Napoli, il punto: successo firmato Higuain

93

logo-napoliNAPOLI – Una vittoria che vale tantissimo, soprattutto per come era iniziata. Una vittoria fortemente voluta con un campione che delizia i palati fini. Il suo nome è Gonzalo. Con lui in forma tutto è possibile e basterebbe poco per migliorare questa rosa. L’inizio è da brividi. Il gol subito dopo solo un minuto e trenta è una doccia gelata. Il solito errore, il solito gol subito da calcio d’angolo e dispiace dirlo sembra incredibile vedere l’ennesimo sbaglio di posizione in marcatura. La reazione però è molto buona, la grinta è quella giusta e alla fine del primo tempo possiamo dire che il 2-1 è anche stretto. Mertens, Inler e Ghoulam salgono in cattedra, Jorghinho trova giocate interessanti e il Napoli cresce minuto dopo minuto. I gol arrivano anche in ritardo. Higuain inventa un tocco prelibato sul cross dell’algerino e di testa beffa l’estremo difensore russo.

Poi Mertens ispiratissimo trova il penalty è ancora il Pipita non sbaglia. Nella ripresa il Napoli continua a spingere e la Dinamo deve pagare pegno anche con le ammonizioni. Gli azzurri spingono e arriva anche il terzo gol. Una giocata di Mertens di fino e Higuain inventa un gol da antologia. Il 3-1 potrebbe anche bastare ma il Napoli ci prova ancora. La Dinamo resta anche in dieci e il Napoli dovrebbe approfittarne ma il gol non arriva. Ci provano un po’ tutti ma il quarto gol non arriva. Nel finale c’è spazio anche Zuniga che prova a dare vivacità in avanti ma si vede che gli manca il ritmo gara. Il risultato è molto positivo soprattutto dopo l’inizio veramente brutto. A Mosca non sarà facile ma questo Napoli in coppa vuole ancora dire la sua.

[Francesco Molaro – Fonte: www.tuttonapoli.net]

Articoli correlati