Lazio: sogno Draxler, Real in pole per Hernanes

logo-lazioUn contratto da rinnovare, l’ambizione -a 28 anni- di misurarsi su palcoscenici prestigiosi, magari con il sottofondo di una musica da Champions. Sono giorni di riflessioni per Hernanes che, tra un mese e mezzo, si troverà di fronte a un bivio: cominciare a discutere il prolungamento con la Lazio, oppure andare da Lotito e riferirgli la volontà di provare una nuova esperienza. Le opzioni non mancano perché il Profeta è un giocatore particolare, capace di muoversi in più ruoli a centrocampo, è un “volante” che possiede visione di gioco e vede la porta come pochi altri. La Lazio aspetta una mossa del giocatore. In un senso o nell’altro. É quello che ha fatto capire Lotito nel corso dell’intervista rilasciata a Lalaziosiamonoi.it. Il presidente ha ribadito ancora una volta la volontà di non cedere Hernanes, di avere la forza per fare mercato anche senza cedere il suo numero 8. Parole che aspettano conferme. L’agente del Profeta, intanto, continua a lanciare messaggi sibillini, conferma contatti con alcuni intermediari di club italiani ed esteri e soprattutto di non avere in programma incontri con la Lazio per discutere di rinnovo. Il primo -finora unico- approccio tra le parti avvenne in una serata di fine settembre, l’incontro non produsse i risultati sperati. La Lazio arrivò a offrire 2.6 milioni a stagione (bonus inclusi) fino al 2017. Poco per Joseph Lee, la cui richiesta è di 3 milioni a stagione. Una forbice ampia, che ha indotto l’agente brasiliano a drizzare le antenne e ad ascoltare le prime proposte provenienti dall’Italia e non solo.

INTERESSE REAL – Hernanes piace a Napoli, Juventus e Milan, ha estimatori in Premier dove Tottenham e City rimangono alla finestra. Una lista di pretendenti folta e prestigiosa che, però, in cima vede un nome finora rimasto nell’ombra e che potrebbe far saltare il banco. Storia di tre mesi fa, nata dal viaggio di Joseph Lee per concludere il passaggio di Casemiro al Real Madrid. Proprio in quei giorni vennero avviati i primi discorsi riguardanti Hernanes, con l’agente a proporre il calciatore e la dirigenza madridista attenta ascoltatrice. I contatti sono andati avanti in questi mesi, il Real si è detto pronto a trattare, a offrire al brasiliano un contratto da 2.8 milioni a salire per i prossimi cinque anni. Una cifra superiore rispetto a quella proposta dalla Lazio e che trova il placet sia del giocatore che del suo procuratore. Il Real aspetta di conoscere il suo futuro: Mourinho è destinato a lasciare la Spagna, sulla panchina del Bernabeu potrebbe arrivare Ancelotti, da sempre grande estimatore di Hernanes. I rapporti tra la “Casa Blanca” e Joseph Lee sono ottimi: “È normale che io abbia contatti con loro, ho le mie amicizie nel Real e il trasferimento di Casemiro ne è una prova“. Paulo Henrique Casemiro, centrocampista, anche lui gestito da Lee e pure lui ex San Paolo. Il mediano, al quale aveva fatto un pensierino anche la Lazio, è approdato al Castilla (squadra B delle Merengues) a gennaio, facendo il suo esordio in prima squadra nella sfida contro il Betis della settimana scorsa. I contatti tra Lee e la dirigenza madridista sono intensi, i Blancos hanno sondato il terreno con l’agente circa la richiesta della Lazio. Lotito chiede 30 milioni, il Real è pronto a offrirne 26 e la cifra potrebbe anche soddisfare il presidente. Secondo indiscrezioni sempre più insistenti, l’interesse degli spagnoli si sta facendo sempre più concreto: “Real interessato a Hernanes? Questa domanda dovete farla al club, solo loro possono dirvi se sono interessati“, Lee glissa, prova a dribblare le domande, ma -particolare da non trascurare- non smentisce.

L’agente sta tessendo la tela di un’operazione complicata, non vuole sbottonarsi. A Madrid c’è aria di rifondazione, Xabi Alonso potrebbe andare via, così come Ozil, Hernanes è considerato un centrocampista completo, in grado di sopperire a queste partenze, per questo il Real sta cercando di accelerare: “Il futuro di Hernanes non so quale sia. Io credo che Anderson sia al top della sua carriera e debba puntare al massimo. Aspettiamo e vediamo cosa succederà -dice sibillino Joseph Lee in Esclusiva ai nostri microfoni-, sicuramente serve un’offerta che soddisfi tutti: sia la Lazio che il giocatore. Se arrivasse una buona proposta per noi ma poco conveniente per il club biancoceleste allora non potremmo prenderla in considerazione. Ripeto: se dovesse arrivare un’offerta, questa dovrebbe far felici tutte le parti in causa“.

SOGNI – La Lazio sa che non sarà facile trattenere Hernanes, per questo si sta cautelando. È da interpretare in quest’ottica il tour europeo che Tare ha effettuato nell’ultima settimana. Il ds si è recato anche in Germania, ha assistito alla sfida tra Eintracht e Schalke, ha avuto modo di vedere da vicino le giocate di Julian Draxler, trequartista classe ’93 e stella del team di Gelsenkirchen. Secondo indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, Tare è rimasto stregato da Draxler, lo segue da tempo, vorrebbe piazzare un colpo clamoroso. Gli ostacoli sulla strada per arrivare all’obiettivo, però, sono tanti e difficili da superare: primo tra tutti la folta e agguerrita concorrenza di società come Borussia Dortmund e Arsenal. C’è poi da considerare, oltre all’importante valutazione del cartellino che si aggira attorno ai 20 milioni di euro, anche la volontà del calciatore di giocare quantomeno l’Europa League. Draxler è un’idea, un sogno del direttore sportivo, da sempre molto attento al mercato tedesco. Hernanes sogna in grande, le sirene spagnole lo allettano. La Lazio pensa già a come cautelarsi.

[Bava/Capogrossi/Zappulla – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]