Le squadre che partecipano a Russia 2018: alla scoperta della Danimarca

745

Danimarca calcio rosa partite qualificazione girone Russia 2018

La presentazione della Nazionale Danese in vista del Mondiale: il cammino della squadra, la rosa, il calendario, le statistiche e le possibilità di qualificazione

MOSCA – Continua il nostro cammino a Russia 2018 alla scoperta di tutti i protagonisti della competizione. Andiamo nella Scandinavia per scoprire qualcosa di più sulla Danimarca.

  1. Il cammino della Nazionale
  2. La rosa con i suoi Top-Player
  3. Il calendario degli incontri
  4. Curiosità e statistiche
  5. Dove può arrivare

Il cammino della Nazionale

La qualificazione per la nazionale del tecnico Age Hareide non è stata semplice, causa le sconfitte nel girone con Polonia e Montenegro, il pareggio con la Romania. Ma nel momento più difficile è arrivata la vittoria della svolta: 4-0 contro l’imbattuta Polonia. Però le sconfitte maturate agli inizi hanno costretto la formazione scandinava a chiudere comunque il girone al secondo posto passando per i play-off dove ha incontrato la Repubblica d’Irlanda. Dopo il pareggio in casa decisivo è stato il 5-1 maturato a Dublino.

La rosa con i suoi Top-Player

A Dublino l’eroe  più atteso, nonché il trascinatore della danish dynamite é stato sicuramente il numero 10 del Tottenham Christian Eriksen autore di 11 reti in totale nelle qualificazioni. È lui che avrà la responsabilità maggiore di guidare la squadra nell’avventura in Russia. Ma il talento dei danesi non finisce di certo qui. Altro giocatore da tenere d’occhio è il classe 95 del Celta Vigo Pione Sisto, ala sinistra in grado con la sua velocità e il suo passo di ubriacare le difese avversarie.

Il calendario degli incontri

Le qualità e il talento offensivo della compagine danese potrà essere decisivo per affrontare il girone assieme a Francia, Australia e Perù. La partita inaugurale avrà luogo alla Mordovia Arena di Saransk il 16 giugno contro i sudamericani del Perù. Nella seconda partita affronteranno l’Australia alla Cosmos arena di Samara e per finire il big match del girone all’Arena di Mosca contro la Francia di Deschamps.

Curiosità e statistiche

Posta a 1560 km dalla Russia la Danimarca è una delle Nazioni che hanno fondato la FIFA. Posta al dodicesimo posto del Ranking FIFA. L’esordio alla fase finale dei mondiali avvenne nel 1986, anno in cui grazie al suo calcio tecnico e di qualità diede spettacolo. I punti di riferimento in quell’anno furono sicuramente Laudrup e Preben Elkjaer. È in quell’anno che venne coniato il soprannome Danish Dynamite proprio grazie alla spettacolarità del gioco espresso e l’eccezionale cambio di passo nel dribbling di giocatori come Arnesen e i due Olsen, in grado di creare continuamente la superiorità numerica. Può vantare in bacheca la vittoria ottenuta all’Europeo del 1992 e la seconda edizione della Fifa Confederations Cup nel 1995. Il migliore piazzamento mondiale sono stati i quarti del 1998. Il bomber più prolifico della nazionale è stato Jon Dahl Tomasson con le sue 52 reti.

Dove può arrivare

Le doti e il talento non mancano di certo a questa nazionale; motivo per cui la qualificazione sembra a portata di mano. Da capire solamente se sarà primo o secondo posto. Lo snodo decisivo sarà la terza partita contro la Francia, aspirante candidata alla vittoria finale della competizione.

Articoli correlati