Reja recupera Biava e testa la coppia Brocchi-Matuzalem…ma Ledesma resta in corsa

FORMELLO – Biava recuperato, due maglie per tre giocatori a centrocampo. Per Edy Reja, il dopo Coppa Italia si apre con una buona notizia dall’infermeria e con un dubbio di formazione, che sarà definitivamente sciolto solo oggi nel corso dell’ultima rifinitura. Dalla “Lazio due” a quella che si è resa protagonista nelle prime 13 giornate di campionato, tornano i problemi di abbondanza per il tecnico goriziano che in attesa di sciogliere il ballottaggio tra Brocchi, Matuzalem e Ledesma sorride per il recupero del difensore bergamasco. La distorsione alla caviglia rimediata con il Parma è stata smaltita, contro il Catania sarà regolarmente al centro della difesa. Dopo essersi limitato ad un lavoro personalizzato (fisioterapia e piscina) nelle prime due sedute della settimana, già giovedì mattina l’ex genoano era tornato a lavorare sul terreno di gioco, seppur in modo differenziato.

Ieri è arrivato il via libera definitivo, quando ha ripreso a tutti gli effetti con il resto della compagnia, con cui ha disputato anche la partitella tattica. Se allarme si poteva considerare è già rientrato: non salterà l’impegno contro la squadra che lo scorso 7 febbraio lo vide protagonista per la prima volta in biancoceleste. In quella circostanza, Ballardini lo utilizzò da terzino destro, esponendolo ad una prestazione in chiaro-scuro. Dieci mesi dopo sarà riproposto regolarmente in coppia con Andrè Dias, con il quale guiderà un quartetto completato dai soliti Lichtsteiner e Radu. La meniscopatia non sta fermando il rumeno, che da una settimana a questa parte non ha mai disertato un allenamento con il resto della squadra. In accordo con lo staff medico e con il tecnico proseguirà a svolgere una regolare attività agonistica, fino a quando l’infiammazione tornerà a farsi sentire. Solo in coincidenza con la sosta natalizia, poi, prenderà una decisione sull’eventuale intervento chirurgico in artroscopia, tanto richiesto dalla federazione rumena.

LEDESMA ANCORA OUT? – Archiviata la parentesi con l’Albinoleffe, contro la compagine di Giampaolo tornerà la “Lazio uno” e con lei l’assetto a due mediani e tre trequartisti. A guidare il reparto offensivo da unica punta centrale sarà per la terza volta consecutiva Mauro Zàrate (il fastidio al polpaccio è svanito), che sarà supportato in prima battuta da Floccari. Sulle corsie esterne, rispettivamente a destra e a sinistra, saranno confermati Hernanes e Mauri, che in fase di non possesso avranno il solito compito di affiancare i due perni di centrocampo. E’ in questa zona che si concentra l’unico vero dubbio del momento. Sulla carta, il candidato numero uno all’esclusione dovrebbe essere ancora una volta Ledesma, reduce dall’ora di gioco in Coppa Italia. Ma la scelta è tutt’altro che scontata, nonostante ieri fossero proprio Brocchi e Matuzalem (ha superato il lieve affaticamento di inizio settimana) a fare coppia nelle prime vere prove tattiche della settimana. Un’indicazione parziale, visto che il l’italo-argentino di Reja si è limitato ad una sessione prettamente defaticante insieme ai protagonisti del passaggio del turno con l’Albinoleffe. Il testa a testa a tre è ancora apertissimo, per la soluzione basta attendere l’ultimo allenamento di oggi, in cui Reja sarà costretto a scoprire le carte.

[Daniele Baldini – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]