Under 21, Lussemburgo – Italia 0-3: tris Azzurro

559

Lussemburgo Italia cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Lussemburgo U21 – Italia U21 del 6 giugno 2022 in diretta: nel primo tempo in gol Vignato e Pellegri, nella ripresa Gaetano

DIFFERDANGE – Lunedì 6 giugno 2022, alle ore 20.45, allo Stade Parc des Sports di Differdange, l’Italia U21 affronterà il Lussemburgo U21 per l’ottava giornata del Girone F delle qualificazioni agli Europei di categoria del 2023. La Nazionale di Nicolato é seconda, alla pari con la Svezia, che però ha disputato due gare in più,  con 17 punti, frutto di cinque vittorie e due pareggi, con undici gol fatti e tre subiti. Nelle ultime cinque sfide ha vinto tre e pareggiato due siglando nove gol e subendone quattro. Il Lussemburgo é già matematicamente eliminato in quanto ultimo a quota 1 con un cammino di una partita pareggiata e sette perse con due reti realizzate e venti incassate. Il bilancio delle ultime cinque sfide é di un pareggio e quattro sconfitte, con un gol fatto e nove presi. All’andata, lo scorso 3 settembre, gli Azzurrini si imposero per 3-0. A dirigere il match sarà Elchin Masiyev, assistito da  Elshad Abdullayev e Parvin Talibov. Quarto arbitro Kamal Umudlu.  Tutti gli arbitri designati sono di nazionalità azera.

Tabellino

LUSSEMBURGO U21: D’Anzico K., Dzogovic E., Hardahl Hansen M. (dal 27′ st Correia L.), Ikene F., Martin T. (Portiere), Monteiro D. (dal 27′ st Schaus Y.), Osmanovic E. (dal 21′ pt Latic I.), Rupil T., Schmit L. (dal 26′ st Sacras A.), Sinner F., Torres Y.. A disposizione: Berberi R., Cerqueira Martins F., Correia L., Elshan L., Ferreira Figueiredo L., Kips T. (Portiere), Latic I., Sacras A., Schaus Y. Allenatore: Cardoni M..

ITALIA U21: Cambiaghi N., Cambiaso A. (dal 15′ st Zanoli A.), Carnesecchi M. (Portiere), Gaetano G. (dal 33′ st Colombo L.), Lovato M., Miretti F., Pellegri P. (dal 29′ st Esposito Se.), Pirola L., Quagliata G., Rovella N. (dal 15′ st Bove E.), Vignato E. (dal 15′ st Oristanio G.). A disposizione: Bove E., Colombo L., Esposito Se., Okoli C., Oristanio G., Parisi F., Plizzari A. (Portiere), Ricci S., Zanoli A. Allenatore: Nicolato P..

Reti: al 20′ pt Vignato E. (Italia U21), al 33′ pt Pellegri P. (Italia U21), al 9′ st Gaetano G. (Italia U21).

Ammonizioni: al 4′ st Ikene F. (Lussemburgo U21), al 32′ st Torres Y. (Lussemburgo U21), al 44′ st D’Anzico K. (Lussemburgo U21), al 45′ st Correia L. (Lussemburgo U21).

Formazioni ufficiali di Lussemburgo – Italia

LUSSEMBURGO UNDER 21 (3-5-2): Martin; Dzogovic, Osmanovic, Sinner; Torres, Ikene, D’Anzico, De Oliveira, Schmit; Hansen, Rupil. A disposizione: T. Kips, Schaus, Sacras, Cerqueira, Berberi, Latic, Elshan, Correia, Figueiredo. Ct. Cardoni

ITALIA UNDER 21 (4-2-3-1): Carnesecchi; Cambiaso, Lovato, Pirol, Quagliata; Miretti, Rovella; Cambiaghi, Gaetano, Vignato; Pellegri. A disposizione:  Plizzari, Zanoli, Bove, Colombo, Ricci, Parisi, Okoli, Esposito, Oristanio. Ct. Nicolato

Le dichiarazioni del preparatore Viscidi alla vigilia

“Sembra di avere una squadra più scarsa rispetto agli anni precedenti, poi i ragazzi crescono, giocano, e ti accorgi che dei giocatori che hai all’inizio non sono più con te perché sono stati promossi in Nazionale A e perché hanno fatto bene. Il caso più eclatante è Tonali, che ha iniziato con noi il biennio e poi giustamente è finito in Nazionale ed è campione d’Italia con il Milan. Ci si deve un po’ abituare alle assenze a fine stagione perché i ragazzi, anche se sono giovani, arrivano da campionati difficili. Alcuni di loro hanno giocato tantissimo, per fortuna: qualcuno con degli esiti molto belli come i giocatori della Cremonese, qualcun altro con qualche scoria più difficile da smaltire come la retrocessione, ad esempio Lovato e Bellanova. La nostra funzione – prosegue Viscidi – è aiutare i giovani, insieme ai club, a fare esperienza europea, per arrivare il più pronti possibile alla Nazionale A. La nostra vera missione come settore giovanile è quella di preparare giocatori per Mancini e poi sta a lui decidere quanto e come utilizzarli. È proprio questa la funzione del coordinatore e delle nazionali giovanili. Laddove ci sono dei movimenti a scalare verso la Nazionale A, ci devono essere dei movimenti a scalare verso l’Under 21. Abbiamo chiamato in conseguenza di queste scelte Miretti, un 2003 molto bravo della Juventus che ha già fatto 4 partite in Serie A, ed Oristanio, giocatore di scuola Inter che quest’anno ha vinto il campionato di seconda divisione in Olanda. Sono i giusti movimenti a scalare che determinano quella che è la continuità del lavoro”.

Le parole di Esposito alla vigilia

“Per me è un’occasione unica. Torno in questa squadra dopo due anni, in cui era giusto non convocarmi perché non avevo fatto bene. Ora voglio dimostrare il mio valore e portare a casa i punti necessari per la qualificazione. Il mio sogno, anzi il nostro sogno in famiglia, è giocare nella nazionale maggiore: spero che Salvatore lo realizzi, per me è un leader, una persona davvero importante che mi aiuta sempre molto. Abbiamo Immobile che ha vinto un Europeo, ha meritato la Scarpa d’Oro ed è fortissimo. E poi ci sono altri ottimi attaccanti come Pinamonti, Scamacca, Raspadori. Ricordo che Giroud ha vinto un Mondiale facendo soltanto un gol. È un momento difficile per la nazionale, non è bello mancare la qualificazione per i Mondiali, ma pochi mesi fa abbiamo vinto un Europeo: dobbiamo restare calmi e aiutare l’Italia. Noi giovani dobbiamo crescere, ma per farlo bisogna giocare. Con gli allenamenti possiamo migliorare, però dobbiamo anche andare in campo, altrimenti il Ct Mancini non può fare miracoli. Quanti italiani del 2002 giocano in Serie A? Appena due. Ecco perché purtroppo dobbiamo cercare spazio all’estero. Io l’ho fatto in Svizzera ed è stata un’esperienza decisamente formativa: pensavo di incontrare maggiori difficoltà, invece ho fatto più presenze al Basilea che in Serie B. Sono migliorato tanto rispetto all’anno scorso, quando ho affrontato diversi problemi nella prima stagione fuori dalla famiglia dell’Inter. In Svizzera sono stato accolto bene, sono stato tutelato, quando poi ci saranno le basi giuste, i progetti giusti, tornerò in Italia. Cominciamo con il Lussemburgo, una partita difficile: loro sono bravi in contropiede, difendono con il 3-5-2, dobbiamo muovere la palla velocemente e concedere poche ripartenze. Bisogna approcciare bene la gara, andare a tremila sin dall’inizio. Siamo un ottimo gruppo, le difficoltà ci aiutano a crescere, dobbiamo andare lì per la prima di tre finali, un match fondamentale che vogliamo vincere”.

La presentazione del match

QUI LUSSEMBURGO – Il Lussemburgo dovrebbe scendere in campo con il modulo 3-5-2 con Martin in porta e retroguardia composta da Dzogovic, D’Anzico e Osmanovic. In cabina di regia Ikene con Diogo e Monteiro; sulle corsie esterne Latic e Medina. Davanti Rupil e Schaus.

QUI ITALIA –  Nicolato dovrebbe affidarsi al modulo 4-2-3-1 con Carnedecchi in porta e retroguardia formata al centro da Lovato e Okoli e ai lati da Cambiaso e Parisi. In mediana Bove e Rovella. Unica punta Colombo davanti ai trequartisti Yeboah, Gaetano e Vignato.

Le probabili formazioni di Lussemburgo U21 – Italia U21

LUSSEMBURGO UNDER 21 (3-5-2): Martin; Dzogovic, D’Anzico, Osmanovic; Latic, Ikene, Diogo Monteiro, Medina, Sacras; Rupil, Schaus. Ct. Cardoni

ITALIA UNDER 21 (4-2-3-1): Carnesecchi; Cambiaso, Lovato, Okoli, Parisi; Bove, Rovella; Yeboah, Gaetano, Vignato; Colombo. Ct. Nicolato

Dove vederla in TV e in streaming

L’incontro verrà trasmesso in diretta e in esclusiva su Rai Due e in streaming su Rai Play.