Lega Pro – Il punto della situazione dopo la 27a giornata

361

Serie C 2020/2021

Il punto della situazione nei tre gironi di Lega Pro in attesa del posticipo di questa sera tra Pordenone e Bassano

In attesa del posticipo di questa sera tra Pordenone e Bassano la ventisettesima giornata di Lega Pro ha regalato, come sempre, tanti gol, la solita dose di spettacolo e tante sorprese soprattutto nel Girone C come dimostra l’incredibile vittoria del Catania in rimonta in quel di Messina mentre nel Girone B continua la corsa a due tra Venezia e Parma e nel Girone A l’Alessandria avanza a grandi falcate verso la promozione. Di seguito il resoconto completo.

GIRONE A

L’Alessandria, dopo due sconfitte consecutive (tre nelle ultime cinque), torna a vincere e lo fa battendo il Tuttocuoio per 3-0 mantenendo sempre sei punti di vantaggio dalla Cremonese con i grigiorossi che hanno battuto a domicilio l’Arezzo per 1-0. I Toscani sono scavalcati anche dal Livorno che ha rimediato un pareggio senza reti sul campo del Renate mentre le inseguitrici non sbagliano: la Giana Erminio batte l’Olbia 2-0, la Viterbese espugna il campo del Pontedera per 2-1 mentre il Piacenza batte la Pistoiese 1-0 mentre stecca il Como che non va oltre lo 0-0 casalingo contro il Prato.

Cade invece la Lucchese per 3-1 sul campo della Lupa Roma mentre la Pro Piacenza batte 0-3 la Carrarese avvicinandosi all’ultimo posto utile per i play-off dove c’è proprio la Lucchese. Nelle zone basse, oltre alla vittoria della Lupa Roma, vince anche la Racing che espugna 2-1 il Franchi di Siena.

GIRONE B

Non mollano di un centimetro Venezia e Parma con gli uomini di Inzaghi che battono fuori casa la Sambenedettese per 3-1 mentre quelli di D’Aversa sconfiggono, sempre fuori casa, la Feralpi Salò per 1-0. Non mollano di un centimetro, però, neanche Padova e Reggiana che battono rispettivamente 1-0 il Teramo e 0-2 il Fano. Le prime quattro squadre sono raccolte, dunque, in otto punti ma nella prossima giornata una dovrà salutare perchè al Mapei Stadium ci sarà l’incontro tra Reggiana e Padova.

Il quartetto se ne va perchè nessuna nemmeno il Gubbio riesce a vincere, anzi, la squadra Umbra perde 1-0 a Forli mentre l‘Albinoleffe prova ad avvicinarsi grazie alla vittoria per 2-0 contro l’Ancona. Nelle zone medio-basse il Sudtirol batte il Modena per 1-0 mentre è importantissima la vittoria per 3-1 del Mantova sulla Maceratese. Termina 0-0 il match tra Lumezzane e Santarcangelo, stasera chiude Pordenone-Bassano.

GIRONE C

Si prospetta una lotta a due anche qui perchè Lecce e Foggia non ne vogliono sapere di fermarsi perchè Matera e Juve Stabia sembrano aver alzato bandiera bianca. I giallorossi mantengono la testa della classifica con un punto di vantaggio dal Foggia grazie al 2-1 sulla Vibonese mentre i Satanelli espugnano il campo dell’Akragas per 1-0. Clamorosa sconfitta, invece, per il Matera che ne perde 4-0 in casa con il Siracusa mentre la Juve Stabia pareggia in casa 3-3 con la Reggina dopo aver dilapidato un vantaggio di tre reti.

Non riesce ad approfittarne la Virtus Francavilla che cade a Caserta per 1-0 mentre termina con un bel 2-2 la sfida tra Cosenza e Fondi. Il grande balzo in classifica lo fa il Catania che vince in rimonta a Messina (2-1) e vola al sesto posto in coabitazione con Casertana e Fondi mentre ad un punto ci sono Cosenza, Siracusa e Andria con i Pugliesi che non sono andati oltre l’1-1 col Monopoli. Davvero agguerrita la lotta per i play-off. Nelle zone medio-basse la Paganese si sbarazza senza troppi patemi del Melfi (0-4) mentre il Taranto batte di misura il Catanzaro.

Articoli correlati