Napoli, Sarri verso il turn over: spazio per Gabbiadini?

logo NapoliRiparte l’Europa League e il campionato si avvia alla sua fase più calda con impegni difficili uno dietro l’altro. Momento di scelte per Maurizio Sarri che dovrà usare al meglio tutta la rosa a disposizione. Gli ottimi risultati arrivati fino ad ora sono giunti facendo ricorso ai “titolarissimi” ma ora l’undici base potrebbe venir meno. Troppi impegni ravvicinati e nessuno di questi da sottovalutare. Il tecnico allora potrebbe scegliere di mischiare Napoli A e Napoli B per mettere in campo formazioni competitive in tutti gli impegni.

IL PRIMO IMPEGNO – Sarà contro il Villarreal domani sera. La squadra spagnola non va presa sotto gamba, è quarta nella Liga e viene da un filotto di risultati positivi. Inoltre fa del Madrigal uno dei suoi punti di forza. Sarri, quindi, dovrebbero cambiare qualcosa ma non fare una rivoluzione. Spazio molto probabilmente per Strinic, David Lopez,Chiriches, Mertens e forse anche Maggio. Il dubbio più grande riguarda l’attacco: lasciare fuori Higuain oppure metterlo in campo e dare una chance a Gabbiadini? Un dilemma difficile da scogliere.

PAZZA IDEA – La clamorosa idea che potrebbe essere passata nella testa di Sarri potrebbe essere quella di non scegliere: in campo insieme come ad inizio campionato. Un ritorno al 4-3-1-2. Appare folle, eppure forse non lo è. Rispetto all’inizio della stagione tante cose sono cambiate. La squadra ora ha ritmo, velocità, un gioco che funziona e soprattutto fiducia in quello che sa fare. Condizioni fondamentali per far girare bene la squadra che quando l’avventura di Sarri è cominciata non c’erano, anzi erano tanti i dubbi su come potesse esprimersi la squadra guidata dal tecnico ex Empoli.

I VANTAGGI – Non sarebbe soltanto Gabbiadini a trarne vantaggio. Con il 4-3-1-2 potrebbe trovare spazio anche El Kaddouri schierato finalmente nel suo ruolo naturale di trequartista. E potrebbe rifiatare Callejon che una vera alternativa sull’ala destra non ce l’ha. E potrebbe giovarne anche Valdifiori, sicuramente in campo anche perchèJorginho non è al meglio. Ad Empoli il regista ha mostrato il meglio di sé nel modulo con il trequartista ed in azzurro ha dimostrato fino ad ora, nonostante prestazioni tutto sommato positive, che quel riferimento tra le linee un po’ gli manca.

LE PERPLESSITA’ – Di dubbi ce ne sono riguardo a questa scelta. Non sappiamo se Sarri abbia continuato a lavorare sul modulo che pensava di adottare ad inizio campionato e soprattutto se la squadra sia pronta ad utilizzarlo di nuovo in una gara importante. E poi queste due settimane potrebbero essere decisive per la stagione del Napoli e forse non è il momento di togliere certezze. Considerazioni e dubbi che può scogliere soltanto chi ha il polso dello spogliatoio, Insomma, un’idea pazza, ma non è da escludere che Sarri ci stia almeno pensando.

[Dario De Martino – Fonte: www.tuttonapoli.net]