Torino, il mercato presente e futuro passa da Roma

389

TORINO – È un Torino sempre più tinto di giallorosso. Dopo le operazioni estive che hanno portato sotto la Mole Castan, Ljajic e Iago Falque con Bruno Peres a percorrere la strada contraria per sbarcare alla corte di Spalletti, continuano le trattative sull’asse Torino-Roma anche in vista delle prossime sessioni di mercato.

Iturbe il nome più chiacchierato

Il nome più chiacchierato del momento è quello di Juan Manuel Iturbe, da ieri molto più vicino ai granata. Tramontata l’ipotesi Genoa a seguito della mancata chiusura dell’affare Rincon, per vestire di granata il talentuoso esterno offensivo rimangono ora solo alcuni dettagli riguardanti i riscatti di Iago Falque e Castan che la Roma vorrebbero fossero anticipati già a gennaio.

Skorupski per il dopo Hart

Potrebbero non finire qui le trattative tra le due società. Con il sempre più probabile ritorno a fine stagione di Joe Hart in Premier, dove lo seguono Liverpool, Chelsea e Tottenham, il Torino avrebbe individuato il suo sostituto in Skorupski, portiere polacco ora all’Empoli ma di proprietà della Roma.

Rimanendo in tema di portieri, possibile la cessione già a gennaio di Daniele Padelli che vedrà il suo contratto scadere il prossimo giugno ma per il quale non sono pervenute al momento offerte. Destinato invece alla Serie B Alfred Gomys, di ritorno dal prestito al Bologna e seguito da Trapani e Perugia.

Un argentino a centrocampo

Dall’Argentina intanto rimbalza la voce di un interesse granata per Santiago Ascaciar, centrocampista 19enne di proprietà dell’Estudiantes. Centrocampista centrale con grande vita e buona visione di gioco, il giocatore è considerato uno dei prospetti più interessanti del panorama calcistico albiceleste e su di lui si sono già concentrate le attenzioni di diversi club europei.

Possibile che il Torino decida di replicare quanto fatto in passato con Lucas Boyè acquistando ora il cartellino del giocatore per poi lasciarlo altri sei mesi in Argentina per permettergli di maturare ulteriore esperienza.