Mihajlovic: ”Montolivo a disposizione come tutti gli altri”

In vista della trasferta di domani a Udine, il mister della Fiorentina Sinisa Mihajlovic si è presentato ai microfoni dei giornalisti nella sala stampa dello stadio Franchi. Queste le sue dichiarazioni: “Caso-Montolivo? Riccardo rimane un giocatore a disposizione, gioca quando sta bene come tutti gli altri. Influisce sullo spogliatoio se continuiamo a parlare di questa vicenda. Il presidente ha detto quello che si sentiva di dire, cioè che rimane un giocatore a disposizione e si allena come tutti. Si parla di questa situazione e non della partita di domani. Oggi l’ho visto bene all’allenamento, come sempre, anche dal punto di vista fisico.

La vittoria contro il Bologna ci ha dato morale, i ragazzi si sono allenati bene in settimana e loro sanno che solo attraverso il gioco possiamo riportare entusiasmo all’ambiente. La trasferta di Udine è difficile, andiamo sapendo di incontrare una squadra che ci metterà in difficoltà, ma rispetto all’anno scorso siamo più forti e ce la giochiamo con tutti con l’atteggiamento giusto e migliorandoci sempre. Non so quanti gol faremo, io spero sempre uno in più dell’avversario. Giovedì ho visto la partita dell’Udinese, la terza partita in 7 giorni potrebbe influenzarli, però hanno vinto due partite e la stanchezza la senti meno grazie all’entusiasmo. Dipenderà da noi giocare bene. Io sono fiducioso. Piazzamento in Europa? Sia la Fiorentina che l’Udinese hanno le carte in regola per andare in Champions. La nostra tenuta fisica la testeremo già da questa settimana con la partita di mercoledì.

Vargas? Non si è allenato negli ultimi 10 giorni ed è un po’ indietro, parlando con lui ho deciso di metterlo sempre tra i protagonisti. E’ un giocatore importante per noi e preferisco farlo allenare con il gruppo e non a parte. Domani sarà in panchina, e siccome può tornare utile in qualsiasi momento e qualsiasi ruolo può essere sempre un  jolly. Può fare benissimo anche il terzino sinistro, anche se vuole sempre andare in avanti, però anche col centrocampo che abbiamo si adatta bene.
Firenze vive partita per partita? Io penso che possiamo anche perdere, ma c’è modo e modo. Se i tifosi vedono una squadra cattiva, aggressiva, determinata può anche perdere, ma rimane l’atteggiamento giusto. Naturalmente quando arrivano i risultati si crea più entusiasmo, ma noi pensiamo una partita per volta, rimanendo uniti e credendo in quello che si fa. Se giochiamo bene e vinciamo, la gente apprezzerà e tornerà allo stadio.

Inserire anche Kharja nel centrocampo? Si, possiamo inserirlo insieme a Montolivo, poi con Behrami davanti alla difesa abbiamo una probabile soluzione che possiamo adottare anche durante la partita.

Ancora su Montolivo: “L’allenatore decide se usare un giocatore a disposizione, ci sono le vicende societarie che rispetto, ma alla fine decido io essendo Montolivo in giocatore che si allena con noi. Gioca se se lo merita, come tutti”.

[Chiara Baglioni – Fonte: www.violanews.com]