Serie A, Gravina: “Ci sono delle difficoltà, il protocollo va modificato”

62

Gravina

Le parole di Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio, nel corso di un’intervista concessa ai microfoni della RAI.

ROMA – Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio, è intervenuto poco fa ai microfoni della RAI facendo il punto della situazione. Queste le sue parole: “C’è una difficoltà oggettiva: l’impossibilità di reperire strutture recettive disponibili per i ritiri. Quindi dobbiamo consentire, condividendo il percorso con Spadafora e Speranza, una piccola variazione al protocollo che possa consentire di continuare ad allenarsi, trasformando gli allenamenti da individuali a collettivi”.

Gravina ha, poi, aggiunto: “L’INAIL con una sua circolare ha già chiarito che c’è responsabilità solo in caso di dolo e di colpa grave. Quello che ci preoccupa rimane il tema del positivo che manda tutta la squadra in quarantena. Tema che affrontiamo con determinazione e anche con attenzione, per evitare un rapporto stressato che porti tensioni e il blocco del campionato”.

Sull’ipotesi play-off ha dichiarato: “L’ipotesi playoff non è accantonata, dobbiamo essere pronti a qualunque evento. Ad oggi esiste la possibilità, attraverso la programmazione deliberata dalla Lega Serie A, fissando la data di partenza nel 13 giugno, di un calendario molto denso di appuntamenti ed impegni. Dobbiamo però essere pronti e metteremo sul piatto della bilancia anche il ricorso ad una modalità diversa per la chiusura del campionato”.

Articoli correlati