Reja: “Questa vittoria ci rilancia, siamo stati bravi a livello caratteriale”

logo-lazioLa Lazio sfata dopo otto mesi il tabù trasferta ed espugna per 3-2 il Friuli di Udine. Una sfida palpitante in cui i biancocelesti hanno recuperato due volte lo svantaggio e a tre minuti dal termine hanno trovato la rete decisiva con un’invenzione di Hernanes.

Dovevi tornare a casa tua per vincere in trasferta…

Era passato troppo tempo dalla vittoria. É arrivato un successo contro una squadra che mi sta simpatica, mi sono vendicato delle due Champions perse. Ci voleva, questa vittoria ci rilancia. Peccato che contro la Juve ci mancheranno dei giocatori, ci tenevo a giocarmela al meglio. Sapevo come giocava l’Udinese, ci ha messi in difficoltà. Abbiamo fatto degli errori, qualcuno mi ha chiesto se mi sono pentito. Il primo tempo abbiamo fraseggiato bene. con qualche errore abbiamo permesso a loro di trovare il gol. Tutto bene quel che finisce bene, ma siamo stati bravi a livello caratteriale. Complimenti a loro.

Ti sei arrabbiato per la mancata esultanza sul pareggio?

Si. Non si sono resi conto, ma mi sono incavolato. Ho chiesto se lo avevano annullato, che roba è.

Hernanes protagonista. L’esclusione nasce da un discorso tattico?

Lui mi dava l’impressione in settimana di essere spento. Gli vanno fatti i complimenti per come ha reagito quando gli ho detto la formazione. Era in panchina, ha caricato i compagni, è attaccato alla maglia e alla squadra. Quando è entrato ha cambiato tutto. Se lui torna il giocatore che conosco… Si incavola quando lo cambio visto che è stato il più sostituito. Lo infastidisce andare fuori, ma un vero professionista.

La classifica?

Sono arrivato che guardavo dietro, adesso abbiamo un calendario difficile. Questa squadra ha valori importanti, se lavoriamo al massimo ci toglieremo delle soddisfazioni

La difesa a tre..

Loro sono bravi a trovare i corridoi. Noi l’avevamo preparata bene, ma siamo stati poco attenti e concentrati. Non abbiamo calcolato bene gli spazi e potevamo andare sul 2-0

Come sta Ederson?

Ha uno stiramento, una situazione delicata. L’ho inserito per metterlo dietro le due punte, ma l’espulsione ha cambiato le cose. Con Hernanes è stato il destino forse… Ho messo Hernanes non avendo mediani e registi, delle volte il calcio è strano. Loro potevano sfruttare le ripartenze e devo ringraziare Lulic per il recupero straordinario. Devo dire bravi ai ragazzi.

Oggi si è visto un miglioramento fisico?

Si, assolutamente. Anche all’inizio ho visto cose positive. Inizio a rivedere la mia Lazio come spirito, ripartenze e competività. Se ritroviamo questo, mi reputo soddisfatto. Vedendo le partite con Inter e Parma era da mettersi le mani nei capelli, oggi siamo stati attivi per 90 minuti.

Marchetti?

Si è alzato, ha fatto colazione e il medico mi ha chiamato. Ha vomitato, aveva giramenti di testa. Nulla di grave comunque.

[Antoniomaria Pietoso – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]