Palermo, il punto sul mercato

I dirigenti rosanero stanno costruendo la squadra che affronterà il prossimo campionato di serie A, campionato ricco di ambizioni per il Palermo, con il ritorno in europa e la qualificazione alla Champions League appena sfiorata ma sognata fino all’ultima giornata.

Il reparto offensivo è stato arricchito da due attaccanti di razza come Maccarone e Pinilla: una seconda punta tecnica ed esplosiva il primo, prima punta imponente e molto prolifica il secondo. Per definire compiutamente l’attacco, però, è necessario comprendere cosa sarà di Miccoli e Cavani. Se la cessione dell’uruguagio era stata già messa in preventivo, quella del capitano si è prospettata come un fulmine a ciel sereno, dato che sulla sua fantasia e imprevedibilità si contava di ripartire per fare grande il Palermo di domani. Chi vivrà vedrà.

A centrocampo, con la partenza di Bresciano e Simplicio, c’è qualcosa da rivedere, per il resto pare difficile che qualcun altro parta. Capitolo a parte per il vice-Liverani: l’ex laziale ha più volte manifestato la ferma volontà di cominciare il campionato con un rinnovo contrattuale per un altro anno, per non finire come Simplicio.

I silenzi del Palermo, però, lasciano intendere che non ci saranno incontri a breve per discutere della sua situazione, e anche se la pista Ledesma rimane “fredda”, non ci sentiamo di escludere che un playmaker potrebbe essere preso. Altro discorso per la difesa: Goian non ha dato sufficienti garanzie per essere considerato un possibile titolare, Kjaer sarebbe un punto fermo, ma sappiamo dell’interesse di numerosi importanti club, e pare probabile la sua cessione, Carrozzieri non rientrerà prima di aprile 2011 e in chissà quali condizioni, Bovo l’unico che pare certo di una maglia là dietro.

E’ di queste ore la notizia di un ritorno di fiamma per Toloi, centrale del Goias, su cui, però, ci sono anche importanti club italiani ed europei. Per quanto riguarda i terzini, pare tramontata l’ipotesi Clerc, e ciò dovrebbe poter significare la conferma di Cassani. Ciò non toglie, però, che due ricambi adeguati per il terzino destro e per Balzaretti debbano essere presi, per non ritrovarsi nella situazione di “emergenza” in cui ci si è trovati lo scorso anno, allorché una squalifica o un infortunio mettano k.o. uno dei due. I dubbi da sciogliere, insomma, sono parecchi ma per la porta, quantomeno, una certezza c’è e si chiama Salvatore Sirigu.
[Salvo Sciarabba – Fonte: www.tuttopalermo.net]