Lega Pro, il punto della situazione dopo l’ottava giornata

352

Serie C

Il punto della situazione nei tre gironi di Lega Pro dopo l’ottava giornata di campionato. Tanti gol e sorprese

La Serie A si ferma a causa della pausa per le Nazionali ma, la Lega Pro, non conosce soste ed anche nel weekend regala la solita scorpacciata con gol e tante sorprese nei tre gironi. Nel raggruppamento A non ne vuole sapere di fermarsi l’Alessandria mentre in quello B spicca il pareggio spettacolare tra Venezia e Sambenedettese. Nel girone C stop per le prime quattro in classifica. Di seguito il resoconto completo.

GIRONE A

Prosegue senza sosta la corsa dell’Alessandria che batte senza troppi problemi il Tuttocuoio (1-4) e mantiene sempre quattro punti di distanza sulla Viterbese che ha la meglio sul Pontedera per 3-0. Terzo posto solitario per la Cremonese che riesce a battere, nel big match della giornata, l’Arezzo grazie ad un pirotecnico 3-2. I Toscani vengono superati in classifica dal Piacenza che batte la Pistoiese per 1-2 e vengono agganciati dal Livorno che, grazie alla vittoria di misura sul Renate, continua la sua lenta scalata verso i quartieri alti della classifica. Entrato prepotentemente in zona play-off anche Olbia e Como: i Sardi battono Giana Erminio per 3-2 dopo un match elettrizzante mentre i Lombardi soffrono più del previsto ma colgono una vittoria di misura sul campo del fanalino di coda Prato. Nella seconda metà della classifica vincono solo le squadre Toscane: la Lucchese seppellisce la Lupa Roma per 4-0, stesso punteggio con cui il Siena batte la Racing Roma a domicilio. Vittoria fuori casa anche per la Carrarese, 0-1 con il Pro Piacenza.

GIRONE B

Turno spettacolare per il Girone B che, in attesa del match del Parma questa sera, vede dieci squadre nel giro di 6 punti. Eh si, perchè il Pordenone viene sconfitto 2-0 dal Bassano e viene raggiunto in classifica dal Gubbio che batte di misura il Forli. Insieme al Bassano terzo ci sono anche Reggiana e Venezia. Gli emiliani battono per 3-1 il Fano tra le mura amiche mentre i Lagunari riescono nell’impresa di recuperare due reti alla Sambenedettese nel giro di pochi minuti. I Marchigiani, a 14 punti, devono mangiarsi le mani ancora una volta dopo il pareggio con il Parma della settimana scorsa ma hanno ancora l’opportunità di salire in prima posizione in quanto hanno un match da recuperare. Rimane nelle zone alte della classifica anche il Santarcangelo che batte con il più classico dei punteggi la Lumezzane (2-0) mentre il Padova non va oltre lo 0-0 in casa del Teramo. Boccata d’ossigeno sia per Ancona che Modena, le quali vincono di misura contro Albinoleffe e Sudtirol. Coglie la prima vittoria in campionato la Maceratese che batte tre le mura amiche il Mantova per 1-0. Questa sera, come detto, chiude Parma-Feralpi Salò.

GIRONE C

Giornata di sorprese nel Girone C. Lecce e Foggia vengono fermate sul pari rispettivamente con Vibonese fuori casa (2-2) e Akragas in casa (0-0). Le due squadre rimangono appaiate in testa a venti punti mentre le inseguitrici fanno ancora peggio: la Juve Stabia cade al Granillo contro la Reggina (1-0) mentre il Matera viene sconfitto 2-1 sul campo del Siracusa. Al quarto posto sale in maniera decisa il Cosenza che batte 1-2 il Fondi mentre, sempre nei quartieri alti, arrivano le vittorie del Monopoli (0-2 sull’Andria)e Paganese (3-0 sul Melfi). Brusco stop per Casertana che viene travolta 4-1 dal Virtus Francavilla. Anche se le due squadre navigano nelle zone basse il match clou dell’ottava giornata è il derby di Sicilia tra Catania e Messina. Lo vincono i rossblù per 3-1 grazie ad una tripletta di Di Grazia. In zona play-out vittoria importante per il Catanzaro che batte il Taranto 3-1.

Articoli correlati