Lazio, si riparte con l’Inter nel mirino: cure per Biava ma c’è ottimismo

FORMELLO – Il colpo contro l’Inter”: è l’obiettivo che fissato da Reja per rilanciare le quotazioni della Lazio. “Dobbiamo subito ritrovare lo spirito giusto, al termine di questo mino-ciclo pre-sosta invernale tireremo le somme”, ha spiegato a caldo il tecnico goriziano in sala stampa e negli spogliatoi dell’Olimpico, dove ha toccato con mano l’amarezza dei suoi ragazzi dopo il mezzo passo falso commesso con il Catania. Al termine della gara ha visto una squadra “avvilita” per l’occasione sfuggita, oggi ha cercato di infondere nuove energie nervose in vista del big-match della 15esima giornata contro l’Inter.

Sarà la seconda tappa di un trittico di gare significativo, al termine del quale si potrà tracciare un primo bilancio della stagione dei biancocelesti. Si giocherà venerdì sera, la settimana dei biancocelesti sarà corta per gli impegni internazionali dei nerazzurri. E allora già da questa mattina tutti in campo per la ripresa della preparazione. Per una volta la consueta pausa del lunedì non c’è stata, non potrà esserci neanche l’amichevole infrasettimanale del giovedì, quando sarà già tempo di rifinitura.

BIAVA TORNA AI BOX, MA C’E’ OTTIMISMO – In ambito di infermeria, al momento l’unico dubbio della settimana riguarda la condizione della caviglia di Giuseppe Biava, ancora alle prese con i postumi della distorsione/contusione rimediata una settimana fa a Parma. Al “Tardini” fu costretto a lasciare anzitempo il terreno di gioco. Il problema era poi rientrato tra martedì e giovedì scorso, ma è riapparso sul finire dell’incontro con il Catania, quando la caviglia sinistra è stata di nuovo toccata duramente. Questa mattina, il difensore bergamasco è rimasto in palestra, dove è tornato a svolgere un ciclo di cure fisioterapiche, che già domani dovrebbero permettergli di tornare a lavorare sul terreno di gioco, anche se in modo differenziato rispetto al resto del gruppo. Se tutto andrà come nelle previsioni, già mercoledì dovrebbe riprendere a pieno regime, per poi essere a disposizione contro i nerazzurri. In caso contrario, il candidato numero uno a prendere il suo posto sembra Diakitè che nelle ultime settimane ha guadagnato terreno su Stendardo nelle gerarchie di Reja. Non è un caso che ieri per la panchina fosse stato scelto proprio il franco-senegalese, reduce dai complimenti dello stesso Reja dopo lo spezzone di gara giocato a Parma.

GARRIDO SI FERMA ANCORA – Alla fine Biava dovrebbe farcela ancora una volta ad affiancare Lichtsteiner, Dias e Radu (meniscopatia resta sotto controllo); a differenza di Garrido che, dopo il momento di gloria vissuto in Coppa Italia contro l’Albinoleffe, è tornato nuovamente ai box. Questa volta il problema non è muscolare, ma dovuto ad un’infiammazione al tendine d’Achille destro, svelata dagli accertamenti strumentali del caso. Il terzino basco ha iniziato un protocollo terapeutico specifico: contro l’Inter dovrebbe essere ancora Cavanda ad accomodarsi in panchina.

SOLITA LAZIO CON IL BALLOTTAGGIO A TRE A CENTROCAMPO – Problemi fisici a parte, quella che sfiderà i campioni d’Europa in carica dovrebbe essere la solita Lazio, schierata con Zàrate punta di riferimento e Floccari a sostegno (con eventuali variazioni in corso d’opera). Nonostante la disposizione nel secondo tempo con il Catania, Reja continuerà a puntare sulla formula adottata per la prima volta con il Napoli, con Hernanes e Mauri che inizieranno l’incontro partendo sulle corsie esterne, rispettivamente quella di destra e di sinistra, ma con licenza di entrare nel cuore del campo. Il vero ballottaggio si concentrerà ancora una volta nella zona mediana del campo, dove dopo l’esclusione di ieri, Francelino Matuzalem chiede spazio ad uno tra Brocchi e Ledesma. Sulla carta ed in attesa delle prime prove tattiche della settimana (oggi lavoro di scarico per coloro che sono stati impegnati ieri ed esercitazioni di velocità e resistenza per gli altri), il mediano lombardo e l’italo-argentino restano i favoriti per controbattere la batteria dei trequartisti di Benitez, ma nel corso della settimana il playmaker brasiliano proverà ancora una volta ad invertire le gerarchie, a partire dalla ripresa di domani pomeriggio alle 15.

[Daniele Baldini – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]