Lazio: recupera Ledesma, stop per Lulic

logo-lazioFORMELLOSi avvicina il match del “Tardini”, la Lazio comincia a intravedere la via Emilia. Di fronte due squadre in piena crisi: se la squadra di Petkovic ha racimolato soltanto dodici punti nelle ultime quattordici partite di campionato, scivolando dal secondo al settimo posto in classifica, i ducali nel girone di ritorno hanno fatto meglio soltanto del Pescara con dieci punti raccolti. Un motivo in più per ripartire, per ritrovare quella vittoria in trasferta che manca dal 22 dicembre (0 a 1 alla Samp firmato Hernanes).

CLIMA DISTESO – È scattata alle 15 di ieri la seduta dell’antivigilia. Breve riscaldamento senza palla e poi largo spazio al calcio tennis. Petkovic decide di alleggerire gambe e testa dei suoi dopo la settimana di intenso lavoro nel quartier generale. Conferme importanti da Ledesma: il numero 24 è tornato stabilmente in gruppo nonostante non sia al meglio della condizione a causa di un problema al ginocchio destro. Il tecnico in questi giorni valuterà un suo possibile impiego dal primo minuto. A centrocampo Candreva, Mauri e Onazi (Gonzalez è squalificato) sono sicuri di una maglia da titolare, gli altri due posti se li contenderanno proprio l’italoargentino, Hernanes ed Ederson (in caso di panchina per Ledesma verrà utilizzato il modulo 4-4-1-1). Ancora assente, invece, Lorik Cana, fermo da ieri pomeriggio per colpa di un attacco influenzale e a questo punto in dubbio per la gara di domenica. Saldamente in prima squadra, ormai, i giovani Rozzi e Crecco, mentre sul “Fersini” oggi pomeriggio non si è visto Saha.

LULIC OUT – Prosegue il protocollo riabilitativo del bosniaco, ai box da circa 15 giorni per colpa di uno stiramento al retto femorale della coscia destra. L’esterno ha svolto una corsa differenziata con il preparatore atletico Bianchini, proverà a tornare in campo per la sfida interna con il Bologna del 5 maggio. Tra due giorni, al contrario, Petkovic potrà contare sulla piena disponibilità di Konko, Radu e Pereirinha. Stop all’emergenza difensiva, il tecnico di Sarajevo contro il Parma dovrebbe riproporre il pacchetto arretrato “titolare” con Konko e Radu sulla fasce e la coppia centrale Biava-Dias a fare da scudo a Marchetti. Un reparto del genere non si vede dalla gara dell’Olimpico con il Napoli. Era il 9 febbraio, “soltanto” dieci giornate fa.

[Carlo Roscito – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]