Calcio estero, i movimenti di mercato delle big europee

314

Come si preparano le big straniere ad affrontare la prossima stagione? Uno sguardo in casa di Bayern Monaco, Real, Manchester City e United

MADRID – Ci sono stati molti movimenti nel mercato europeo. Il Bayern Monaco, Manchester City, Real Madrid e Manchester United sono state le più attive finora.

Bayern Monaco

Il Bayern Monaco continua con la sua politica sui giovani. Ha già acquistato Süle, Brandt, Tolisso e Rudy. Süle è un difensore centrale molto promettente anche se un po’ grezzo. Süle è bravo nel gioco aereo grazie ai suoi 1,94 m, ad impostare l’azione da dietro e nei contrasti. Brandt è un’ala molto promettente resistente si sacrifica sempre per i compagni. Tolisso invece è un centrocampista centrale talentuoso grazie alla sua tecnica sopraffina e alla sue abilità fisiche. Rudy giocherà come riserva di lusso in caso Kimmich si infortuni, dato che Lahm si è ritirato.

Real Madrid

Cristiano Ronaldo ha detto che vuole lasciare il Real Madrid, dopo le voci sulla sua possibile evasione fiscale. Il Real Madrid comunque si è cautelato chiedendo 400 milioni per il prossimo pallone d’ oro. La squadra spagnola, come il Bayern Monaco, sta seguendo la politica dei giovani avendo acquistato il sedicenne Vinicius Junior ed il diciannovenne Theo Hernandez dall’Alves e facendo tornare Marcos Llorente dal Alaves e Vallejo dall’ Eintracht di Francoforte.

Manchester City

La squadra di Guardiola ha già acquistato Bernardo Silva dal Monaco ed Ederson dal Benfica. Silva è un giocatore bravo a dribblare negli spazi stretti, molto bravo sia a dribblare che nel posizionamento fra le linee. il giocatore portoghese è molto simile a David Silva, dal momento che non è molto veloce ma è  bravo a trovare gli spazi dove può mettere più in difficoltà la difesa. Ederson invece è un portiere abile con i piedi e questo è strumentale per il gioco di Guardiola.

Manchester United

Lo United ha ufficialmente acquistato Victor Lindelof dal Benfica. Il difensore svedese darà quello che allo United è mancato la scorsa stagione, un difensore sia forte fisicamente che molto bravo con i piedi. Una statistica che spiega bene l’impatto di Lindelof è quella che il difensore svedese ha completato 402 passaggi in più di qualsiasi difensore nella prima divisione portoghese.