Subito in campo, mercoledì c’è il Palermo: in dubbio El Kabir. Ficcadenti: “Nessun turnover”

Ha festeggiato ad Asseminello la leadership in campionato il Cagliari di Massimo Ficcadenti. Il campionato non concede soste ed evita così possibili distrazioni ai rossoblù, che sono scesi in campo questo pomeriggio per una leggera seduta defaticante, dopo la vittoria di ieri contro il Novara. Mercoledì la sfida al Barbera contro il Palermo, battuto oggi sotto il diluvio di Bergamo dall’Atalanta. Per la gara contro i rosanero, Ficcadenti potrebbe vedersi costretto a rinunciare a Moestafa El Kabir, toccato duro nel finale di partita contro i piemontesi: domani lo staff sanitario valuterà le condizioni dell’attaccante marocchino. Per il resto, tutti a disposizione del mister romagnolo, che contro il Palermo di Mangia potrebbe scegliere di operare un mini-turnover in avanti: al posto di Nenè, accanto a Thiago Ribeiro potrebbe trovare spazio Joaquin Larrivey, tornato a segnare in serie A dopo un digiuno lungo ventuno mesi.

FICCADENTI – Pare ebbro di gioia Massimo Ficcadenti, che dopo le proverbiali parole di circostanza nel postpartita di sabato scorso, si lancia senza mezzi termini nell’esaltazione del suo Cagliari neocapolista. Parole forti quelle del mister di Fermo, che sulle colonne della Gazzetta dello Sport risulta fin troppo spavaldo: “Ma quali piedi per terra! Essere primi ci fa bene. Abbiamo giocato bene e i 6 punti sono meritati”. Nessuna paura, dunque, e viva la sincerità quando c’è da gioire per un brivido da vertigini che ha fatto suonare i clacson a mezza città. Un primato che vuol dire fiducia, morale alto e voglia di lavorare. E infatti c’è subito da inforcare gli scarpini per preparare la gara di Palermo, in programma mercoledì. Ficcadenti affronta il futuro senza problemi: “Non farò nessun turnover, le partite ravvicinate son pesanti, ma vincere aiuta a superare anche la stanchezza”.

[Fabio Frongia – Fonte: www.tuttocagliari.net]