Milan: momento si

286

La zampata di Ibrahimovic al 4’ del secondo tempo di Milan-Genoa sblocca il risultato di una gara difficile, regala al Milan i tre punti e nel giro di qualche ora si rivela decisiva per avvicinare la capolista Inter, sconfitta a Roma. Tolto Ibra, però, le note positive a livello tecnico sono ben poche. La squadra di Allegri, soprattutto nel primo tempo, si rivela scollata fra i suoi reparti e in completa assenza del benché minimo atteggiamento corale nelle fasi di possesso e di recupero della palla.

Robinho, in particolare, sembra spaesato nel ruolo di ala destra e in molte occasioni viene a cercarsi la palla a metà campo con evidente squilibrio degli spazi assegnati. Ma la situazione attuale del Milan è nettamente più rosea di quella di sette giorni fa, anche fuori dal campo. Pare infatti che lo sceicco Mansour del Manchester City abbia offerto la bellezza di 64 milioni di euro al nostro club per assicurarsi Alexandre Pato. Un vero e proprio affare per tutte e tre le parti – giocatore e clubs – e vediamo perché.

Pato, 21 anni, reduce da tre splendide stagioni al Milan costellate però da numerosi infortuni approderebbe ad un club che sta inequivocabilmente gettando le basi per raggiungere nel giro di pochi anni l’Olimpo del calcio europeo: si pensi solo ad un tandem d’attacco formato dal Papero e Balotelli e si quantifichi la sua resa in termini di gol e di prospettiva futura. Il Milan, dal canto suo, riceverebbe una somma di poco inferiore a quella avuta per Kakà qualche anno fa (64,5 mln), ma con l’evidente obbligo morale, questa volta, di investirla sul mercato. Due le opzioni consigliate in questo caso: comprare due giocatori da 30 mln, di cui uno in sostituzione del Papero, oppure provare l’assalto ad un campione assoluto, come ad esempio Cesc Fabregas, che tanto servirebbe a metà campo per rimpiazzare l’esaurito Pirlo. Staremo a vedere che succederà; l’importante sarà non perdere l’occasione di questo straordinario tesoretto, tutto da investire.

[Sebastiano Molinelli – Fonte: www.ilveromilanista.it]

Articoli correlati