non potevo rinunciare a un appoggio a Immobile e ad un regista. È un buon giocatore, ha un bel piglio, è cresciuto in personalità, è più partecipe e pronto per un’evoluzione positiva. Vecino ha disputato una partita ordinata a Torino, può dare di più ma non può farlo inevitabilmente in questo momento della stagione perché reduce da una preparazione invidiale ma si è proposto bene all’interno del gruppo”.

Le dichiarazioni di Inzaghi alla vigilia

“Sappiamo di affrontare una squadra forte. Quest’anno la Lazio è migliorata ed è riuscita a mantenere tutti i suoi giocatori più importanti. Si tratta di una squadra preparata, organizzata e con una rosa importante: in più giocheremo in uno stadio pieno. Bisognerà giocare una gara di personalità e carattere. Dovremo avere tanta attenzione. Quelle contro Sarri sono sempre partite difficili. È un allenatore preparato, che dà un’impronta precisa alle sue squadre. Abbiamo visto però che ogni partita ha una storia a sé: se pensiamo all’anno scorso le due gare sono andate diversamente. Skriniar sta bene, è sempre concentrato e attento. All’inizio della preparazione ha fatto fatica perché veniva da un infortunio avuto in nazionale, una cosa nuova per lui. Ha dovuto rallentare per 40-45 giorni, ma adesso è a completa disposizione. Gagliardini ha fatto un buonissimo ingresso in campo settimana scorsa. È partito in ritardo a causa di un infortunio che risaliva all’ultimo campionato, ma è un ballottaggio che ho in testa come tanti altri. Da domani inizierà un tour de force fino alla prima sosta. Ho tanti dubbi, ma è una fortuna: ho giocatori importanti che quotidianamente mi impongono di fare delle scelte che mi mettono in difficoltà. Asllani sta lavorando molto bene. Su di lui ci sono grandi aspettative, ma mi sta dando grandi soddisfazioni. È stato preso per aiutare Brozovic, ma al momento non abbiamo Mkhitaryan e può capitare che venga utilizzato come mezzala. Personalmente però credo sia più adatto a giocare come playmaker davanti alla difesa. Dimarco è un giocatore moderno, ha grande tecnica e mobilità. Si sta ritagliando uno spazio importante perché l’ha meritato. Io vedo più nella posizione di quinto a centrocampo o terzo di difesa: lo valuteremo di partita in partita. Può interpretare entrambi i ruoli nel migliore dei modi, proprio come Darmian. Di volta in volta lo impiegherò dove può essere più funzionale per la squadra”.

L’arbitro

A dirigere il match sarà Marco Fabbri della sezione di Ravenna, coadiuvato dagli assistenti Pagliardini e Vecchi. Quarto uomo Maresca. Al Var Aureliano, assistito da Carbone.

Presentazione del match

La squadra di Sarri viene dal pareggio esterno a reti bianche contro il Torino, dopo che nella gara di esordio aveva battuto in rimonta il Bologna per 2-1. Quella di Simone Inzaghi, grande ex della partita, ha invece avuto la meglio sia contro il Lecce per 1-2 sia contro lo Spezia per 3-0 ed é, quindi in testa alla classifica a punteggio pieno, a pari merito con Napoli e Roma. Ieri ha conoscituo anche il suo (difficile) percorso in Champions League: inserita nel Grirone C, se la vedeà con Bayern Monaco, Barcellona e Viktoria Plzen- Sono centoottanta  i precedenti tra le due compagini con il bilancio di quarantasette vittorie della Lazio cinquantanove pareggi e settantaquattri affermazioni dell’Inter. Nella passata stagione i biancocelesti vinsero all’andata  all’Olimpico per 3-1; i nerazzurri si imposero, invece, per 2-1 al ritorno a San Siro.

QUI LAZIO –   Sarri recupera Mazimiano, che ha scontato il turno di squalifica, e dovrebbe nuovamente avere a disposizione anche Pedro. La Lazio dovrebbe scendere in campo con il consolidato modulo 4-3-3 con Provedel in porta e difesa composta al centro da Patric e Romagnoli e sulle fasce da Lazzari e Marusic. A centrocampo Milinkovic-Savic, Cataldi e Basic. In attacco Zaccagni, Immobile e Felipe Anderson.

QUI INTER – Simone Inzaghi che dovrà ancora fare a meno di Mkhitaryan, al quale gli accertamenti strumentali effettuati hanno evidenziato un risentimento muscolare ai flessori della coscia sinistra, dovrebbe affidarsi al tradizionale modulo 3-5-2 con Handanovic tra i pali e difesa a tre composta da Skriniar, deVrij e Bastoni. In cabina di regia Brozovic, affiancato da Barella e Calhanoglu, mentre sulle corsie esterne agiranno Dumfries e Di Marco. Coppia di attacco formata da Lukaku e Lautaro Martinez.

Le probabili formazioni di Lazio – Inter

LAZIO (4-3-3): Provedel; Lazzari, Patric, Romagnoli, Marusic; Milinkovic-Savic, Cataldi, Basic; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni. Allenatore: Maurizio Sarri.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Brozovic, Barella, Calhanoglu, Dimarco; Lukaku, Lautaro. Allenatore: Simone Inzaghi.

Dove vedere la partita in tv e streaming

L’incontro sarà trasmesso in diretta da DAZN, la cui app è disponibile sulle moderne smart tv, nelle console per videogiochi o collegando il proprio dispositivo a Google Chromecast e Amazon Firestick. la sfida sarà visibile anche in streaming sull’app di DAZN, accessibile da cellulare e tablet o sul sito ufficiale.