Palermo, il ritratto di Dorin… Gray

Non sappiamo se questo ragazzone tenga un suo ritratto in soffitta. Un ritratto coperto, in cui il volto e la gioventù vanno di pari passo, in barba al tempo che scorre. Crediamo di no, comunque. E non per i segni di una vecchiaia ancora lontana, ma perché Dorin Nicolae Goian, i suoi pregi li ha sempre messi in mostra al pari dei difetti. A differenza del quasi omonimo Dorian, venuto fuori dalla penna di Oscar Wilde, infatti, lo stopper rumeno in rosanero ha fatto vedere cose buone e cose non buone. Ad estremi di questo percorso possiamo mettere l’errore in disimpegno che costò al Palermo il primo gol subito, a firma Maxi Lopez, nel derby perso a Catania due anni fa, e il gol vittoria nell’ultimo Palermo-Milan andato di scena alla Favorita. Il flop ed il top di un’esperienza rosa senza infamia e senza lode. Grey appunto, grigia…

Eppure, a voler essere onesti, questo ragazzo è un ambasciatore rumeno d’inestimabile valore. Che con l’educazione e la professionalità straccia in un attimo il cliché del rumeno che diversi suoi connazionali ed una comunità talvolta xenofoba hanno contribuito a creare. Dorin Goian è l’antitesi di Dorian Gray, con quello sguardo dolce, quel sorriso di difesa, quella personalità un po’ timida. Dorin Goian è un calciatore forte, forse un po’ lento nello scatto, certamente corretto. Ed è per questo che crediamo che in Scozia, dove a giorni approderà alla corte dei Glasgow Rangers, potrà dipingere una bella pagina, forse l’ultima di un’onestissima carriera.

In un calcio  meno esplosivo fisicamente e tecnicamente di quello italiano, potrà mettere in mostra le sue qualità con la tenacia e il fair-play  che sempre lo hanno contraddistinto.  Forse molti sportivi non ti hanno apprezzato, Dorin. Forse la stampa non ti ha reso merito… Ma in fondo, come disse Oscar Wilde: Che cosa si dice di un uomo non è importante. Il punto che conta è chi lo dice. E quel che diciamo noi di TuttoPalermo.net è che ci mancherai. Ci mancherai perché bisognerebbe affezionarsi solo alla maglia, ma dietro questa talvolta ci sono uomini perbene. Ci mancherai, e il ritratto che a Palermo resterà di te, non imbruttirà nella nostra soffitta.

[Francesco Gioè – Fonte: www.tuttopalermo.net]