Milan – Sassuolo 1-3: Scamacca – Berardi, rossoneri ko

1650

Milan Sassuolo cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Milan – Sassuolo del 28 novembre 2021 in diretta: dopo il vantaggio di Romagnoli gli ospiti ribaltano il match ed espugnano San Siro

Cronaca

PRIMO TEMPO

Al 5′ primo squillo per Milan con un destro dal limite di Bakayoko, la palla si spegne a lato alla sinistra di Consigli. Due posizioni di offside per Theo Hernanez in pochi minuti, nella seconda occasione palla messa a centro area per Ibrahimovic ma i due non si erano intesi. Al 21′ Milan in vantaggio: su corner dalla sinistra con scambio corto tra Diaz e Theo Hernandez palla ben calibrata sul primo palo con Romagnoli bravo ad anticipare il marcatore e a concludere di testa da due passi. Passano tre minuti e Scamacca pareggia i conti: conclusione con il destro a giro dal limite dell’area in posizione centrale e palla che si infila alla sinistra di Maignan, nell’occasione sorpreso e rimasto immobile. Un gol stilisticamente molto bello. Al 33′ si ribalta la situazione a Milano: su angolo dalla destra di Berardi sul secondo palo Theo Hernandez allontana sui piedi di Scamacca che conclude da due passi e palla che dopo una respinta con i piedi di Maignan palla che sbatte sulla schiena di Kjaer e sorprendendo lo stesso portiere. Al 36′ diagonale da fuori area di Raspadori e Maignan deve distendersi per respingere a terra. Dopo un minuto di recupero si chiude il primo tempo con il vantaggio del Sassuolo per 2-1.

SECONDO TEMPO

Si riparte con due novità ovvero Kessié per Bakayoko e Messias per Diaz. Ingresso di Tonali al 16′ per Bennacer, rossoneri che provano a prendere sull’acceleratore ma al momento la difesa ospite regge bene. Al 21′ Milan in ginocchio con Berardi che in area disorienta Romagnoli e con un preciso diagonale rasoterra con il destro conclude con palla sotto le gambe di Maignan per il 3-1 a favore del Sassuolo. Al 23′ pennellata dalla destra per il colpo di testa di Kjaer e palla di poco a lato. Ak 29′ bella conclusione di Messias dal limite verso l’angolino alla sinistra ma Consigli è bravo a respingere e alla mezz’ora tegola per i rossoneri con il rosso diretto a Romagnoli per fallo da ultimo uomo. Sulla punizione dal limite successiva Berardi conclude rasoterra con Maignan che respinge con un mezzo bagher. Dopo 4 minuti di recupero si chiude il match con il successo del Sassuolo per 3-1.

Tabellino della partita

MILAN: Maignan M., Bakayoko T. (dal 1′ st Kessie F.), Bennacer I. (dal 15′ st Tonali S.), Diaz B. (dal 1′ st Messias J.), Florenzi A. (dal 23′ st Pellegri P.), Hernandez T., Ibrahimovic Z., Kjaer S., Leao R., Romagnoli A., Saelemaekers A. (dal 35′ st Kalulu P.). A disposizione: Mirante A., Tatarusanu C., Ballo Toure F., Conti A., Gabbia M., Kalulu P., Kessie F., Krunic R., Maldini D., Messias J., Pellegri P., Tonali S. Allenatore: Pioli S..

SASSUOLO: Consigli A., Ayhan K., Berardi D. (dal 35′ st Traore H. J.), Ferrari G. M., Frattesi D. (dal 35′ st Harroui A.), Kyriakopoulos G., Lopez M., Matheus Henrique (dal 35′ st Toljan J.), Muldur M., Raspadori G. (dal 44′ st Chiriches V.), Scamacca G. (dal 14′ st Defrel G.). A disposizione: Pegolo G., Satalino G., Chiriches V., Defrel G., Harroui A., Magnanelli F., Peluso F., Rogerio, Toljan J., Traore H. J. Allenatore: Dionisi A..

Reti: al 21′ pt Romagnoli A. (Milan) al 24′ pt Scamacca G. (Sassuolo), al 33′ pt Kjaer S. (Sassuolo), al 21′ st Berardi D. (Sassuolo).

Ammonizioni: al 8′ st Bennacer I. (Milan), al 9′ st Hernandez T. (Milan), al 26′ st Tonali S. (Milan), al 28′ st Kjaer S. (Milan) al 27′ pt Lopez M. (Sassuolo), al 38′ pt Raspadori G. (Sassuolo).

Espulsioni: al 32′ st Romagnoli A. (Milan).

I convocati del Milan

Portieri: Maignan, Mirante, Tătărușanu.

Difensori:  Ballo-Touré, Conti, Florenzi, Gabbia, Hernández, Kalulu, Kjær, Romagnoli.

Centrocampisti: Bakayoko, Bennacer, Díaz, Kessie, Krunić, Messias, Saelemaekers, Tonali.

Attaccanti: Ibrahimović, Leão, Maldini, Pellegri.

I convocati del Sassuolo

Portieri: Consigli, Pegolo, Satalino.

Difensori: Ayhan, Chiriches, Ferrari, Kyriakopoulos, Muldur, Peluso, Rogerio, Toljan.

Centrocampisti: Frattesi, Harroui, Henrique, Lopez, Magnanelli, Traore

Attaccanti: Berardi, Defrel, Raspadori, Scamacca.

Le dichiarazioni di Pioli alla vigilia

Ha dimostrato, non solo a Madrid ma anche in ogni allenamento, di essere un giocatore di qualità. La sua è una bella storia ma non è una favola: è qui con noi perché ci sta a questo livello. Oggi ho fatto rivedere il gol alla squadra, perché è importante sapere gestire dei palloni semplici e riempire l’area: dobbiamo ripartire da questo. Maignan sta bene, ha iniziato a lavorare con la squadra sabato scorso ed è in condizione: domani giocherà lui. In sua assenza Tătăruşanu ha fatto il suo dovere, sono molto contento di Ciprian. Tomori non è convocato per la partita di domani ma dovrebbe essere pronto per giocare mercoledì a Genova. Leão sta bene, prima di Madrid non aveva recuperato al 100% i crampi di Firenze e domani è disponibile. Pellegri? Sta bene, ha delle belle qualità e si sta allenando bene. So che si farà trovare pronto, è un ragazzo intelligente che capisce che sta per arrivare il suo momento. Bakayoko sta sicuramente meglio, è arrivato con una condizione non ottimale ma è un giocatore forte che mi piace: ha personalità, fisicità e verticalità. Nel reparto di mediana posso scegliere con molta facilità perché ho tanti giocatori di livello, nelle prossime partite giocheranno sicuramente tutti. Fino a oggi quello che abbiamo fatto è stato gettare le basi. Ora dobbiamo provare ad alzare il livello, per diventare ancora più competitivi. Quello che mi piace è la sintonia con club, dirigenti, giocatori e ambiente: è qualcosa che ci permette di dare sempre il massimo. È importante avere cura e passione per quello che facciamo, quando andiamo in campo è importante avere voglia di vincere ogni partita. Le medie squadre dopo una grande partita si accontentano, affrontano l’impegno successivo con superficialità. Le grandi approfittano di una bella prestazione per costruire. Abbiamo perso l’ultima partita di campionato: siamo ancora primi ma potevamo essere in fuga, domani avremo l’occasione per tornare a fare bene in Serie A. La squadra ha sempre dimostrato grande equilibrio. A Firenze abbiamo commesso degli errori che hanno pregiudicato il risultato finale, ma la prestazione è stata buona. Mercoledì abbiamo giocato semplice senza sbagliare i palloni facili, domani dovremo giocare in modo efficace. Il Sassuolo è un avversario di qualità e per batterlo ci vorrà una bella prestazione. In queste cinque partite nei ruoli in cui siamo un po’ in difficoltà dovrò cercare di gestire le situazioni per avere la squadra sempre in modo performante. Chi è subentrato mercoledì ha fatto benissimo, con l’atteggiamento giusto. Stanno dimostrando di avere idee chiare, hanno già vinto nei campionati minori: se vinci hai dei valori. Sono una nuova leva importante, dei giovani che sono sempre lì che spingono e noi dobbiamo rimanere attaccati alla voglia di migliorare e avere curiosità, c’è sempre modo di migliorare. Contro il Sassuolo dovremo cercare di essere compatti, veloci e precisi soprattutto dal punto di vista tecnico.Avere giocatori molto duttili è qualcosa che ci dà molte soluzioni. I 5 cambi stanno cambiando l’interpretazione e lo sviluppo delle partite, adesso servono anche un piano B e un piano C. Intensità, aggressività, e determinazione in ogni singola partita sono la chiave, fanno la differenza”.

Le dichiarazioni di Dionisi alla vigilia

Sarà una partita difficile. Affrontiamo una delle squadre più forti, se non la più forte ora. Storicamente il Sassuolo ha fatto partite importanti con le big e cercheremo di essere all’altezza del Sassuolo degli anni precedenti. Sappiamo che sarà difficile ma non abbiamo nulla da perdere perché il Milan ti mette in difficoltà ma ti dà anche la possibilità di esprimerti e secondo me faremo prestazione. Giochiamo contro una squadra in salute e noi non siamo contenti del pari con il Cagliari. Ci siamo allenati per prepararla al meglio. Siamo sfavoriti sulla carta ma lavoriamo per ribaltare il pronostici. Stiamo cercando di dare continuità ai tre in mezzo al campo per coprire meglio il campo perché per caratteristiche fisiche non abbiamo tanta struttura nei centrocampisti e non abbiamo grande gamba nel coprire gli spazi, Davide è quello che ha più gamba e dovremo stare attenti nelle transizioni e nella costruzione perché il Milan è molto bravo a ripartire. Il modulo con i 3 centrocampisti è un punto di partenza, non escludo che possa non essere il punto finale della partita. Abbiamo degli indisponibili importanti, pensavo di poter recuperare Boga, spero ci potrà essere dalla prossima. Djuricic i tempi sono più lunghi, Goldaniga potrebbe essere della partita mercoledì. Boga non ha giocato quando non stava bene, non possiamo fare a meno di lui, in tantissime occasioni. Matheus Henrique o Harroui sono pronti per giocare dall’inizio”.

Il Milan proroga il contratto a Pioli

Stefano Pioli allenatore del Milan anche per la prossima stagione- “AC Milan è lieto di annunciare il rinnovo del contratto di Stefano Pioli fino al 30 giugno 2023, con opzione di prolungamento per la stagione sportiva successiva.

L’arbitro

A dirigere il match sarà Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo, coadiuvato dagli assistenti Francesco Fiore di Barletta e il Sig. Edoardo Raspollini di Livorno. Quarto uomo sarà il Sig. Gianpiero Miele di Nola. Al VAR ci sarà il Sig. Davide Ghersini di Genova, assistente al VAR Giacomo Paganessi di Bergamo.

La presentazione del match

MILANO – Domenica 28 novembre, alle ore 15, allo Stadio “Giuseppe Meazza” di Milano, andrà in scena Milan – Sassuolo, match valido per la quattordicesima giornata del campionato di Serie A 2021/2022. I rossoneri, galvanizzati dal successo in Champions League contro l’Atletico Madrid che ha consentito loro di restare in corsa per la qualificazione ma devono riscattare la prima sconfitta stagionale rimediata a Firenze:  complice la contemporanea sconfitta del Napoli a San Siro contro il Milan, hanno conservato il primato in classifica con 32 punti, frutto di 10 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta, con 29 gol fatti e 15 subiti. Dall’altra parte c’é il Sassuolo, reduce dal pareggio casalinga per 2-2 contro il Cagliari: in classifica é tredicesimo, a pari merito con il Venezia, con 15 punti con un cammino di 4 partite vinte, 3 pareggiate e 6 perse; 19 reti realizzate e 20 incassate. Sono 17 i precedenti in Serie A tra il Milan e il Sassuolo con il bilancio nove successi rossoneri, due pareggi e cinque affermazioni degli emiliani. l punteggio più frequente tra queste due squadre in Serie A è il 2-1 in favore del Milan, finale di quattro incontri, inclusi due degli ultimi tre. Solo una volta il Milan è rimasto senza reti in casa contro il Sassuolo in Serie A: 0-0, nella prima sfida tra le due squadre con Pioli in panchina, nel dicembre 2019.

QUI MILAN –  Maignan torna a disposizione di Pioli. Out Rebic, Plizzari, Calabria, Giroud e Castillejo.  Consueto  modulo 4-2-3-1  con Maignan in porta e retroguardia composta al centro da Kjaer e Romagnoli e sulle fasce da Florenzi e Theo Hernandez. In mediana Kessie e Tonali. Unica punta Ibrahimovic, supportato da Saelemaekers, Brahim Diaz e Leao.

QUI SASSUOLO – Mister Dionisi non avrà a disposizione i lungodegenti Romagna e Obiang, ma nemmeno lo squalificato Frattesi. Ancora in dubbio le presenze di Djuricic, Boga e Goldaniga. Probabile modulo 4-3-3, con Consigli in porta; Toljan, Chiriches, Ferrari e Rogerio in posizione arretrata. A centrocampo Matheus Henrique, , Maxime Lopez e Traorè. tridente offensivo composto da Berardi, Scamacca e Raspadori-

Le probabili formazioni di  Milan – Sassuolo

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Florenzi, Kjaer, Romagnoli, Theo; Kessie, Tonali; Saelemaekers, Brahim Diaz, Leao; Ibrahimovic. Allenatore: Pioli.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Toljan, Chiriches, Ferrari, Rogerio; Matheus Henrique, Maxime Lopez, Traore; Berardi, Scamacca, Raspadori. Allenatore: Dionisi.

Curiosità

Dopo la doppietta contro la Fiorentina, Zlatan Ibrahimović è a sole due lunghezze dal diventare il terzo giocatore dagli anni 2000 a realizzare 300 gol nei maggiori cinque campionati europei: 298, dietro a Cristiano Ronaldo (480) e Messi (475) – lo svedese è inoltre a una sola marcatura dall’eguagliare Silvio Piola come miglior marcatore nella storia della Serie A dopo aver compiuto i 38 anni (30 il rossonero, 31 Piola). Zlatan Ibrahimović è inoltre a quota 72 reti in Serie A con la maglia del Milan: con un gol raggiungerebbe Filippo Inzaghi al 10º posto nella classifica dei migliori marcatori con la maglia del Milan nella competizione. La prossima sarà la 50ª presenza in tutte le competizioni con la maglia del Milan per Tiemoué Bakayoko.

Dove vederla in TV ed in streaming

L’incontro Milan – Sassuolo, valido per la quattordicesima giornata del Campionato di Serie A 2021/2022, verrà trasmesso in diretta e in esclusivo su DAZN. Sarà visibile per i suoi utenti anche sulle smart tv di ultima generazione compatibili con la app, e, sempre grazie all’applicazione, su tutti i televisori collegati ad una console PlayStation 4/5 o Xbox (One, One S, One X, Series X, Series S), al TIMVISION BOX oppure ad un dispositivo Google Chromecast o Amazon Fire TV Stick.

Articoli correlati