Il pilota Daniele Liuni parla della stagione CRV 2024

76 0
daniele liuni
foto Liuni – CRV 2024

Nei giorni scorsi Daniele Liuni (nella foto) si è classificato terzo nella sua categoria, la Expert 1000, nella terza gara del CRV 2024. E’ stato il suo primo podio. Conosciuto come “Brocar” dal nome della sua officina auto, ha 45 anni e da 7 frequenta solo il mondo delle piste: attualmente corre su di una BMW rr 2022. E’ un meccanico auto, appunto, ed ha gestito due officine auto a Torino. Dopo Misano Adriatico, gli abbiamo rivolto tre domande per fare il punto della situazione e scoprire, in anticipo, i segreti del prossimo evento.

Liuni, sul circuito di Misano hai tagliato il traguardo per terzo. Te lo aspettavi? Ora cosa ti attendi dalla stagione del CRV 2024?

“Sinceramente no, anche questo campionato ha un livello agonistico e sempre alto, i tempi sono molto interessanti e fare di meglio è sempre un obbiettivo. Il prossimo anno ci sarà un cambio moto, passero su una Ducati per avere una moto più facile da usura e da gestire”.

Che suggerimenti ti senti di dare al presidente e organizzatore novarese, Alessandro De Gregori, per migliorare, laddove possibile, la gestione del campionato che per la seconda volta quest’anno è a livello interregionale?

“Direi che e stato tutto perfetto, non abbiamo avuto nessuno problema di organizzazione, quindi la strada e quella giusta”.

La prossima gara sarà il 28 luglio a Varano de’ Melegari Quali le caratteristiche principali della pista?

“Varano e stata sempre una pista molto tecnica, poco veloce, i sorpassi vanno gestiti alla perfezione. Sarà la penultima gara, quindi bisogerà dare il meglio del meglio”.