Play off, Empoli-Livorno 1-1: nel segno di Duncan

241

logo_lega_serie_bEMPOLI- Un Livorno con un grande carattere strappa un preziosissimo pareggio nella finale di andata contro l’Empoli e ora guarda con rinnovato ottimismo versola gara di ritorno in programma domenica sera al “Picchi”. Gara nel segno di Alfred Duncan: nel primo tempo scivola e propizia il vantaggio empolese nella ripresa “rimedia” firmando il pareggio con un autentico golaço.

Nicola sceglie con il centrocampo folto visto a Brescia e, come al “Rigamonti”, rinuncia a Dionisi. Sulla fascia Gemiti vince il ballottaggio con Lambrughi. Nell’Empoli Sarri schiera la formazione annunciata con il tridente Saponara-Tavano-Maccarone. L’avvio è da brividi. I padroni di casa partono a mille, Saponara è scatenato e fa quello che vuole, Tavano e Big Mac graffiano e Mazzoni deve metterci i guantoni più di una volta. Il gol empolese però è nell’aria e puntuale arriva alla mezzora: Duncan scivola e perde palla Maccarone ne approfitta e serve Ciccio Tavano che solo davanti alla porta amaranto con un tocco morbido firma il più classico dei gol dell’ex. Gli amaranto si vedono solo nel finale grazie a un’uscita terribile di Bassi che Belingheri per poco non capitalizza in acrobazia. Il primo tempo termina con gli azzurri meritatamente in vantaggio e, come se non bastasse, Belingheri diffidato, si becca un giallo pesantissimo. Domenica non ci sarà.

Nella ripresa il Livorno appare trasformato costringendo l’Empoli ad un atteggiamento decisamente più attendista. Amaranto pericolosi con Paulinho ma soprattutto con Emerson che dalla distanza fa passare più di un brivido agli azzurri che si fanno vedere dalle parti di Mazzoni solo con l’indemoniato Saponara. La svolta del match arriva al 22′ quando il Borges amaranto calcia una splendida punizione su cui Bassi si salva con l’aiuto della traversa. É la scossa decisiva. L’Empoli ha paura, il Livorno ci crede. E una manciata di minuti dopo arriva il meritatissimo pareggio: il blitz di Duncan in area azzurra si risolve con missile terrificante che si sbriciola nel “sette”. Un gol mostruoso. L’Empoli sbanda paurosamente, Paulinho semina il panico e Hysaj e compagni sbrogliano non senza affanno situazioni che si fanno sempre più pericolose. Nel finale l’Empoli generosamente ci prova  ma senza successo. Al “Castellani” finisce 1-1, a Livorno domenica basterà non perdere per completare l’opera. Ormai manca un solo gradino, l’ultimo.

TABELLINO:

Empoli (4-3-1-2): Bassi; Laurini, Regini, Hysaj, Tonelli; Moro, Valdifiori, Saponara, Croce (66′ Signorelli) (82′ Casoli); Maccarone (86′ Mchedlidze), Tavano. A disp.: Pelagotti, Romeo, Gigliotti, Pucciarelli. All. Sarri.

Livorno (3-5-1-1): Mazzoni; Ceccherini, Emerson, Bernardini; Gemiti, Luci, Gentsoglou, Duncan, Schiattarella; Belingheri; Paulinho. A disp.: Aldegani, Decarli, Salviato, Lambrughi, Bigazzi, Dionisi, Dell’Agnello. All. Nicola

Arbitro: Irrati di Pistoia

Reti: 30′ Tavano (E), 73′ Duncan (L)

Ammoniti: Belingheri (L), Saponara (E), Regini (E), Croce (E)

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 4 minuti nella ripresa.

[Luca Aprea – Fonte: www.amaranta.it]

Articoli correlati