Mancini: “Grande partita in fase difensiva, abbiamo concesso poco”

315

MILANO – Tanta soddisfazione per il tecnico Mancini al termine di Inter-Napoli, conclusa con il risultato di 2-0 per i nerazzurri. Una gara quasi perfetta come sottolineato dalle sue parole in conferenza stampa posta partita:

“Il Napoli aveva iniziato molto bene col palleggio, però alla fine abbiamo meritato la vittoria. Ci ha messo un pò difficoltà e abbiamo fatto fatica a uscire. Però abbiamo giocato tutti bene, soprattutto nei primi 20-25 minuti.  Quando Kondogbia ha alzato il baricentro non abbiamo avuto grossi problemi. Siamo una squadra in costruzione, nelle partite importanti c’è la massima concentrazione, in altre magari abbassiamo la guardia e commetti amo degli errori. È una cosa che fa parte di questo percorso”.

Questo il suo parere su Icardi autore del primo gol nerazzurro:

“È giovane, un giocatore può migliorare anche dopo i 30 anni, Mauro ne ha molti di meno. Fa gol, è uno che riesce a segnare sempre molto. Se avremo rimpianti per quanto riguarda la classifica, li avremo alla fine del campionato. Manca un mese e dobbiamo cercare di fare il massimo”.

Punto di forza della squadra è stata la difesa che da due giornate non incassa gol: “Il Napoli è molto forte nel palleggio, aver concesso così poco significa che difesa e centrocampisti hanno fatto molto bene. Tutti i giocatori alternano momenti buoni e meno buoni. Kondogbia ha grandi qualità, ha bisogno di tempo per adattarsi al nostro campionato come tutti i giovani che arrivano da campionati stranieri”.

L’intesa Jovetic e Icardi è andata decisamente meglio che in altre circostanze: “Stevan e Mauro avrebbero potuto fare meglio in certi momenti della stagione, possono giocare insieme per le caratteristiche che hanno. Oggi han fatto bene, come altre volte. Altre volte ancora hanno giocato meno bene insieme”.

Il successo riapre il discorso Champions con la Roma momentaneamente a sole tre lunghezze: “Ci sono ancora diversi punti a disposizione, dobbiamo lottare fino alla fine e al 15 maggio vedremo dove saremo. A volte può capitare di perdere punti, al di là di tutto credo che siamo sulla strada giusta, purtroppo abbiamo lasciato per strada troppi punti ma questo fa parte del gioco del calcio. Siamo passati attraverso momenti difficili, abbiamo avuto un passaggio a vuoto ma con dei risultati immeritati”.