La dimensione Messi-Ronaldo non potrà mai spezzarsi

159

La dimensione Messi-Ronaldo non potrà mai spezzarsi

Quest’oggi verranno ufficializzati i trenta candidati al Pallone D’Oro 2018, dopo dieci anni il duopolio Messi-Ronaldo potrebbe essere spezzato ma..

PARIGI – Nella giornata di oggi verranno ufficialmente presentati i 30 candidati al prossimo Pallone D’Oro. Dopo dieci anni il duopolio Messi-Ronaldo potrebbe essere spezzato da tre interpreti che ambiscono alla parte di “Miglior attore protagonista” del 2018. C’è quel terzetto formato da Mbappé, Griezmann e Modric che, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbe pronto ad interrompere il dominio di quei due fuoriclasse che stanno riscrivendo la storia del calcio da quasi tre lustri. Non si può non cominciare dal più giovane, da quel diciannovenne (20 anni li farà a dicembre) che, nella serata di ieri, ha sotterrato il Lione mettendo a segno quattro reti in tredici minuti, nessuno c’era mai riuscito nelle 45 precedenti edizioni del campionato francese. Kyilian Mbappè ed il suo talento non li scopriamo certo ieri sera ma ciò che sorprende sono la naturalezza e la tecnica che non sono comuni per un ragazzo di quasi vent’anni che, questa estate, ha trascinato la Francia sul tetto del mondo.

L’ex Monaco non era solo nell’avventura russa visto che nella lotta al Pallone D’Oro vuole esserci anche Antoine Griezmann: il fuoriclasse francese, oltre alla Coppa del Mondo alzata in quel di Mosca, ha portato a casa anche l’Europa League mettendo a segno una doppietta che ha permesso all’Atletico Madrid di sconfiggere il Marsiglia. Non è tutto visto che la squadra di Simeone ha esultato anche ad agosto battendo i cugini del Real Madrid nella finale di Supercoppa Europea. Dall’altra parte della città castigliana c’è il terzo candidato al Pallone D’Oro: Luka Modric. Il miglior centrocampista al mondo, nella scorsa stagione, ha portato a casa la sua terza Champions League consecutiva e al Mondiale ha trascinato la sua Croazia in finale, risultato migliore di sempre in Coppa del Mondo per la Nazionale Croata. Dopo aver soffiato a Ronaldo i due premi precedenti il favorito sembra essere lui ma, France Football, potrebbe rimescolare le carte.

Dopo dieci anni, dunque, il dominio di Leo e Cristiano potrebbe spezzarsi? E’ una domanda che all’interno già nasconde la risposta dei due G.O.A.T. Il prossimo futuro nasconde un grande ma, gigante come la solita fame che stanno mettendo i due alieni in questo inizio di stagione. Il loro trono potrebbe vacillare per un anno ma le idee ben chiare per riprenderselo ce l’hanno entrambi e le motivazioni non mancano di certo: da una parte c’è il fuoriclasse argentino che, in questa stagione, ha messo a segno 11 reti e 6 assist, oltre a 9 pali. Sono sei le reti messe a segno dal capitano del Barcellona in Liga mentre in Champions Messi ha già realizzato 5 reti in due partite. La coppa dalle grandi orecchie è il vero obiettivo della Pulce che, in caso di successo, aggancerebbe proprio Ronaldo a cinque Il Barca non la vince dal 2015 quando, in quel di Berlino, i catalani vinsero proprio contro la Juventus.

Dall’altra parte c’è il fenomeno portoghese che, dopo otto partite alla Juventus, ha messo a segno quattro reti. Dopo un avvio povero, dal punto di vista realizzativo, l’ex giocatore del Real Madrid ha alzato i giri del motore segnando quattro gol nelle ultime cinque partite. In Champions League tornerà alla terza giornata, in quel di Manchester, dopo l’ingiusta espulsione inflittagli a Valencia. Cristiano, che di Champions ne ha vinte 5, va a caccia di un altro record: essere il secondo giocatore della storia, dopo Seedorf, a vincere la Champions League con tre squadre diverse. Il loro trono potrebbe essere messo in stand-by per un anno ma quel mondo parallelo in cui abitano da dieci anni non potrà mai essere colonizzato. Perché quei due abitanti di terre sconfinate hanno ancora una fame gigante, più potente e pesante dell’oro.

Articoli correlati