Serie B – Il Siena tuona: “Vogliamo la graduatoria dei ripescaggi”

864

Serie B - Il Siena tuona: "Vogliamo la graduatoria dei ripescaggi"

Comunicato da parte della compagine toscana circa la graduatoria dei ripescaggi per il prossimo campionato cadetto.

SIENA – Nella giornata di oggi il TAR del Lazio ha respinto il ricorso dell’Avellino circa la riammissione al prossimo campionato di Serie B. Nulla da fare, dunque, per la compagine irpina che dice addio al professionismo. Saranno tre le caselle riempire per il prossimo campionato di Serie B con Catania e Novara ufficiosamente riammesse. Il terzo posto potrebbe essere della Robur Siena ma non ci sono certezze per il club toscano visto che la graduatoria ufficiale non è stata ancora pubblicata. Il club bianconero, attraverso le parole della presidente Anna Durio e del direttore dell’area tecnica Davide Vaira, spinge per la pubblicazione della graduatoria.

Le parole della presidente Anna Durio

“Fino a questo momento siamo stati in silenzio perché riteniamo giusto parlare nei momenti opportuni. Abbiamo fatto del rispetto delle regole il nostro credo, abbiamo atteso in silenzio tutto quello che è successo, facendo i nostri passi: alcune squadre hanno già festeggiato, invece noi chiediamo celerità perché sia resa pubblica questa benedetta graduatoria, considerando che è più di un mese che in molti ci considerano in serie B. Mi aspetto che venga alla luce la graduatoria, in modo da sapere se veramente siamo in serie B o meno, i tempi si stanno allungando tanto e abbiamo bisogno di sapere come stanno le cose per allestire la squadra, ci auguriamo che sia fatto tutto celermente. Ci tengo a ringraziare in modo particolare il comune di Siena nella persona del sindaco Luigi De Mossi per le parole che ha espresso, vogliamo celerità nelle decisioni come ha ribadito anche lui”.

Le parole del direttore dell’area tecnica Davide Vaira

“La situazione della Virtus Entella? Un po’ mi viene da ridere secondo me stiamo parlando del nulla: la richiesta che fa è fuori luogo, il Parma, il Foggia sono stati penalizzati per la stagione 2018-2019, non vedo il motivo per il quale il Cesena debba essere penalizzato nel campionato 2017-2018. Allora bisognerebbe aspettare a settembre la sentenza del Chievo e fermare i campionati, perché il Crotone ha fatto ricorso contro il Chievo e il Palermo chiede di ricorrere contro il Parma. In questa situazione ci sono dei precedenti talmente chiari e lampanti che ci fanno stare tranquilli, poi chiaramente aspettiamo l’ufficialità. Siamo arrivati al 7 agosto, è il momento che ci dicano, come dice tutta Italia, che siamo terzi in questa benedetta graduatoria dei ripescaggi e che partecipiamo al campionato di serie B. Abbiamo una squadra che sta affrontando i disagi creati da questa situazione, abbiamo fatto il ritiro aggregando mezza Berretti, domenica siamo andati a giocare a Chiavari in una situazione a dir poco di emergenza e sapete che ci teniamo a non fare figuracce. A livello psicologico non è facile non sapere in quale categoria siamo per il mister, per lo staff e per i giocatori. Le nuove norme dicono che il calciomercato si chiude il 18 agosto, fare la serie B o la serie C se permettete ci cambia qualcosa, 11 giorni mi sembra un lasso di tempo abbastanza breve, vogliamo sapere a quale campionato partecipiamo”.

Articoli correlati