Schweinsteiger, divorzio a tinte nerazzurre? Magari…

La metà di luglio è arrivata. Il caldo è estenuante, ci si comincia ad accasare sotto gli ombrelloni e come sempre, tra la solita Gazzetta e un castello di sabbia, il mercato carbura. Tra sogni e realtà, anche l’Inter campione d’Europa sta lavorando tantissimo per regalare a Rafa Benitez una rosa importante, capace di fargli reggere l’impatto con quella che sarà forse la stagione più difficile di sempre, proprio perchè si viene da un’annata indimenticabile e c’è da costruire un corso nuovo, per non perdere questa meravigliosa abitudine di alzare trofei al cielo che sta facendo diventare capitan Zanetti un palestrato d’eccezione. La prerogativa è cedere, ma una volta che arriveranno i soldi bisognerà rinforzare la squadra.

Si parla molto di esterni o terzini, ma Benitez con la società è stato molto chiaro: gli serve un grande centrocampista, un vero e proprio leader da affiancare a Cambiasso, e quindi mi soffermerò proprio su questo tassello da riempire con un campione. Il primo nome, ovviamente, è quello di Javier Mascherano: Rafa se lo porterebbe anche nel letto, è il suo fedelissimo centrocampista tutto grinta e lucidità, abile nella fase di rottura ma anche intelligente nel far ripartire la squadra. La pista è calda, però il Liverpool chiede tanto: sui 35 milioni è la richiesta, e l’Inter di spendere così tanto non se la sente. In Corso Vittorio Emanuele preferirebbero un esborso al massimo di 25 milioni per un ruolo dove già c’è Thiago Motta, ma solo appunto per prendere un top player che possa realmente portare più qualità dell’italo-brasiliano.

Il nome spuntato nella serata di ieri, a mio avviso, è quello più giusto. Bastian Schweinsteiger potrebbe finire, secondo Mediaset Premium, in nerazzurro grazie all’arrivo di Montolivo a Firenze, arrabbiato per l’acquisto di D’Agostino che ne limita il raggio d’azione. Il tedesco sarebbe il vero colpaccio, se possibile anche più di Mascherano che ritengo un campione assolutamente all’altezza e capace di giocare al fianco di Cambiasso, con l’argentino che avrebbe anche una licenza maggiormente offensiva dove si muove con abilità, come già dimostrato ai tempi di Mancini quando segnava pure diverse reti. Ma Schwein è proprio quello che serve a questa squadra: piglio da leader, è uno abile nel prendere in mano la squadra anche in fase di ripartenza, con assist perfetti ed un tiro di primo livello, superiore a quello di Mascherano che in avanti non è all’altezza del tedesco. Con Cambiasso al suo fianco, Bastian, che compirà 26 anni il primo agosto, potrebbe quindi permettersi qualche sua sgroppata sostenendo anche bene il lavoro offensivo di Sneijder con la solidità che è la sua caratteristica principale.

Il centrocampista del Bayern è poi specializzato proprio nel dirigere il traffico del centrocampo nei momenti più frenetici, distrubuendo palloni preziosissimi per una squadra che se si andasse ad assestare con un 4-2-3-1, beneficerebbe di un uomo perfetto nello smistare palloni per la fluidità dell’azione, con i due esterni ed il trequartista pronti ad essere imbeccati. Bastian anche in un centrocampo a tre potrebbe essere devastante, e consentirebbe tra l’altro la partenza di Muntari che il Tottenham richiede e che andrebbe presto ceduto proprio perchè rischierebbe un’altra stagione ai margini che lo svaluterebbe totalmente. Nei giorni scorsi, ricordo che Schweinsteiger ha dichiarato: “Non sono sposato con il Bayern”, dopo che i dirigenti tedeschi lo dicevano incedibile. Il divorzio allora sembra possibile, anche perchè Benitez sarebbe ben lieto di accogliere il ragazzo che a mio avviso, per 25 milioni quindi 10 in meno di Mascherano, andrebbe preso di corsa. E bisogna soprattutto fare in fretta: il Real Madrid lo segue da tempo, farselo soffiare sarebbe un errore gravissimo. Ho una fiducia cieca nei nostri uomini-mercato, sono certo che prenderanno chi dovranno prendere al prezzo giusto rinforzando questa squadra. Ma se arrivasse Schweinsteiger, allora ci ritroveremmo davvero con il centrocampo più forte al mondo, insieme a quello del Barcellona.

[Fabrizio Romano – Fonte: www.fcinternews.it]