Petkovic: “Piena fiducia nel gruppo, sono mancati solo i risultati”

FORMELLO – Vigilia della gara del “Tardini”, in casa Lazio si preparano gli ultimi dettagli prima della partenza per l’Emilia. Contro il Parma Petkovic vuole spezzare il digiuno so risultati in trasferta, nel girone di ritorno la sua squadra non ha mai vinto lontana dal pubblico amico. Alle ore 10 il tecnico di Sarajevo si presenterà in sala stampa per la conferenza prepartita. Segui la diretta scritta su Lalaziosiamonoi.it.

La malattia più grave della Lazio dell’ultimo periodo?

“Sicuramente il risultato e i punti che non abbiamo ottenuto per stare tranquilli. Ho piena fiducia nei miei uomini, hanno un carattere forte e lo dimostreranno già da domani”.

Mauri ha parlato di mancanza di autostima…

“Può essere ma questo è un discorso individuale. La squadra nel primo di tempo aveva autostima e ci è mancato soltanto il gol. Spero di non vedere più l’atteggiamento della ripresa”.

Manca solo il risultato?

“Mancava qualcosa anche quando abbiamo fatto sedici risultati utili consecutivi. Ora forse mancano gli spunti decisivi sotto porta”.

Finale di coppa Italia?

“Non trovo normale che ancora non si siano decisi data e orario. Da tempo si sapeva che si sarebbe giocato a Roma, quindi si era già al corrente delle elezioni. Non vedo la differenza tra l’una e l’altra squadra. Credo dovesse essere tutto anticipato, serve maggiore chiarezza a prescindere da Roma e Lazio”.

Klose?

“Aspetta anche lui di ritrovare la forma migliore, conosco il ragazzo e l’ho visto in diverse circostanze. Non avrà pressione ma sarà tranquillo e tornerà a esprimere i propri valori. Questa squadra ha gli attributi per tornare sulla strada dei vincitori”.

In trasferta la Lazio non vince dal 22 dicembre. Cosa succede fuoricasa?

“Sicuramente ci vuole più condizione e dare di più di quello che si dà in casa. Dobbiamo essere fiduciosi e rimanere uniti come gruppo. Sono fiducioso perché i ragazzi ogni giorno mi dimostrano la voglia di voler fare bene”.

Senza la qualificazione per l’Europa stagione sufficiente?

“Lo potrò dire a inizio giugno quando avremo gli elementi per analizzare la stagione. Finora abbiamo fatto bene, tranne nell’ultima parte di campionato. Ora l’importante è rimanere ottimisti, vivere alla giornata a cominciare da domani. Alla fine andrà tutto bene”.

La Lazio ha ritrovato parecchi calciatori..

“Domani saranno quasi tutti a disposizione ma non nelle migliori condizioni. Molti giocatori hanno qualche acciacco, però andiamo a Parma con tanta fiducia”.

Possibile seconda punta?

“Cambierà qualcosa ma non voglio stravolgere la squadra perchè molte altre volte ha fatto bene. Voglio un cambiamento dell’atteggiamento, dobbiamo essere presenti al 100% mentalmente anche nei momenti decisivi”.

Tatticamente è possibile qualche cambio?

“Potrebbe essere, dopo Udine ci siamo guardati tutti allo specchio. Anch’io devo prendermi delle responsabilità, forse a volte ho sbagliato. Non si può correggere il passato, per questo dobbiamo vedere in modo positivo il futuro per migliorare”.

Che Parma si aspetta?

“Nelle ultime giornate ha avuto qualche difficoltà, ma nell’ultima partita meritava di più visto le occasioni create. Anche loro non stanno sfruttando le azioni, incontreremo una squadra sicuramente arrabbiata”.

Il dato anagrafico della squadra ha inciso sul rendimento della Lazio?

“Bisogna pensare all’oggi, analizzeremo tutto a fine campionato. Dobbiamo pensare assolutamente partita dopo partita per crescere e tornare il prima possibile nella forma ottimale”.

Hernanes?

“Sta meglio, anche lui è uno dei calciatori acciaccati. Non è al 100% ma ha sempre dimostrato tanto”.

Cosa si rimprovera?

“Cerco sempre di migliorare dopo gli sbagli fatti, ognuno ha le sue cose da migliorare e questo discorso vale anche per me. MI rimprovero di non aver conquistato i punti che dovevamo”.

[Carlo Roscito – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]