Real Madrid, Ancelotti: “Benzema deve fare 50 gol, provo affetto per Bale”

8

Le parole di Carlo Ancelotti, nuovo allenatore del Real Madrid, nella conferenza stampa di presentazione insieme a Florentino Perez.

MADRID – Giornata di presentazione, la seconda, per Carlo Ancelotti al Real Madrid. Queste le parole del tecnico in conferenza stampa: “Grazie al presidente e a José Angel, sono molto contento di essere qui, sono a casa. Metterò tutte le mie energie per poter ripetere ciò che abbiamo fatto in passato. Ho un ottimo ricordo della mia altra tappa qui. Credo che andremo a ripetere qualcosa di buono in questa esperienza. So cosa significa allenare il Real Madrid, lo faccio con molta felicità. Proverò a farlo al massimo”.

Sul rinnovo di Sergio Ramos: “Il Real Madrid se la giocherà in tutte le competizioni e lo farà con la migliore squadra possibile. A proposito di Ramos, sono arrivato adesso e devo parlare con il club di tutto questo. Lo faremo nei prossimi giorni. Non riuscivo a immaginare un Madrid senza Ancelotti, ma è successo. Il ritorno è stato velocissimo e non ho avuto il tempo di parlare della rosa. Conosco bene i giocatori. Mi piace molto tornare indietro e lavorare di nuovo con loro. Quale sarà il futuro, lo vedremo nei prossimi giorni perché non abbiamo ancora avuto tempo”.

Su Mbappé: “I giocatori di qualità ti danno più possibilità di vincere. È importante avere una squadra che abbia equilibrio, qualità, capacità di sacrificio, che sappia giocare insieme… Poi, è chiaro che l’individualità dei giocatori ti dà qualcos’altro. Ma la capacità di giocare insieme è molto importante”. Sulla stagione: “Carlo Ancelotti non è lo stesso di sei anni fa, ho sei anni in più, più esperienza, che può essere positivo o negativo. Mi sono trovato molto bene all’Everton, un club familiare e a cui sono legato. Anche le esperienze negative sono esperienze in cui puoi crescere, e la rosa, in generale, è molto buona. Kross, Modric, Benzema, Sergio Ramos, un gruppo giovane e con qualità, come Rodrigo, Vinicius, Valverde. La rosa è di qualità, ma nel dettaglio dovremo ridurre i giocatori e decideremo come fare”.

Sull’attacco: “Benzema deve giocare e segnare 50 gol, non 30. Poi gli altri devono dare il loro contributo. Sono giocatori che sono qui, hanno qualità, sono felice per Karim, è migliorato molto. Vedremo che succederà, l’obiettivo sarà quello di segnare di più, ma non solo cercando una punta da trenta gol, ma cercando i gol da altre posizioni in campo. Non serve comprare un attaccante forte che segni molto, ma trovare un sistema con una mentalità offensiva. Bale  non ha giocato molto, non ha avuto molti minuti in Premier ma ha segnato molto. E’ stato molto efficace nel finale, ha segnato molto e ha avuto la possibilità di giocare con più continuità. Se ha la motivazione per provare a giocare meglio può essere un giocatore che ci regali una grande stagione, non ho dubbi”.

Articoli correlati