Rebus Zarate: i tifosi vogliono la conferma, la società tentenna…

E pur si muove, qualcosa intorno a Mauro Zarate. Ormai è certo che il dieci della Lazio, non sia più intoccabile, lo ha confermato Lotito in tutte le dichiarazioni rilasciate finora: “Se dovesse arrivare un’offerta la valuteremo”, tradotto significa che nel caso in cui arrivasse in sede un’offerta da 20-25 milioni, Zarate verrebbe ceduto. Siamo, però, ancora nel campo delle congetture, per ora nessuna offerta del genere è arrivata e difficilmente verrà recapitata a strettissimo giro di posta. A differenza da quanto si è vociferato nelle ultime ore, il Psg non è vicino a chiudere con la Lazio per Zarate e l’avvocato Bozzo non ha in agenda viaggi a Parigi.

Come scrive Il Messaggero, a firma Daniele Magliocchetti, Leonardo, appena insediatosi alla corte del nuovo Psg, ha inserito Mauro Zarate in una lista di nomi su cui puntare: di questo elenco fanno parte anche Menez e Ganso. Ora l’ex tecnico di Milan e Inter, starebbe valutando l’idea di recapitare un’offerta alla Lazio. A Leo, Zarate calcisticamente piace, è affascinato dai giocatori di talento, ma il carattere dell’argentino non lo convince appieno. Il Psg ha un budget di 150 milioni per il mercato, ma è molto difficile che i francesi arrivino a spendere le cifre richieste da Lotito. Contatti tra l’entourage del calciatore e il club francese ci sono stati, ma solo per sondare il terreno e richiedere qualche informazione. Quello che hanno fatto anche Atletico Madrid, Villarreal, Tottenham e Man.City.

L’unica candidatura reale sembra essere quella dei Colchoneros: con la cessione di Aguero al City (e quindi con i Citizens tagliati fuori) l’Atletico avrebbe il cash per puntare a Zarate, ma l’argentino non sembra essere la prima scelta degli spagnoli, che reputano troppo alta la valutazione di Maurito. Qualcosa si potrebbe muovere la prossima settimana, quando inizierà il “valzer dei numeri 10” che potrebbe creare un effetto domino, capace di coinvolgere anche il talento di Haedo. Zarare, intanto, sgobba in ritiro, sta entrando in forma ed è sorridente: dipendesse da lui non si muoverebbe, nonostante la concorrenza di Klose e Cissè. I tifosi lo vogliono vedere ancora in biancoceleste, sognano di vederlo accanto al panzer tedesco e al leone francese: nonostante tutto, Zarate è ancora il più amato.

[Marco Valerio Bava – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]