Reja ritrova Matuzalem, ma Sculli rischia ancora

Rientra Matuzalem: tutto il resto è un dubbio. Mauri sarà squalificato, Ledesma è entrato in diffida, Radu è out, Stendardo si è stirato, Diakitè non è recuperabile, Sculli rischia di restare fuori anche contro la Juventus.

Oggi riprenderanno gli allenamenti a Formello, c’è da preparare la sfida alla Vecchia Signora facendo fronte all’emergenza. I problemi principali si registrano in difesa, per sua fortuna Biava e Dias a Milano non hanno beccato cartellini gialli (sono diffidati), in caso d’assenza l’unico sostituto disponibile sarebbe Scaloni.

IL PERICOLO – Il grande pericolo si chiama “diffida”, dopo il match contro l’Inter l’incubo di non poter partecipare alla sfida di Udine riguarda ben sette biancocelesti: Ledesma, Biava, Dias, Brocchi, Bresciano, Kozak e Stendardo. La formazione anti Juve andrà decisa con calma, valutando le condizioni di tutti i giocatori. Sculli è in bilico, rischia di non poter sostituire lo squalificato Mauri per via della discopatia. La sua assenza darebbe speranza ad Alvaro Gonzalez.

STENDARDO – L’ultimo infortunio in ordine di tempo è stato quello di Guglielmo Stendardo. Si è procurato, nella rifinitura di sabato, un stiramento al polpaccio sinistro: la risonanza magnetica ha evidenziato una lesione di primo grado, salterà il match contro la Juventus e quello contro l’Udinese, spera di essere pronto per Lazio-Genoa.

MATUZALEM – Reja si può consolare con il recupero di Francelino Matuzalem. Ha scontato, come riporta il Corriere dello sport, i quattro turni di stop, non gioca da Lazio-Cesena del 19 marzo. Ha voglia di riscatto, spera di tornare titolare, di riprendersi il posto. Stava attraversando un ottimo periodo di forma, formava con Ledesma un eccellente coppia di centrocampo ma il colpo proibito rifilato a Jimenez rovinò tutto. Matuzalem ha saltato la sfida di Napoli, quella contro il Parma, contro il Catania e l’Inter. Ora può tornare ad aiutare i compagni per il finale di stagione, la parte più calda, più difficile di un’intera annata.

[Valerio Spadoni – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]