Serie B – Il Siena crede nel ripescaggio: il comunicato del club

Serie B - Il Siena crede nel ripescaggio: il comunicato del club

Il ricorso vinto dal Novara, nella giornata di ieri, ha stravolto la graduatoria dei ripescaggi con il Siena che adesso crede nella Serie B.

SIENA – Giorni molto caldi e, allo stesso tempo, bui per il calcio Italiano diviso tra sentenze, inchieste e processi. Nella giornata di ieri il ricorso vinto dal Novara, per quanto concerne il capitolo ripescaggi, ha stravolti la graduatoria con squadre del calibro di Siena e Catania pronte a tornare in corsa per un posto in Serie B. La compagine toscana, che ha perso la finale play-off Serie C contro il Cosenza, è nella prime posizioni e, qualche minuti, ha diramato un comunicato ufficiale circa la volontà e la netta possibilità di tornare nel campionato cadetto.

Il comunicato del Siena

“La società Robur Siena S.p.A. nella persona della presidente Anna Durio, alla luce degli avvenimenti di questi giorni relativi alla partecipazione delle squadre legittimate al campionato di serie B, cosiddetti ripescaggi, ha deciso di affidare la tutela dei propri interessi all’avvocato Antonio de Rensis. La società rimane fiduciosa sul fatto che verranno rispettati i giusti criteri per determinare gli aventi diritto. Resta inteso che in caso contrario si tutelerà nelle sedi opportune senza indugio”.

Le parole del DS Giovanni Dolci

Queste, invece, le parole dl Direttore Sportivo della squadra bianconera Giovanni Dolci: “E’ stata una giornata come le altre, noi ci siamo allenati normalmente, anche se chiaramente abbiamo saputo delle sorti di Bari e Cesena. Come aveva già dichiarato il vice presidente Trani, siamo pronti da tempo per il ripescaggio, ma adesso ci saranno tutte le formalità di rito che si concluderanno con la risposta del consiglio federale. Sperando che questa sia positiva. Siamo stati sostanzialmente fermi finora proprio per questo, abbiamo solo preso alcuni giocatori forti in C ma altrettanto valide alternative in B, ma per adesso basta, dobbiamo prima capire dove giocheremo. Abbiamo pronte due strategie, intraprenderemo quella più consona”.