Napoli, a Genova per sfatare l’ultimo tabù

Ormai quasi del tutto scongiurato lo sciopero dei calciatori, inizialmente indetto per la prossima giornata del campionato di Serie A, il Napoli si sta preparando alla trasferta di Genova, che verrà susseguita dalla partita casalinga contro la Steaua Bucarest fondamentale per il prosieguo europeo della squadra di Mazzarri.

Ci sono però alcuni dati che aumenta l’interesse verso la sfida contro il Genoa. Si perché se la squadra rossoblu è considerata dalla tifoseria napoletana come una delle “amiche” del campionato, lo stesso non può dire la società che si è trovata spesso a dover “combattere” contro la dirigenza di Preziosi per alcuni obiettivi di mercato. Gli ultimi in ordine di tempo sono stati quelli di quest’estate: Toni e Zuculini; ma sono anche da ricordare quelli meno recenti di Acquafresca e Floccari e chissà quanti altri intrecci di mercato hanno interessato le due società. C’è però da dire che mai il Napoli, almeno fino a questo momento, si è trovata a rimpiangere un vecchio obiettivo che, accasatosi a Genova, ha impressionato per il rendimento mostrato.

Oltre a questo c’è poi da aggiungere che il Genoa sta diventando una sorta di bestia nera per il Napoli. Infatti, l’ultima vittoria risale a quasi 9 anni fa; era il 13 gennaio 2002 e nella prima giornata del girone di ritorno della Serie B il Napoli si impose al Ferraris per 3 reti a 1. Da allora mai più un successo, nemmeno per il nuovo Napoli.  Si, perché da quando il proprietario della squadra è Aurelio De Laurentiis le compagini si sono incontrate, prima nell’unico campionato cadetto disputato (raggiungendo insieme la promozione nella massima serie) dove tra andata e ritorno hanno pareggiato in entrambe le occasioni. Poi, una volta in sierie A, il Napoli non è mai riuscito nell’impresa di battere la formazione rossoblu. Il bilancio, infatti, pende nettamente verso Genova visto che nelle 6 sfide disputate nei 3 campionati di Serie A il Genoa ha vinto ben 5 volte, pareggiando solo l’ultima sfida disputata al San Paolo il 30 gennaio scorso.. La stranezza del dato è che la squadra azzurra dal suo ritorno in A è riuscita a battere, almeno una volta, tutte le squadre che militano nel massimo campionato, ad eccezione proprio del Genoa.

Prima dell’inizio di questo campionato anche la Roma non era mai stata battuta dal Napoli e qualche mese fa il presidente De Laurentiis espresse il desiderio e la volontà di vincere assolutamente contro Roma e Genoa. Il 3 ottobre scorso la truppa di Mazzarri lo accontentò vincendo contro la formazione giallorossa; è forse arrivato il momento di cancellare anche questa statistica.

[Mattia Sparagna – Fonte: www.tuttonapoli.net]