Lecce-Lazio: gara vera per 70 minuti

È finito in  festa il campionato di calcio 2010/2011 che vede il Lecce salvo dopo un anno di partite esaltanti alternate a bastonate vere e proprie.

Un campionato che ha tenuto con il fiato sospeso tutti i tifosi ma il cui epilogo ha regalato la salvezza proprio a casa degli eterni nemici, nella loro tana e con la loro squadra già retrocessa. Ieri al via del mare è andato in scena l’ultimo atto, quasi inutile ma che è servito agli attori protagonisti di quest’anno, di ricevere e godersi il giusto tributo dal pubblico del via del mare.

Nonostante tutto però in campo è partita vera almeno per i primi 70 minuti, poi si è andati avanti per inerzia fino al fischio finale. È rimasto deluso chi si aspettava, almeno in questa partita, Chevanton titolare. In compenso dal primo minuto si sono rivisti Piatti e Coppola che hanno sfoderato una prestazione maiuscola. Chevanton è entrato nel secondo tempo, poco prima dell’espulsione di Benassi. La trasformazione del rigore e l’autogoal di Vives mettono fine al match. Si nota comunque la voglia di Chevanton di segnare ed esultare ancora una volta nel suo stadio, ma il suo pubblico non ha bisogno di una rete per sapere che l’attore protagonista di questa kermesse teatrate è comunque lui.

Alle 22.30 finalmente un triplice fischio sancisce la fine del campionato e l’inizio del Via del Mare. Fuochi e spettacolo rendono il Via del Mare più simile ad una discoteca che ad uno stadio, poi tutti in centro per la tradizionale parata sul pullman scoperto con gli ultra che, ancora una volta, cantano nella loro seconda casa, l’anfiteatro di Piazza Sant’Oronzo.

Oggi si ricomincia e bisogna anche fare in fretta. Il tempo delle polemiche è finito. La società deve iniziare a programmare fin da subito la prossima stagione di serie A. Un nuovo allenatore e presumibilmente un ds devono essere ingaggiati immediatamente e poi bisogna lavorare per allestire una rosa competitiva, bisogna puntellare una difesa che è stata la più battuta del campionato, bisogna trovare elementi che facciano la differenza.

Ai ragazzi scesi in campo va tutto il nostro grazie per questa splendida  annata, a Gigi De Canio va l’augurio di trovare una squadra che soddisfi le sue ambizioni, alla società va la nostra speranza di un lavoro serio e concreto che ci permetta di affrontare la prossima serie A con qualche patema d’animo in meno.

[Redazione Lecce Giallorossa – Fonte: www.leccegiallorossa.net]