Milan: out Ambrosini, si riapre la pista Kakà, interesse anche per Belfodil

logo-milanMassimo Ambrosini potrebbe tornare in campo il prossimo 15 febbraio quando i rossoneri a San Siro ospiteranno il Parma, giusto il tempo di scaldare i motori in vista dell’ottavo di Champions contro il Barcellona. Da qui a un mese però Massimiliano Allegri dovrà inventarsi un nuovo centrocampo: l’assenza di Ambro va a sommarsi a quella di Nigel De Jong, out per infortunio fino al termine della stagione. Rimangono a disposizione del Mister due maglie per un ruolo, quello di centrale davanti alla difesa: la prima è di Riccardo Montolivo, l’altra del rientrante Sulley Muntari. Il ghanese ha recuperato dal problema al polpaccio (classico acciacco post infortunio) che l’aveva costretto a saltare Juve e Sampdoria, e anche ieri ha dedicato parte del suo lavoro a Milanello al potenziamento muscolare. Allegri però non vuole rischiare di perdere il terzo tassello di centrocampo, ragione per cui il suo ritorno in campo verrà dosato gradualmente. Come a Marassi, contro il Bologna toccherà ancora a Montolivo sostituire Ambrosini.

Qualcuno ricorderà il pay-off che accompagnava lo sponsor tecnico del Milan qualche anno fa, “Nothing is impossible“. A Milanello e in Via Turati c’è chi tutti i giorni continua a ripeterselo: “Niente è impossibile“. Galliani fino a ieri ha frenato, smentito, aggirato le domande dei cronisti con abili piroette, ma un po’ in realtà ci ha pensato anche lui. Tanto da non dormirci la notte. Kakà che torna al Milan? Perchè no!, dopotutto il tentativo – fallito – era già stato fatto in estate durante la tournée americana. Ieri il termine “impossibile” – parole dell’ad rossonero, “perchè il giocatore ha uno stipendio che non è più alla portata delle squadre italiane” – si è trasformato in un vediamo: Ricky in serata ha cenato a Milano, zona Magenta, con Robinho, Antonini, Abate e rispettive mogli, menu a base di sushi; prima, nella tarda mattinata Galliani aveva incontrato Ernesto Bronzetti in sede. Tutto potrebbe tornare. O per i più realisti rientrare comunque nella norma: non è la prima volta che il brasiliano raggiunge Milano per incontrare gli amici di sempre, e non è la prima volta che Bronzetti sale al terzo piano di Via Turati anche solo per una visita di cortesia. Ma in realtà tutto torna, parola di Kakà: “Per tornare al Milan sono disposto a tutto – ha dichiarato ai microfoni di SkySport24 –. Non è una situazione piacevole per me al Real, io ho già dato la mia disponibilità al Milan per trovare una soluzione“. Il messaggio è stato spedito a Galliani.

Venerdi avverrà l’incontro tra la dirigenza rossonera e quella del Parma, per risolvere la questione relativa al cartellino di Riccardo Saponara, attualmente diviso tra le due società. L’occasione potrebbe essere sfruttata da Galliani, secondo quanto rivelato da Gianluca Di Marzio nel corso del programma SpecialeCalciomercato, per intavolare un discorso su Ishak Belfodil, attaccante francese classe ’92, che con i suoi gol avrebbe conquistato l’addì rossonero e non solo. Qualsiasi discorso sarà comunque orientato per giugno, dal momento che il Parma non ha la minima intenzione di lasciare partire Belfodil già a gennaio.

[Lorenzo Cordova – Fonte: www.ilveromilanista.it]