Salernitana – Cagliari 1-1: Altare trova il pari al 99esimo minuto

1794

Salernitana Cagliari cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Salernitana – Cagliari dell’8 maggio 2022 in diretta: succede tutto nella ripresa con il vantaggio dei campani con Verdi ma proprio allo scadere arriva il pari dei sardi

SALERNO – Domenica 8 maggio, alle ore 15, allo Stadio “Arechi” di Salerno, andrà in scena lo scontro salvezza Salernitana – Cagliari, valido per la trentaseiesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2021/2022. In palio punti pesantissimi perché le due squadre, quando mancano 180′ alla fine del torneo, sono distanziate da una sola lunghezza e, in virtù anche dell’1-1 dell’andata, il risultato del ritorno sarà essenziale in caso di parità alla fine della stagione. Per tutti, quindi, vietato sbagliare.

Cronaca con commento in tempo reale

RISULTATO IN DIRETTA: SALERNITANA-CAGLIARI 1-1

SECONDO TEMPO

45 10' La partita si chiude qui! 1-1 tra Salernitana e Cagliari! Gara rocambolesca. Grazie per averci seguito, alla prossima!

45 9' Pareggio del Cagliari! Segna Altare di testa! Assurdo!

45' 6' Altri quattro minuti di recupero.

45' 3' Rigore per il Cagliari! Sepe esce al limite dell'area e mette giù Baselli. Ma il Var non conferma il penalty! 

45' Ci saranno sei minuti di recupero.

42' Ammonito Radovanovic.

41' Incoccia anche Joao Pedro ma il tentativo è centrale, Sepe abbraccia il pallone.

40' Esce Verdi, entra Perotti.

39' Ammonito Zortea.

37' Colpo di testa pericoloso di Ederson, che manca di pochissimo il sette.

36' Entra Zortea, esce Ruggeri. Esce Djuric, entra Bonazzoli.

34' Entra Baselli, esce Ceppitelli.

31' La Salernitana si salva grazie al palo destro di Sepe, scheggiato da Grassi!

30' Siamo alla mezz'ora della ripresa: la Salernitana conduce di misura in mezzo a un certo nervosismo che ha portato anche a un cartellino rosso.

26' Escono Pavoletti e Deiola, entrano Keita e Pereiro.

25' Espulso Ribery in panchina!

24' Parapiglia vicino alla panchina del Cagliari dove Verdi è andato a esultare.

23' Dal dischetto va Verdi: tiro con il destro, è goal! granata in vantaggio!

22' Ammonito Cragno per proteste.

20' Rigore per la Salernitana! Kastanos messo a terra da Lovato.

18' Ammonito Pavoletti per fallo su Coulibaly.

15' Esce Bohinen, entra Kastanos.

14' Esce Rog, entra Marin.

10' Un bel Cagliari in questo inizio di seconda fase.

9' Ammonito Bohinen.

5' Primi cinque minuti della ripresa, ancora con il punteggio invariato.

3' Calcio d'angolo battuto da Fazio, ma non accade niente di interessante.

1' Comincia il secondo tempo.

PRIMO TEMPO

45' 1' La prima frazione termina qui, a più tardi per la cronaca della ripresa.

45' Ci sarà un minuto di recupero.

44' La Salernitana è più aggressiva del Cagliari ma senza riuscire a sbloccare la situazione. Primo tempo molto tattico, d'altronde la posta in palio è altissima.

40' Ultimi cinque minuti di gioco, recupero escluso. Vediamo se una delle due compagini riuscirà a trovare il goal prima di andare negli spogliatoi.

36' Verdi con il mancino, dalla distanza, sorvola di molto la traversa.

35' Mancano dieci minuti al termine del primo tempo, punteggio ancora inchiodato sullo 0-0.

32' Si fa sotto Djuric di testa, ma Cragno abbraccia senza problemi.

30' Eccoci giunti alla mezz'ora, sempre sul pareggio a occhiali.

29' Mazzocchi crossa per Ederson, e Bellanova in diagonale manda in corner per la Salernitana. Nulla di fatto dai successivi sviluppi.

28' Le due squadre continuano a non farsi male.

25' Arrivati al venticinquesimo minuto la partita inizia a essere spezzettata, seppur corretta vista la mancanza di falli.

23' Tentativo di Verdi con il mancino a cercare Djuric, ma quest'ultimo non ci arriva.

22' Da qualche minuto non piove più sull'Arechi ma il pallone resta scivoloso.

21' Da posizione defilata ci prova Joao Pedro, Sepe non si fa impensierire.

16' Mazzocchi crossa per Djuric ma il tiro è impreciso.

15' Siamo al quarto d'ora, persiste il pareggio a reti bianche.

14' Pavoletti incoccia mandando di poco fuori.

11' Gyomber manda in calcio d'angolo, ma poi Lykogiannis sfrutta male l'occasione.

10' Dopo dieci minuti il risultato non si è ancora sbloccato.

9' Joao Pedro serve Pavoletti che però non riesce a sorprendere Sepe.

8' All’andata, disputatasi lo scorso 16 novembre nell’Unipol Domus, era finita 1-1 con goal di Pavoletti e Bonazzoli.

7' Cross di Altare per Bellanova, che però non riesce ad arrivare sulla sfera. 

6' Nell’unico precedente giocato finora nel massimo campionato, i rossoblù si erano imposti per 3-1: era il 6 gennaio del 1999.

5' Primi cinque minuti ancora a reti inviolate.

4' In classifica le due squadre si trovano, rispettivamente, al quartultimo e terzultimo posto con 29 e 28 punti.

3' Fazio si procura un calcio d'angolo: poca fortuna dalla bandierina.

2' Il match è valevole per la 36esima giornata del campionato di Serie A. La squadra di Nicola, uscita dalla zona retrocessione, è ormai lanciatissima verso un'inaspettata salvezza.

1' La partita è cominciata.

Buon pomeriggio dall'Arechi, dove tra poco avrà inizio l'attesa gara tra Salernitana e Cagliari. Domenica 8 maggio dalle ore 17 le formazioni ufficiali, dalle ore 18 la cronaca con commento in diretta della partita.

TABELLINO

SALERNITANA (3-5-2): Sepe; Gyomber, Radovanovic, Fazio; Mazzocchi, Ederson, Bohinen, L. Coulibaly, Ruggeri (36' st Zortea); Verdi (40' st Perotti), Djuric (36' st Bonazzoli). All. Nicola

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Ceppitelli (34' st Baselli), Lovato, Altare; Bellanova, Deiola, Grassi, Rog (14' st Marin), Lykogiannis; Joao Pedro, Pavoletti. All. Agostini

Reti: 23' st Verdi, 54' st Altare 

Recupero: 1' pt, 10' st 

Ammoniti: Bohinen, Pavoletti, Cragno, Zortea, Radovanovic

Espulsi: Ribery  

Arbitro: Di Bello

Guardalinee: Bindoni e Baccini. Quarto Ufficiale: Pezzuto. Var: Mazzoleni. Avar: Meli

Formazioni ufficiali di Salernitana – Cagliari

SALERNITANA (3-5-2): Sepe; Gyomber, Radovanovic, Fazio; Mazzocchi, Ederson, Bohinen, L. Coulibaly, Ruggeri; Verdi, Djuric. A disposizione: Belec, Russo, Ribery, Bonazzoli, Di Tacchio, Kastanos, Zortea, Obi, Dragusin, Gagliolo, Mikael, Perotti. Allenatore: Nicola

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Ceppitelli, Lovato, Altare; Bellanova, Deiola, Grassi, Rog, Lykogiannis; Joao Pedro, Pavoletti. A disposizione: Aresti, Radunovic, Carboni, Dalbert, Goldaniga, Walukievicz, Zappa, Baselli, Marin, Strootman, Keita, Baldé, Pereiro. Allenatore: Agostini

I convocati della Salernitana

Portieri: Belec, Fiorillo, Russo, Sepe.
Difensori: Dragusin, Fazio, Gagliolo, Gyomber, Ruggeri;
Centrocampisti: Bohinen, Capezzi, Coulibaly L., Di Tacchio, Ederson, Kastanos, Mazzocchi, Obi, Radovanovic, Zortea;
Attaccanti: Bonazzoli, Djuric, Mikael, Perotti, Ribery, Verdi.

I convocati del Cagliari

Portieri: Aresti, Cragno, Radunovic.
Difensori: Altare, Bellanova, Carboni, Ceppitelli, Goldaniga, Lykogiannis, Lovato, Walukiewicz, Zappa.
Centrocampisti: Baselli, Dalbert, Deiola, Grassi, Marin, Rog, Strootman.
Attaccanti: Joao Pedro, Keita Baldé, Pavoletti, Pereiro

Le dichiarazioni di Nicola alla vigilia

“Domani incontriamo una squadra che ha cambiato allenatore e noi ci stiamo preparando a tutto. Ci attende una partita tosta sotto tutti i punti di vista. Ci sono ancora tre partite da giocare e vogliamo dare tutto per conquistare questo sogno. I ragazzi stanno bene perché vedono che il lavoro che stanno facendo sta portando un’espressione di gioco importante. Siamo alimentati da un’energia e un’euforia incredibile. Qualsiasi cosa che stiamo facendo si può fare meglio, questa deve essere la nostra ambizione. Lo sport ad alti livelli è da sempre appannaggio dei grandi capoluoghi in tutto il mondo, eppure ci sono realtà di medie dimensioni in grado di raccontare storie dal valore umano elevatissimo. Ho detto ai ragazzi che Salerno è un posto meraviglioso, a volte penso che sia moralmente giusto che città del genere raggiungano determinati risultati e sarebbe straordinario se tutti insieme riuscissimo, questa volta, a sovvertire il consueto andamento delle cose. La Salernitana è una squadra neopromossa ma non è scritto da nessuna parte che con un percorso adeguato, l’ambizione adeguata, l’energia adeguata e con la nostra gente non sia possibile raggiungere traguardi importanti. Per me è importante che i ragazzi capiscano questo oltre al lavoro da fare in campo, in questo modo si crea il connubio giusto. Voglio che si concentrino sul fatto che quello che hanno fatto è arrivato attraverso il lavoro e devono avere l’ambizione di esprimersi sempre meglio. Ci prendiamo tutto il tempo a disposizione per valutare bene la formazione migliore da mettere in campo. Abbiamo dimostrato di fare questa rincorsa perché non abbiamo mai fatto calcoli e non abbiamo mai trovato alibi. Adesso c’è una lotta bellissima che ci gasa, sembravamo non poter lottare invece siamo lì ma c’è da pedalare ancora. Bisogna farlo perché i ragazzi lo meritano e la città lo merita. A me piace giocare frequentemente perché significa che abbiamo la possibilità di competere. Fin dal mio arrivo i ragazzi hanno sempre dimostrato massima disponibilità nel voler intraprendere un certo tipo di discorso, con la voglia di proporre un certo tipo di gioco ed essere aggressivi. Vedo una voglia matta di poter raggiungere qualcosa per cui lavoriamo da mesi, vedo una città che vuole dimostrare che anche in luoghi che non sono metropoli nascono delle storie con grandi valori umani. Lo possiamo fare solo credendoci, lavorando e mettendo a disposizione la propria energia ognuno per la sua parte. Ogni giocatore ha dei valori unici ed importanti che servono al compagno. Il pubblico è fantastico, vorrei che per una volta tutti insieme riuscissimo a sovvertire il corso degli eventi. Abbiamo bisogno che la nostra gente non cessi mai di trasferirci la propria energia”.

Le dichiarazioni di Agostini alla vigilia

Al di là di moduli, formazioni o altri aspetti numerici e formali, ciò che conta adesso è mettere in campo tutto quello che abbiamo. Con i ragazzi abbiamo lavorato sull’aspetto mentale prima di tutto. Ora bisogna essere convinti che possiamo vincere a Salerno, perché questa squadra ha i mezzi per farlo. Il mio unico pensiero è rivolto al campo, a provare a portare qualcosa di positivo affinché domenica arrivi il risultato che vogliamo e che ci serve. Sto provando emozioni forti, sono davvero orgoglioso di essere stato scelto dalla Società, per quella che è la mia storia ma soprattutto perché credo, fortemente, nel raggiungimento dell’obiettivo. Sono felice di avere trovato ragazzi disponibili, che hanno voglia di provarci, di stare insieme per inseguire questo risultato. Personalmente credo nel senso di responsabilità, che ho e che anche il gruppo deve avere per andare a fare una grande partita all’Arechi. Da calciatore ho affrontato partite così cruciali in contesti tanto roventi, spesso ne sono uscito vincitore, abbiamo fame di riscatto. Fino a pochi giorni fa seguivo un altro progetto come quello della Primavera, con ragazzi cui sono legato, e non avevo i titoli per fare valutazioni sulla Prima squadra. Ho trovato un gruppo forte, unito, che combatterà sino all’ultimo con tutte le sue forze”.

L’arbitro

A dirigere il match sarà Marco Di Bello della sezione di Brindisi, coadiuvato dagli assistenti Daniele Bindoni di Venezia e Giovanni Baccini di Conegliano. Quarto ufficiale di gara Ivan Pezzuto della sezione di Lecce. Addetti al VAR Paolo Mazzoleni di Bergamo e Filippo Meli di Verona.

La presentazione del match

I campani vengono dal successo casalingo contro il Venezia nel recupero infrasettimanale. Se si aggiunge il pareggio di domenica scorsa contro l’Atalanta, i punti che la squadra di Nicola ha incamerato in sole due settimane sono addirittura tredici. Da quasi matematicamente spacciata é uscita dalla zona calda: ora é quartultima con 29 punti, frutto di sette vittorie, otto pareggi e 20 k.o. Di fronte troveranno il Cagliari, che in settimana ha esonerato Mazzarri e avrà in panchina l’allenatore in seconda Agostini. I rossoblù vengono dalla sconfitta interna per 1-2 contro il Verona e sono terzultimi a quota 28 punti, frutto di sei vittorie, dieci pareggi e diciannove sconfitte, con trentadue reti fatte e sessantaquattro subite. Nelle ultime cinque sfide hanno vinto una volta e perso quattro, realizzando quattro gol e incassandone nove. Sono ventotto i precedenti tra le due compagini con il bilancio di nove vittorie della Salernitana, sei pareggi e tredici affermazioni del Cagliari.

QUI SALERNITANA – Nicola dovrà fare a meno di  Ranieri Probabile modulo 3-5-2, con Sepe in porta e con difesa composta da Gyomber, Fazio e Radovanovic, quest’ultimo in vantaggio su Gagliolo. In cabina di regia Coulibaly con Bohinen e Ederson e Zortea; sulle corsie esterne Mazzocchi e Zortea. Davanti Verdi, in vantaggio su Bonazzoli, e Djuric.

QUI CAGLIARI – Agostini dovrebbe rispondere con un modulo speculare, con Cragno tra i pali e con Lovato, Ceppitelli e Carboni a formare il blocco difensivo. In cabina di regia Marin con Rog e Grassi; sulle corsie Bellanova e Nandez. Davanti Pavoletti e Joao Pedro.

Le probabili formazioni di Salernitana – Cagliari

SALERNITANA (3-5-2): Sepe; Gyomber, Radovanovic, Fazio; Mazzocchi, L. Coulibaly, Bohinen, Ederson, Zortea; Verdi, Djuric. Allenatore: Nicola.

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Ceppitelli, Lovato, Altare; Nandez, Marin, Rog, Grassi, Bellanova; Pavoletti, João Pedro. Allenatore: Agostini.

Dove vederla in TV ed in streaming

L’incontro Salernitana – Cagliari, valido per la trentaeiesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2021/2022, verrà trasmesso in diretta e in esclusiva su DAZN. Sarà visibile per i suoi utenti anche sulle smart tv di ultima generazione compatibili con la app, e, sempre grazie all’applicazione, su tutti i televisori collegati ad una console PlayStation 4/5 o Xbox (One, One S, One X, Series X, Series S), al TIMVISION BOX oppure ad un dispositivo Google Chromecast o Amazon Fire TV Stick.