Stramaccioni: “Rispetto molto la partita di domani, cerchiamo continuità di risultati”

logo-interVigilia dell’ultima gara del 2012 per l’Inter, e ultima conferenza stampa dell’anno per Andrea Stramaccioni, tecnico nerazzurro, che introduce i temi della partita contro la formazione di Delneri. FcInterNews.it è presente alla Pinetina coi suoi inviati e vi riporta in tempo reale le dichiarazioni dell’allenatore dell’Inter.

Il Genoa arriva dalla gara positiva col Toro, ma non è un periodo positivo. Sono queste le partite più difficili da affrontare?
“Rispetto molto la partita di domani, ha una valenza fondamentale per noi, qualunque fosse l’avversario. Il Genoa ha dimostrato di poter mettere in difficoltà chiunque. La migliore partita è quella col Napoli dove non meritava di perdere e ha giocato con una squadra molto simile a quella che affronteremo domani. Noi però vogliamo girare la boa al secondo posto”.

Avresti firmato per questa posizione a Natale?
“É una situazione soddisfacente, però vorrei fare questo commento dopo la partita di domani, saremo secondi se vinciamo domani”

Sulla situazione di emergenza:
“Arriviamo a questa gara con tanti indisponibili, ma non mi interessa. Abbiamo una rosa costruita anche per far fronte a queste situazioni, nessun alibi. Vogliamo scendere in campo per fare risultato e vincere”.

C’è una critica che ti ha dato fastidio?
“In ogni critica c’è sempre un fondo di verità. Io sono il tecnico più giovane della Serie A e ho tutto da imparare dai colleghi e dal campo, cercando di migliorare e trasmettere alla squadra cose migliori. Ma i giudizi che mi interessando di più sono quelli di chi vive l’Inter giorno dopo giorno. Poi qualcuno scrive dopo aver visto una partita dopo sei mesi, ma a me interessano le critiche di quelli che l’Inter la vivono continuamente”.

Come sta Cambiasso?
“É rientrato ieri, ha fatto un allenamento intero. Oggi è il pre-gara, esclusivamente di rifinitura, mi riserverò fino all’ultimo di valutare se farlo giocare domani. L’importante sarà averlo al meglio atleticamente non solo tatticamente”.

Il Genoa segnò il suo esordio da allenatore…
“Quella partita rimarrà sempre nei miei ricordi, ma il presente è un altro Inter-Genoa e noi dobbiamo avere la giusta fame e fare il risultato che ci permetta di afforntare il 2013 da secondi e con lo spirito giusto”.

Come si utilizza in positivo la prestazione contro la Lazio, malgrado la sconfitta?
“Alcune volte non sono stato soddisfatto malgrado il risultato positivo, questa volta è stato il contrario, ma in Italia il risultato cancella tutto. L’importante era per me trasmettere ai giocatori l’idea che avessero fatto un secondo tempo ottimo, perché il calciatore deve tornare da Roma con la consapevolezza che nel secondo tempo ha chiuso la Lazio come nessuno, ma che poi si è commessa un’ingenuità che ci è costata cara. Torniamo da Roma comunque con una certezza in più perché abbiamo messo in difficoltà contro la Lazio”.

Come si sovverte la sensazione della Juve campione d’Italia nonostante la vittoria di Torino?
“I paragoni coi primi li ho sempre fugati, sono situazioni diverse. Noi siamo alla ricerca della continuità di risultati, la Juve lo scorso anno era dietro il Milan ma non perdeva mai. Noi stiamo cercando di trovare continuità di risultato. Il mio rammarico più grande dopo la Lazio era la sconfitta dopo quella prestazione. Anche se so che non si deve guardare l’episodio, nel calcio è così però: Klose prima di segnare stava per uscire. L’Inter per me ha fatto un passo avanti, ora battiamo il Genoa e arriviamo secondi”.

Cosa ci vuole per essere più forti degli episodi?
“Non lo so, io volevo dire che in uno scontro al vertice della classifica le gare sono girate per centimetri o per episodi arbitrali pro o contro, sicuramente l’Inter non è stata così forte per vincere la partita, ma dovevamo uscire con un buon punto”.

Che insegnamenti hai avuto in questi mesi?
“Non ce n’è uno solo, molti li traggo partita dopo partita, altri li prendo alla velocità della luce. Io cerco di migliorare di volta in volta”.

[Redazione Fc Inter News – Fonte: www.fcinternews.it]